Utente 480XXX
Gentilissimi dottori.
Avrei delle domande da porvi. Ho cercato un po' in altri post, ma non ho trovato delle risposte esaustive alle mie domande. Spero che possiate fugare i miei dubbi.
Sono una ragazza di 25 anni e a novembre ho fatto per la prima volta un pap test. Dopo qualche mese ho ricevuto il seguente esito "positivo LSIL o CIN1", per cui sono subito andata a fare una colposcopia (esito: Anormale - G2 - GSC visibile), una biopsia e l'hpv DNA test (aspetto gli esiti di entrambi). Non sono presenti condilomi.
Ho iniziato una relazione con un ragazzo dopo aver scoperto di avere il papilloma virus, quindi i rapporti sono sempre protetti, ma la paura di trasmettergli il virus è sempre presente e non riesco a vivere la relazione con serenità.
Le mie domande sono:
1) vi è un alto rischio di contagio anche se utilizziamo il profilattico?
2) nel momento in cui sarò guarita, il virus rimarrà comunque in corpo a vita o andrà via?
3) rimarrò infettiva a vita o dopo la guarigione non ci sarà più il rischio di contagiare il partner?
4) il virus può essere trasmesso anche attraverso rapporti orali? E quali sono i rischi per l'uomo in questo caso?
Vi ringrazio per l'attenzione, spero di non essermi dilungata troppo.
Attendo risposte.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1 il preservativo protegge dalla infezione da HPV vaginale e cervicale, ma con il contatto cute-cute tra i due partners non si impedisce la trasmissione degli HPV (6- e 11) dei CONDILOMI.
2 , la persistenza del virus in vagina è contemplata (portatrice sana) ma non si verifica con molta frequenza.
Se non sono presenti formazioni floride come i condilomi è difficile la trasmissione attraverso i rapporti orali.
Avrò l 'HPV PER SEMPRE?
assolutamente no! Nella maggior parte dei casi , circa l'80%, l'infezione guarisce spontaneamente.Anche se non si hanno ancora notizie precise, pare tuttavia che l'immunità sistemica e quella locale , svolga un importante ruolo nella guarigione spontanea delle lesioni. Si parla in questo caso di INFEZIONI TRANSITORIE , che abitualmente nessuna malattia , nè lesioni condilomatose nè il cancro del collo dell'utero.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 480XXX

La ringrazio prof.re, adesso mi sento più tranquilla.
Cordiali Saluti