Cervice uterina chiarimenti

salve io 31 AA e mia moglie 29 AA stiamo cercando di avere un figlio da 1 anno. . . Esami tutto ok sia io che lei.. . Chiedo un chiarimento sulla cervice uterina e penetrazione: inserendo il dito circa 1 cm sento subito la bocca della cervice, se vado attorno alla cervice mi accorgo che c e una distanza tra cervice e fondo vaginale di circa 2 cm più o meno. . . Allora chiedo durante la penetrazione il pene sposta l'utero verso l alto o c e il rischio che io eiaculi non nel buco della cervice ma da tutta altra parte e questo fa sì che gli spermatozoi non arrivino nemmeno per sogno all entrata dell utero e quindi nnt fecondazione?! Altra domanda: da quando ci proviamo lei ha quasi sempre avuto ritardi di 15 giorni e test di gravidanza negativi, perché? Grazie anticipatamente. . .
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 39,9k 1,2k 246
Chiariamo subito un aspetto: lo sperma eiaculato durante il rapporto non deve necessariamente essere "mirato" all'orifizio uterino esterno della cervice , per far sì che risalga nel canale cervicale , ma è sufficiente che venga depositato sul collo uterino ,, gli spermatozoi spontaneamente migreranno verso la cavità uterina e successivamente verso le tube per incontrare l'ovocita dopo l'ovulazione.
La fecondazione avviene nella parte intermedia della tuba.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dr Blasi per la risposta , mi ha davvero tranquillizzato... Per quanto riguarda la seconda domanda cosa ne pensa?

Mi è venuta in mente anche un altra cosa
Ho notato che negli ultimi 2 anni (sto con mia moglie da 12) le sue parti intime sono meno lubrificate ( scusate l espressione ) rispetto agli anni in cui eravamo fidanzati .... Se le pratico la masturbazione o il sesso orale durante i preliminari lei si sente infastidita (prima era diversa o c e un problema o il matrimonio l ha cambiata ) ma ci fosse stato un problema , la ginecologa se ne sarebbe accorta?
Grazie
[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 39,9k 1,2k 246
Questi sono aspetti che vanno valutati con un esame clinico , per escludere possibili cause di varia natura.

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio