Utente 395XXX
Salve dottori, vorrei chiedere un consiglio per placare la mia paura. Ho scoperto da poco di essere in attesa, sono all'incirca 4-5 settimane. Fine il 30 luglio ho assunto isotretinoina (isoriac) 30 mg al giorno per 3 mesi, quindi maggio-giugno-luglio. Io peso 55 kg ed è la mia seconda gravidanza. Posso stare tranquilla? Potevo tranquillamente iniziare una gravidanza senza pericolo?
La mia preoccupazione più grande è che ho minacce d'aborto che ho avuto quasi tutto il mese passando da perdite marroni a rosse. Possono essere collegate le due cose isoriac e minacce d'aborto? Posso essere sicura che isotretinoina era fuori dal mio organismo? Posso fare qualche esame specifico? Per essere anch'io più tranquilla. Mi scuso delle tante domande ma sono preoccupatissima. Spero in vostre risposte al piu presto. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dopo quasi tre mesi non c'è più traccia del farmaco nel suo circolo sanguigno.
Per questo motivo non addebiterei la minaccia d'aborto all'uso del farmaco.
Non penso ci siano laboratori in grado di dosare i livelli di isotretinoina nel sangue, perché questo è l'unico modo per accertarsi della sua presenza.
Tranquilla e in bocca al lupo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Grazie mille dottore proprio oggi ho avuto una visita con il ginecologo, e mi è stato detto che non sono minacce d'aborto. Ho un polipetto al collo dell'utero ed è quello che mi da queste macchie di sangue. Perché poi sanguina?
Ha detto anche che dovrò toglierlo, e che sarà fatto a gennaio . Non ho nessun rischio con la gravidanza?
Inoltre si sentiva il battito, sono di 6 settimane. È sicuro che non ci sono più tracce nel mio organismo di isotretinoina? Non so perché non riesco ad essere positiva e serena. La paura mi affligge. Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessuno mai le potrà dare assolute certezze !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 395XXX

Mi scusi dottore, su cosa? Su cosa sulle conseguenze del farmaco dopo quasi tre mesi? Oppure sul rischio "dell'intervento" del polipetto?
Cordialità

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sull'assunzione del farmaco.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI