Utente 340XXX
Buonasera, vi spiego in breve il mio problema che mi ossessiona ormai da 2 mesi. Premetto che 14 anni fa ebbi dei condilomi bruciati con l'elettrobisturi e da allora nessun problema(ma all'epoca non feci la tipizzazione).Per 3 anni successivi mi sottoponevo a pap test e colposcopia e tutto era negativo.A gennaio di quest'anno ( dopo 14 anni di controlli negativi e pap test ogni anno) mi sottopongo,come ogni anno,al pap test ed esce la Lsil (displasia lieve). Il ginecologo mi fa fare una colposcopia che risulta negativa, la tipizzazione del Hpv nel DNA che esce positivo al ceppo 59 un thin prep che riconferma la lsil, mi fa fare una endocolposcopia pensando che la lesione possa trovarsi piu' in profondita' e pure quest'ultima negativa tant'e' che non mi e' stata effettuata la biopsia e sono stata controllata anche vulva, vagina ed ano ma la lesione non e' stata trovata, riportando controllo a giugno con nuovo thin prep e colposcopia. Io sono molto impaurita e confusa e vorrei sapere alcune cose: 1) se non c'e' displasia perche' e' uscita la Lsil che indica una displasia? Mi potrebbe spiegare perche' visto che ho chiesto al Ginecologo ma non ho capito cosa volesse dire rispondendomi che il pap test e' solo un esame ma che non vede le patologie. 2)) E' normale che non mi abbia fatto la biopsia visto che non vi era lesione? La lesione potrebbe uscire in seguito? 3) La lsil sono cellule maligne? 4) Il ceppo 59 potrebbe essere lo stesso di 14 anni fa? e nel caso come mai in tutti questi anni e' uscito sempre tutto negativo? il virus potrebbe spegnersi ed accendersi? 5) a novembre ho fatto una cura per l'elicobactero con antibiotici potrebbe essere stato quello a scatenare la lsil ? 6)A giugno, al prossimo controllo, cosa mi dovrei aspettare, se la lesione c'e' si dovrebbe vedere? 7) Nel frattanto mi ha dato come cura ovuli finderm forte beta, normoimmuno, spuma di colpodex e lavande di echigin, che ne pensa? non ci sarebbe qualche farmaco che agisce direttamente sul virus? 8) se non si trova la lesione displastica puo' diventare direttamente neoplastica? 9) La colposcopia e' un esame sicuro? o puo' dare falsi negativi visto che non mi e' stata fatta la biopsia? Sono disperata e confusa, so di essermi dilungata molto ma sto veramente male e non so che fare! La ringrazio immensamente e spero in una risposta che possa chiarirmi le idee.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'infezione da HPV può manifestarsi secondo 3 modalità : CLINICA (evidente a occhio nudo,senza strumenti ..SUBCLINICA con l'aiuto di paptest,colposcopia e istologia. LATENTE evidenziabile soltanto con HPVtest.
Nel suo caso la L.Sil sta per infezione LATENTE , che potrebbe diventare SUBCLINICA e poi CLINICA, in relazione al suo stato immunitario.
La l-SIL NON è SIGNIFICATO DI CELLULE MALIGNE, ma di cellule infettate (coilocitosi).
La REGRESSIONE dell'infezione potrebbe essere FLUTTUANTE con ricorrente scomparsa e ricomparsa di HPV. iN COMMERCIO SONO PRESENTI sostanze che potrebbero aiutare il sistema immunitario , come il BETAGLUCANO, ma non sono antivirali.
La COLPOSCOPIA è un esame validissimo (nelle mani di esperti)
Mi auguro di aver ridotto al massimo il mio "MEDICHESE"
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 340XXX

La ringrazio infinitamente sia per l'esaustiva risposta che per la celerità della stessa. Le faro' sapere a giugno come si e' evoluta le situazione. Nuovamente grazie

[#3] dopo  
Utente 340XXX

Gentilissimo Dottore, mi scuso se invece di contattarla a giugno l'ho fatto ora ma mi e' sorto un dubbio enorme che soltanto lei con la sua competenza puo'
chiarirmi: Ho letto su internet che il virus Hpv ( le ricordo che il mio e' ceppo 59) colpisce tutte le mucose e sebbene in precedenza non ebbi
(parlo quelle che trovarono 14 anni fa) manifestazioni in altre zone tranne condilomi vulvari e vaginali, viene riportato che le lesioni possono formarsi nel retto, nella vescica e in bocca.
Il mio dubbio allora e': Questo pap test che ha dato la Lsil , ma che poi non e' stata trovata la lesione con gli esami strumentali di colposcopia ed endocolposcopia
non e' che sta lesionando altrove che non sia dove hanno indagato? cioe' retto, nella vescica e in bocca? mi scusi nuovamente ma sono troppo agitata.
La ringrazio infinitamente.

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi scusi ma il prelievo si pratica sulla cervice e in vagina , non nel retto, in bocca o in vescica ., in questi organi non si sviluppa e non è stata dimostratata, come nel collo uterino, una correlazione tra HPV e carcinoma.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 340XXX

La ringrazio nuovamente e le daro' mie notizie in futura. Cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 340XXX

Carissimo dottore, mi scusi se le chiedo nuovamente un suo parere prima di quanto pensassi , cioe' a giugno, ma sono troppo confusa e ormai sull'orlo di un esaurimento nervoso. Prima di tutto le dico la mia eta' , ho 47 anni, perche' credo che nei consulti precedenti non l'avevo mai menzionato e credo che sia importante ai fini diagnostici. Riassumo in breve la mia storia: 14 anni fa condilomi, ( trasmessi dal mio primo patner a livello sessuale)ma senza sapere il ceppo perche' non mi fu fatta la tipizzazione, mai piu' nulla , pap test sempre negativi per 14 anni, a gennaio pap test di rutine ed esce LSIL , faccio hpv dna test e risulta hpv ceppo 59 che non so se e' quello che ho avuto 14 anni fa( io nel frattanto 11 anni fa mi sono sposata e in pratica in vita mia ho solo avuto 2 patners sessuali) oppure non so in che modo l'avrei potuto prende e faccio thim prep che conferma la lsil. Detto cio' non riuscendo ad attendere fino a giugno ho fatto l'ennesima colposcopia ed il nuovo ginecologo e' entrato anche fino all'anello di congiunzione , cosi' mi ha detto, credo di aver capito tutto il tratto dove vi sono le cellule squamose. Ma anche a distanza di 4 mesi ormai dalla scoperta della LSIL , non e' stata trovata nessuna lesione. Ho paura che mentre nessuno la vede essa fa danni, non so cosa pensare! Lei l'altra volta mi diceva che il mio potrebbe essere un caso di LATENZA ( almeno per ora) ed e' una cosa che non ho capito: Se ho sempre avuto il virus addosso perche' per 14 anni usciva negativo il pap test? cos'e' cambiato , visto che nemmeno ora c'e' la lesione? allora i pap test , perche' sono sempre usciti normali in questi anni? e se la Lsil significa displasia e questa dopo 4 mesi ancora non c'e' , perche' dava questo referto come gia' ci fosse? Ho letto vari casi dove tutti fanno il pap test, esce la Lsil , fanno la colpo e trovano la lesione.... perche' a me e' cosi' difficile da trovare????? allora sta facendo danni il virus e nessuno lo vede???? cosa devo pensare? STO VERAMENTE MALE! MI AIUTI A CAPIRE LA PREGO. Grazie mille

[#7] dopo  
Utente 340XXX

Mi scusi ancora ma ho dimenticato di chiederle ( tanto e' la confusione) visto la mia eta' non potro' mai negativizzarmi e avro' tutta la vita il virus addosso e questo comportera' che sono destinata ad avere un tumore prima o poi? e con l'avvento della menopausa ( cosa che per ora non ho) sara' ancora peggio?... cos'accadra'? Grazie ancora.

