Utente 394XXX
Gentile dottoressa, espongo brevemente il mio dubbio.
Io e la mia ragazza abbiamo avuto più volte, nell'ultimo mese (anche mese e mezzo), rapporti sessuali praticando il coito interrotto.
Ora, prescindendo dalla discutibile efficacia contraccettiva del metodo (imprudenza, lo so), e che MAI è successo (su questo posso essere sicuro) di avere eiaculato in vagina, volevo chiedere: la mia ragazza ha più di 15 giorni di ritardo delle mestruazioni. In considerazione del ritardo, per sicurezza ha eseguito il test di gravidanza TRE VOLTE: tutte e tre le volte è risultato NEGATIVO. La prima volta è stato a circa due tre giorni dalla data di presunto arrivo; la seconda circa 5 giorni dopo la data in cui ci si attendeva l'arrivo, e la terza oggi (a più di quindici giorni di ritardo). In tutte e tre le occasioni, il test è risultato - come dicevo - NEGATIVO.
Faccio presente anche che la mia ragazza in passato, causa problemi fisici seri, ha avuto per lungo tempo amenorrea (alcuni anni), e solo da circa due o tre anni sono riprese le mestruazioni, pur continuando ancora ad avere molte irregolarità (le è già capitato per dire di avere dei "salti" di ciclo di un mese); oltre a ciò, lei fa adesso anche molta palestra (quasi ogni giorno: ho letto che l'eccesso di attività fisica può condizionare il ciclo, causando amenorrea).
Detto questo, posso stare tranquillo sugli esiti dei test svolti? O mi consiglia di eseguire analisi più specifiche?
Ringrazio anticipatamente della cortese risposta.
Un caro saluto.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi fa piacere della presa di coscienza sulla pericolosità contraccettiva del coito interrotto legata alla possibilità della presenza di spermatozoi nella goccia pre eiaculatoria.
Lo stress psico-fisico può portare a periodi di amenorrea per variazioni della prolattinemia, dalla condizioni di anemizzazione, da variazioni dell'alimentazione, quindi ci sono numerosi fattori da prendere in considerazione.
Un altro test è comunque utile.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 394XXX

Gentile dottore, grazie della risposta.
Un ultimo chiarimento (spero): ho dimenticato di menzionare un dato (forse) rilevante, e cioè che la mia ragazza ha avuto circa dieci giorni fa (quando già era a qualche giorno di ritardo), e due giorni fa delle perdite dovute alle macchie.
Sempre in base a quello che ho letto, sono perdite che si verificano prima dell'arrivo delle mestruazioni.
Lei che ne pensa?
Grazie ancora.
Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Allora attendete , e successivamente eventualmente un test di gravidanza.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI