Utente
Buongiorno sono una ragazza di 31 anni, in buona salute e faccio attività fisica almeno 2 volte a settimana. Mio marito ha 33 anni, in buona salute e fisicamente attivo ugualmente.
Facciamo entrambi un lavoro fisicamente e mentalmente stressante con cambi di orari continui (sono assistente di volo io da 6 anni e lui da9) con ritmi serrati e a volte poche ore di sonno all’attivo.
A maggio 2017 sono rimasta incinta per la prima volta, ho effettuato un scan intorno alla 4/5 settimana che ha confermato, ma la ginecologa mi disse subito che l’hcg era molto basso e dopo 2 giorni dall’aver saputo di essere incinta ho avuto un aborto spontaneo.
Ho avuto crampi il primo giorno poi è andato scemando con un ciclo normale.
Questo fine novembre ho scoperto di essere incinta ancora ma purtroppo ho continuato a volare nel frattempo (cosa di cui mi pento molto ora).
Dopo una settimana ho effettuato una visita che confermó la gravidanza e la ginecologa mi disse che secondo i calcoli avrei dovuto essere alle 6 settimana ma ancora l’hcg risultava da 4/5 settimana. Dopo circa 3 giorni dallo scan ho avuto per un paio di giorni perdite marroncine e poi seguite da perdite normali da ciclo per 8 giorni con grumi di sangue inspessiti (fortissimi crampi per 3 giorni).
La ginecologa mi ha detto di nn effettuare nessun esame, di lasciar passare magari un ciclo e quando preferiamo possiamo ritentare, magari al prossimo tentativo possiamo fare una terapia ormonica appena sapremo del concepimento.
Tra le due gravidanze avevo smesso l’acido folico.
Sono al corrente di avere un utero retroverso da molto tempo, ho eseguito Pap test a maggio ed era tutto negativo.
Non ho mai avuto problemi a parte cistiti.
Finora le gravidanze sono entrambe capitate, non cercate, però ora ci piacerebbe cercarla subito, ci sentiamo pronti e l’idea ci elettrizza.
Allo stesso tempo sono preoccupata, sono sicura che il mio lavoro purtroppo condizioni mentalmente e molto probabilmente anche fisicamente la gravidanza.
Ora continuerò a prendere acido folico e hanno consigliato a mio marito vitamina c, per la qualità degli spermatozoi.
Potete consigliarmi qualche esame da fare, qualche preucazione?
Nel frattempo vi auguro una buona giornata!
Grazie mille per chiunque abbia tempo per una risposta. .

[#1]  
Attivo dal 2016 al 2018
Salve, Il fatto che ci siano stati due aborti consecutivi, nelle prime settimane, ci induce a pensare che più che una coincidenza, ci possa essere una "causa" alla base di tutto ciò.
Diciamo subito che lo stress, i cambi di orari continui, il tipo di particolare di lavoro etc, non sono la "causa" ma semmai un possibile aggravante.
L'utero retroverso non è causa di abortività ripetuta.
Il fatto di essere in buona salute e fisicamente attivi, non garantisce che possano essere presenti eventuali "cause", "invisibili" di abortività che però non alterano lo stato di salute generale.
A questo punto avete due possiblità:
Tentare di nuovo un altra gravidanza e poi eventualmente in caso di ulteriore aborto, eseguire tutti gli esami necessari. Oppure potete scegliere di iniziare subito a fare qualche esame utile, per poter individuare, subito, almeno una "causa" tra le più frequenti.
Quindi se siete d'accordo potreste eseguire un ecografia endovaginale 3D al fine di individuare possibili malformazioni congenite o presenza, nella cavità uterina, di ostacoli quali polipi o miomi, nonchè presenza di endometriosi. Altro esame che raccomando è il dosaggio di anticorpi anti nucleo, antitireopersossidasi, antitireoglobulina., un tampone vaginale per germi comuni compreso lo streptococco, ed un tampone cervicale per chlamydia e mycoplasmi, infine la mappa cromosomica, tenendo presente che solo quest'ultimo esame andrà eseguito anche dal compagno maschile.
Con questi esami, semplici e non invasivi, potrete capire subito, evitando ulteriori aborti, se effettivamente c'è una "causa" alla base di questi due aborti consecutivi, ed eventualmente porvi rimedio.
Vi ringrazio per l'attenzione.

[#2] dopo  
Utente
Buona sera,
Colgo l’occasione per augurarle buon anno!
Come ci aveva suggerito abbiamo effettuato degli accertamenti e degli esami, partendo dagli esami del sangue:
-Anti ana, tpo, nucleo, tyreglobuline tutti nella norma;
-Tampone vaginale e cervicale con ecografia non hanno rivelato nulla, tutto nella norma, la ginecologa mi ha consigliato ulteriori esami di cui:
-rubella virus, cmv, hsv 1 lgg tutti positivi e igm tutti negativi, toxoplasmosi e hsv2 igg e igm negativi;
Abbiamo proceduto con l’effettuare il cariotipo, mio marito è risultato nella norma con 46XY, il mio nella norma con 46XX (unica specifica del dottore ho un naturale poliformismo con allungamento dell’arto del cromosoma 16qh+);
Mio marito ha anche effettuato il controllo dello sperma e tutti valori erano nella norma, gli unici due che sfalzavano Leggermente erano il movimento progressivo 0.25 e avrebbe dovuto essere maggiore di 0.32 e la vitalità 0.40 dovrebbe essere maggiore di 0.52, ma l’urologa ha specificato che una mancanza di sonno o un minimo stress potrebbe avere influito dato dal fatto che tutti gli altri sono nella norma.
La ginecologa mi ha consigliato la prossima volta che rimarrò incinta di aumentare il dosaggio di acido folico a 5 mg invece di 4mg e di procedere subito con il progesterone.
Se ha qualche altro consiglio o suggerimento sono ben accetti!
Grazie mille e buona serata!

[#3]  
Attivo dal 2016 al 2018
Concordo perfettamente con i consigli della sua ginecologa e le auguro di ottenere presto ciò che desidera