[#8]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L' infezione virale da HPV è solitamente transitoria e si conclude in circa 12/18 mesi ; in una percentuale notevole della popolazione, circa il 10%, può persistere tutta la vita in modo del tutto ASINTOMATICO e senza CREARE PROBLEMI, .In un piccola percentuale di casi , circa l'1% , si sviluppano sulla cervice uterina delle alterazioni, come delle macchie, visibili con la colposcopia ed identificabili con il Paptest ; da queste "macchie" del collo uterino si possono sviluppare nell'arco di ANNI , in una piccola percentuale inferiore all'1% , tumori del collo dell'utero .
Quindi è eccezionale che una infezione virale molto comune conduca allo sviluppo di un tumore , inoltre l'intero processo richiede MOLTI ANNI PER SVILUPPARSI ,CIRCA UNA DECINA .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente 340XXX

Geazie mille , le daro' notizie in seguito.

[#10] dopo  
Utente 340XXX

Gentilissimo Dottore,
in breve Vi ricordo la mia storia: Ho 47 e a gennaio tramite pap test risulto' Lsil, seguito da test hpv positivo ceppo 59 varie colposcopie e endocervicoscopie
tutte negative. Ho ripetuto oggi la colpo e il responso e' : Visibile fino all'anello di giunzione, mucosa indenne per collo utero, vaina, vulva ed ano.
Mi ha fatto un prelievo per il Thin prep del quale il responso avro' tra una quindicina di giorni e le ho chiesto cosa sarebbe accaduto nel caso il responso
fosse stato un 'altra Lsil o ancor peggio un Hsil e lei mi ha risposto che in tal caso si pratica una Leep diagnostica perche' potrebbe essere che la lesione
sia altrove. Allora la mia domanda e' questa: Ma dove potrebbe trovarsi una lesione se le cellule squamose sono fino all'anello di giunzionee poi vi sono le cilindriche?
Mi puo' dire, dato alla sua espereinza, dove si puo' formare una lesione che non viene vista con la colpo e con l'endoscopia?
L'endoscopia vede il canale del collo dell'utero ma una lesione si puo' formare anche in posizione piu' distale rispetto all'orifizio magari andando verso
le pareti vaginali per intenderci? e magari in profondita' sotto un profondo strato di mucosa del collo uterino? per questo non visibile con un endoscopia?
La ringrazio infinitamente e sono sicura che anche questa volta, in modo chiaro, sapra' chiarire i miei dubbi.

[#11]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi devo fidare dell'esame colposcopico eseguito dal Collega.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#12] dopo  
Utente 340XXX

Gentilissimo Dottore, la ringrazio per la risposta tempestiva ma avrei voluto che mi spiegasse, come le avevo chiesto, dov'e' che si potrebbe trovare una lesione cioe' a parte lo strato di mucosa dove vede la colpo e nel canale dove vede l'endo, dove si puo' formare una lesione che NON puo' essere vista da questi due esami? La cosa che mi fa restare perplessa e' che mi sono sottoposta a colpo ed endo da tre ginecologi diversi fin ora, da quando a gennaio seppi del pap test Lsil. Il primo e' un ginecologo della clinica Mediterranea di Napoli( dove abito) ed e' specializzato in colposcopia, la seconda volta sono stata da un suo collega di Napoli che prima era responsabile del reparto di ginecologia del II policlinico di Napoli ma che adesso fa solo studio privato, e ora da una ginecologa che e' dirigente medico presso il dipartimento di ginecologia sempre al II Policlinico di Napoli e tutti hanno detto che non ho la lesione. Questa ginecologa visto che mi ha effettuato il Thin prep mi ha detto che se fosse uscito ancora Lsil o peggio Hsil avrebbe dovuto effettuarmi una Leep perche' la lesione sarebbe stata piu' profonda.... ma non ho capito dove? Ecco questo e' cio' che lei, sempre molto esplicito e gentile, mi spiegasse in termini semplici e comprensibili come ha sempre fatto. Grazie mille.

