Utente 237XXX
Buonasera,
ho partorito a dicembre con parto naturale. Ho allattato per 4 mesi e mezzo in modo esclusivo, e fino al sesto mese con aggiunta occasionale la sera. Durante la notte ho allattato solamente il primo mese e mezzo, dopo la bimba ha cominciato a dormire almeno 7 ore.
dal sesto mese ho cominciato con lo svezzamento e ho ridotto gradualmente le poppate fino ad interromperle circa 20 giorni fa.
Non ho ancora avuto il capoparto. Prima della gravidanza, all'età di 18 anni mi era stato diagnosticato l'ovario micropolicistico, senza cisti, e ho assunto per molti anni la pillola contraccettiva. Sospesa la pillola ho avuto cicli molto irregolari per 5 mesi, ma appena intenzionati ad avere un bimbo sono rimasta incinta subito.
Abbiamo sempre usato contraccettivi, nonostante questo a marzo avendo avuto un dubbio ho fatto un test di gravidanza risultato negativo.
Entro quando dovrei avere il capoparto e dopo quanto devo preoccuparmi? può influire l'ovaio micropolicistico?
Ringrazio chi vorrà rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con la sospensione dell'allattamento , persiste un livello alto di prolattinemia , che in alcune donne può portare ad una persistenza dell'amenorrea (assenza della mestruazione ) .
In questi casi alla sospensione dell'allattamento è sempre bene somministrare cabergolina per abbassare i livelli alti di prolattina e far tornare i flussi mestruali regolari.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 237XXX

Grazie dottore per la risposta celere. Le porgo solo un ultima domanda: di norma senza l'assunzione di farmaci entro quanto dovrebbe tornare il ciclo una volta sospeso l'allattamento?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non esiste una regola fissa dipende dai livelli di prolattinemia.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI