Utente 395XXX
Buonasera dott./ dott.ssa, Le scrivo per smorzare l ansia in previsione di una visita dal ginecologo.
Premetto di essere abbastanza in sovrappeso, e di avere ciclo irregolare (in genere si manifesta con una settimana di ritardo ad ogni comparsa, su 28 giorni).
Premetto anche che in passato mi è capitato a volte di non avere il ciclo, anche per un paio di mesi; e di soffrire di ovaio micropolicistico.
Ora, ad Agosto ho avuto rapporti, rigorosamente protetti. Ipotizzando per assurdo di non essermi accorta che uno dei profilattici fosse danneggiato (ma sono abbastanza sicura di aver prestato la dovuta attenzione) il mio partner ha avuto sempre premura di non eiaculare (neanche indossando il preservativo) durante il rapporto.

Detto ciò, consideri che venti giorni dopo l'ultimo rapporto ho avuto regolare ciclo (il 29 di agosto, il mese prima avevo avuto il ciclo verso il 27 di luglio).
Da allora nulla.
A fine settembre un giorno di macchie di sangue sullo slip, abbastanza visibili.
E a metà ottobre macchie impercettibili di sangue (riscontrate sulla carta) per qualche giorno.

Ho prenotato una visita ma nell' attesa sono un po' agitata. Magari più per ingenuità.
Anche perché ho esperito già assenza di ciclo, ma mai macchie.
A cosa può essere dovuto?
Cosa potrei fare nel frattempo?
E, conferma delle conferme, posso escludere una gravidanza (è una fissazione ingenua e poco razionale, lo so)?

Ringrazio della disponibilità.

[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Da quello che descrive, non dovrebbero essersi realizzate delle condizioni di rischio, ma per poter escludere con certezza una gravidanza, è necessario fare un test, la beta HCG plasmatica.

Ha fatto bene a prenotare una visita ginecologica, importante e fondamentale per stabilire la causa esatta di queste perdite (spotting) e dei cicli irregolari.

Il sovrappeso è uno dei fattori che può influenzare tanto l'andamento del ciclo mestruale, per cui un regime di alimentazione corretta associato ad una regolare attività fisica potrà aiutarla.

Nell'attesa che la separa da questa necessaria visita ginecologica, intanto cominci anche a fare più movimento e a stare più attenta a quello che mangia, e legga a scopo informativo questi articoli:

- https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1266-ciclo-mestruale-irregolare-rivolgersi-ginecologo.html

- https://www.medicitalia.it/blog/ginecologia-e-ostetricia/2832-stress-ciclo-mestruale-sonno-alimentazione-stile-vita.html

- https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/451-ciclo-mestruale-alimentazione-amenorrea-dieta-sindrome-ovaio.html

Un caro saluto.

Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org