[#13]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Devo necessariamente usare termini tecnici per spiegarle che LSIL o HSIL sono lesioni che interessano le cellule squamose ( esterne) e non le cellule ghiandolari presenti nel canale cervicale uterino.
Secondo punto importane da sottolineare è che la persistenza della LSIL significa persistenza del virus HPV , come ho descritto nella prima replica.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#14] dopo  
Utente 340XXX

Carissimo dottore, ho avuto per telefono la risposta del thin prep (andro' a ritiralo domani di persona ma la dottoressa non la trovero' per questo ho chiesto per telefono le varie spiegazioni) e la dottoressa mi ha detto che da una Lsil , uscita a gennaio e colpo ed endo sempre negative, ora e' uscita Ascus e controllo ad ottobre con colpo e ripetere l'hpv dna test . La prego dottore mi dica come vede questo Ascus dopo una Lsil? cosa sta succedendo? o cos'e' successo? come devo prendere questa notizia? La ringrazio infinitamente

[#15]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
ASCUS sta per cellule squamose di incerto significato.
Il questi casi il citologo non considera le cellule displastiche e pertanto delega ial ginecologo la ricerca delle cause di un possibile fatto infiammatorio .
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#16] dopo  
Utente 340XXX

Grazie dottore, ho capito che l'Ascus sta per cellule squamose di significato incerto, e che evidentemente il citologo non le ha considerate come displastiche ma non sa bene cosa siano... percio' , chiedevo a lei ,che sa tutta la mia storia clinica e sicuramente ha esperienza in merito, come devo considerare questo nuovo risultato? e' meglio o peggio della Lsil? La ringrazio infinitamente.

[#17]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente migliore della LSIL , ma sempre da definire non trattandosi di un esito certo e definito.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#18] dopo  
Utente 340XXX

Carissimo dottore grazie sempre per le sue risposte immediate ed esaustive. Ho a portata di mano il thin prep di cui gia' vi ho parlato fatto il 4 giugno dopo che il 28 gennaio mi fu diagnosticata una Lsil e hpv ceppo 59 ma con tutte colposcopie ed endoscopie negative. Il thin prep recita: Negativo per malignita'. Il quadro citologico mostra cellule squamose , sheets di endocervicali e granulociti neutrofili. CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE: Presenza di rare cellule squamose con apatie di significato indeterminato (ASC-US). Coesistono alterazioni reattive-riparative associate a flogosi di grado moderato e fenomeni di citolisi. Opportuno approfondimento diagnostico a mezzo test per ricerca e tipizzazione dell'HPV e/o colposcopia. Cosa significa CITOLISI? ha a che vedere con l'hpv? e il termine SHEETS ENDOCERVICALI? La segretaria della dottoressa quando mi ha consegnato il referto ha detto che la Dottoressa lo ritiene diciamo buono perche' comunque sappiamo che ho l'hpv ( ceppo 59) e la colposcopia fatta lo stesso giorno del prelievo per il thin prep, risultava negativa. Ha detto che ad ottobre devo rifare il test per l'HPV. Mi chiedo e chiedo a lei: ma passando da un referto di lsil a quello ( dopo 4 mesi) di ASC-US cosa significa? il virus non sta piu' cercando di fare la lesione? pecio' non si trovava la lesione? o non centra nulla? Lei che sa tutta la mia storia clinica ( tutta per ora) sinceramente cosa ne pensa? La ringrazio infinitamente per la pazienza che sta avendo con me... mi fido di lei, se Lei fosse di Napoli verrei da lei, il problema e' che (seppur tutti questi esami li sto facendo privatamente) non sono poi disposti a darti piu' di un chiarimento ed e' solo lei che da gennaio mi riesce a chiarire tutti i dubbi....

