Utente
Gentili dottori:
Sono alla 14esima settimana di una gravidanza gemellare monocoriale biamniotica. Fino poco fa non ho avuto grossi problemi. Il 5 di questo mese ho fatto là villocentesi, l’8 (nonostante fossi stata sempre praticamente a letto in quanto avvertivo dolori simil-mestruali) è partita un’emorraggia di sangue rosso vivo. Al pronto soccorso mi hanno fatto un’ecografia e siccome non si vedeva nessun distacco hanno ipotizzato che potesse essere stato proprio il prelievo. Dopo un pomeriggio in osservazione visto che le perdite erano in diminuzione, mi hanno dimesso, dicendomi di stare a riposo, tornare se ripartisse l’emorragia di sangue vivo ma di non preoccuparmi se le perdite si scuriscono. Per fortuna è successo così. Sono diventate marroni. Ma a distanza di 15 giorni, nonostante stia osservando riposo, ci sono ancora. È normale questo decorso? C’è qualcosa che io possa fare oltre a stare a riposo e prendere ovuli di progesterone? E, secondo voi, la situazione di rischio dopo questo episodio e quindi il riposo quando può durare?
Spero di avere presto una vostra risposta!
Buona serata.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La presenza di perdite vaginali scure tipo "posa di caffè " è segno si sangue coagulato , che aderisce alle pareti vaginali e fuoriesce lentamente , quindi non si tratta di sangue rosso vivo che significa "perdita ematica in atto in quel momento ".
Continui tranquillamente il trattamento che le hanno prescritto senza problemi !
In bocca al lupo !
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott Blasi, grazie mille per la risposta. Non conosco nessuno ne ho trovato nessuna testimonianza online di persone che hanno avuto problemi simili per dopo villocentesi quindi nonostante al pronto soccorso mi avessero detto che era tutto ok un po’ di ansia. Si le perdite ora sono color caffè e non sono abbondanti. La cosa che resta strana è che due settimane fa durante l’ecografia non si è visto nulla di significante eppure se, oltre alle consistenti perdite di sangue vivo di quel gioco, dopo tutto questo tempo ancora esce “sangue vecchio”, vuol dire che qualcosa deve proprio essere successo. Comunque anche secondo lei il pericolo è scampato? Cercherò di tranquillizzarmi...

[#3] dopo  
Utente
Buon giorno dott Blasi (o chi vorrà rispondere). Venerdì ho fatto il controllo che già avevo programmato in ospedale. Hanno trovato un distacco “corion deciduale” di 3.8 x 3.5 x 0,87 cm. A me sembra impossibile che sia una cosa “nuova” visto che le perdite rosse risalgono a più di 2 settimane fa e due giorni dopo là villo ed ora sono marroni quindi penso che al pronto soccorso non lo abbiano visto perché avevano un ecografo diverso. Lei cosa ne pensa? Possibile che sia sfuggito a chi mi ha visitato due settimane fa? Cosa vuol dire “corion deciduale”? È un distacco di placenta o qualcosa di diverso? Ho chiesto se era da considerarsi grande o piccolo e mi è stato risposto “medio”... la terapia comunque resta la stessa. Riposo ed ovuli di progesterone. Non mi hanno però dato informazioni sulla prognosi. Secondo lei questo tipo di distacchi sono rischiosi o normalmente si risolvono? E in genere in quanto tempo? Grazie ancora per l’attenzione e un saluto.