[#19] dopo  
Utente 340XXX

Dottore la prego, mi risponda, sono molto agitata! in breve da gennaio x un pap test con responso di Lsil ho effettuato controlli e colposcopie fino ad ora.( HPV positivo ceppo 59). A giugno colposcopia negativa e thin prep con responso ASCUS. Oggi a distanza di soli 4 mesi sono tornata a fare il controllo. La ginecologa ha effettuato il prelievo per un nuovo thin prep e poi ha eseguito la colposcopia ma questa volta non e' risultata negativa ma con responso di : SINGOLO SBOCCO GHIANDOLARE ISPESSITO. E mi ha effettuato una biopsia che avro' tra 15 gg. Dottere la prego mi aiuti cosa significa SINGOLO SBOCCO GHIANDOLARE ISPESSITO? Lei mi ha detto che era una puntina bianca rilevata dall'acido acetico ma leggendo su internet ho letto che questo referto e' gia' di classe II dandogli la definizione di ANTZ G2 ma che io non ho la piu' pallida idea di cosa vuol dire!!!
Questo sbocco , poi, non si trova al centro del collo dell'utero dove c'e' il foro ma tra il foro centrale andando verso le pareti vaginali, praticamente al centro. Per cortesia, e confido sulla sua enorme gentilezza che ha sempre avuto, mi potrebbe spiegare come mai in soli 4 mesi e' potuto succedere che una lesione che non si era mai vista , poi, appare cosi' grave ed oltre a questo cosa potrebbe essere? Potrebbe essere anche un condiloma sul collo dell'utero o l'espressione di per se' SINGOLO SBOCCO GHIANDOLARE ISPESSITO, gia' esclude questa eventualita'? E' grave che abbia infetto gli sbocchi ghiandolari? La Prego mi delucidi! sono TOTALMENTE IN CONFUSIONE! La ringrazio infinitamente.

[#20]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non posso giudicare l'esito dell'esame colposcopico eseguiito dalla Collega. ma se è stato evidenziato uno sbocco ghiandolare ispessito , mi sembra esagerato sottoporla ad una biopsia.
Il PATOLOGO ha dato indicazione all'HPV test e alla Colposcopia, ma non alla biopsia.
Adesso dobbiamo attendere l'esito dell'esame istologico.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#21] dopo  
Utente 340XXX

La ringrazio infinitamente e colgo l'occasione per chiederLe: Cosa significa avere uno sbocco ghiandolare ispessito? Quale causa puo' ispessire uno sbocco ghiandolare?(di cui e' stata praticata la biopsia) quale dal piu' semplice al piu' grave potrebbe essere il responso? Io non conosco le cause per le quali ci possa essere l'ispessimento dello sbocco ghiandolare percio' non riesco a capire perche' ritiene esagerato la biopsia, La ringrazio infinitamente.

[#22] dopo  
Utente 340XXX

Gentilissimo Dottore,
ho avuto il responso sia del thin prep e della biopsia fatta , messo in evidenza dall'acido acetico in fase di colposcopia, dello sbocco ispessito. Il thin prep recita: negativo per malignita'. Il quadro citologico mostra cellule squamose, sheets di endocervicali e granulocidi neurofili.
CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE: Presenza di rare cellule squamose di significato indeterminato ( ASC-US). Coesistono alterazioni reattive -riparative associate a flogosi lieve.
PRIMA DOMANDA: Se neppure il patologo ha saputo definire la natura delle cellule rare anomale come si puo' escludere la malignita'? o si puo'?
BIOPSIA: Descrizione macroscopica: Un frammento biancastro in toto.
DESCRIZIONE MICROSCOPICA: Il quadro microscopico mostra frammento di mucosa eso-endocervicale con modificazioni citopatiche HPV correlate e focale displasia di grado lieve (CIN 1) della linea epiteliale squamosa. Coesistono aspetti come da cervicite cronica.
Con la semplicita' che sempre la distingue mi potrebbe spiegare con parole semplici il risultato?
La ginecologa mi ha riferito che la lsione l'ha asportata tutta e basterebbe una vaporizzazione ma da quest'ultima non si potrebbe poi analizzare piu' nulla di cio' che e' stato bruciato. Allora mi ha prenotato una LEEP dove mi ha spiegato , tagliera' in tondo la parte comprendente dove ha trovato la CIN1 , lei mi ha consigliato questo intervento perche' dice che essendo un soggetto ansioso ho bisogno di certezze ma io mi sto preoccupando del fatto che si possa trovare piu' internamente una lesione e magari anche peggiore di una CIN1. Poi un'altra mia prerplessita' e': tutti trovano la lesione intorno all'OUE come mai a me e' stata trovato lo sbocco ghiandolare come lesione che distanzia dall'OUE ? Indica qualcosa in particolare avendola trovata li? E' meglio , peggio o uguale? o significa che all'interno della ghiandola c'e' dell'altro? Mi scusi Dottore sono MOLTO confusa e IMPAURITA a volte penso di farla finita e' un anno che combatto e non so se ne usciro' fuori! Comunque ora ho il ciclo mestruale per questo non so se la leep la faranno venerdi o lunedi al massimo. Pensa che con la LEEP finalmente sapro' tutto? E' un intervento adatto alla mia situazione? Cosa devo aspettarmi? Ma anche durante l'intervento si puo' vedere ad occhio nudo se c'e' un tessuto anomalo o bisogna aspettare la biopsia? Io non ho parole per ringraziarla, Lei sta seguendo passo passo tutto il mio calvario, La prego mi delucidi. Cordiali saluti.

[#23]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Voglio tranquillizzarla dicendole che se fosse stata mia paziente , dopo l'esito della biopsia, le avrei consigliato di ripetere a 6 mesi PAPtest e Colposcopia.
Il quadro L-SIL é sinonimo di infezione da HPV , cioé di una infezione virale che con il suo sistema immunitario può debellare.
In questi casi se si attende non accade nulla di grave, per una eventuale evoluzione neoplastica devono trascorrere almeno 10 anni .
Queste sono indicazioni delle linee guida internazionali, mi sembra esagerata una LEEP.
Questa è la mia opinione.
Salutoni
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#24] dopo  
Utente 340XXX

La ringrazio come sempre e' molto gentile, e Le vorrei farle una domanda che mi tormenta : La lesione Lsil Cin 1 trovatami NON e' all' Oue ( come in genere capita) ma distanziata da esso verso la parte della parete vaginale (diciamo a meta' strada dall'OUE alla parete vaginale) e Perche' invece di essere una lesione normale e' stato stesso lo sbocco ghiandolare ad essere ispessito da cui e' risultata la lesione? questo non riesco a capire! Significa che c'e' un problema nella ghiandola all'interno per questo si e' ispessito lo sbocco? La ringrazio infinitamente.

[#25]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Chiedo scusa ma la domanda non mi è chiara.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#26] dopo  
Utente 340XXX

Ha ragione, cerco di essere piu' chiara, la lesione non mi e' stata trovata nella zona di trasformazione della giunzione squamo-colonnare ( che spesso si trova alla maggior parte della gente) ma sul collo dell'utero a meta' strada tra l'OUE e la parete vaginale e questa lesione cin1 nella colposcopia era stato captato dall'acido acetico e risultava essere uno SBOCCO GHIANDOLARE ISPESSITO. La domanda e' : se la lesione viene trovata proprio dallo sbocco ghiandolare ispessito puo' significare che la lesione proviene all'interno della ghiandola? La ringrazio infinitamente

[#27] dopo  
Utente 340XXX

Gentilissimo Dottore, a distanza di un anno le comunico l'evoluzione della mia storia clinica. Dopo una leep per una C1 dovuta a hpv ceppo 59 fatta ad ottobre scorso (2014) dopo sei mesi (marzo 2015) pap test completamente negativo. Settembre 2015 colposcopia negativa, hpv negativa per genotipi ad alto rischio ma il pap test recita: Negativo per malignita`. Il quadro citologico mostra cellule squamose, sheets di endocervicali, metaplastiche e granulociti neutrofili. Conclusione Diagnostiche: Presenza di alterazioni reattive riparative associate a flogosi lieve. Siccome nel pap test di marzo la dicitura era uguale ma senza la parola "metaplastiche" vorrei chiederle: Questo termine è indice che mi ritornerà l'hpv? É correlato? E se non lo é cosa significa? Spero nella sua enorme umanità e preparazione e spero mi risponda al più presto. Cordiali saluti.