Utente 104XXX
Caro Dottore
Le vorrei porle alcune domande sui computers per la pianificazione delle nascite, non essendo pienamente soddisfatto dalle risposte trovate in questo sito.
Navigando è possibile informarsi su macchine di varie tipologie, che funzionano sia con metodi sintotermici sia attraverso l'analisi ormonale.
• Quali sono le differenze tra questi due metodi?
• Sono davvero così efficaci come le case produttrici pubblicizzano (Ladycomp 99.3% ; Persona 94%)? Anche con una ragazza poco più che ventenne?
• Se sono validi, perché sono poco utilizzati rispetto ad altri metodi contraccettivi?
• Oltre a quelli citati ve ne sono molti meno conosciuti che non danno nessuna informazione circa l’indice Pearl, sono da considerarsi validi?
• è possibile aumentarne l'efficacia utilizzandone più di uno allo stesso tempo?
• Quali sono gli svantaggi di questi metodi?
• Quale la sua opinione e consiglio conclusivo (siamo una coppia di ventiquattrenni, l'utilizzo di tali computers avverrebbe comunque all'interno di un rapporto stabile)?

La ringrazio cordialmente

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Ho recentemente analizzato i dati per una relazione ad un congresso, e i dati di letteratura sui computers non sono recenti e sono meno favorevoli di quelli dichiarati dai produttori.

Copio-incollo i lavori di letteratura:

ladycomp/babycomp:

1: Adv Contracept. 1998 Jun;14(2):97-108.Links
Retrospective clinical trial of contraceptive effectiveness of the electronic fertility indicator Ladycomp/Babycomp.Freundl G, Frank-Herrmann P, Godehardt E, Klemm R, Bachhofer M.
Frauenklinik Staedt. Krankenhaus Düsseldorf-Benrath, Teaching Hospital of the H.H. University of Düsseldorf, Germany.

The Babycomp/Ladycomp (Valley Electronics Ltd., Eschenlohe, Germany) is an electronic device that combines the temperature method and calendar method for planning and preventing pregnancy by identifying the fertile and infertile phases of the menstrual cycle. In a retrospective clinical trial, the system was tested as a contraceptive aid. A total of 648 women from Germany and Switzerland have participated: 597 women with 10,275 months of use used the device for contraception. Thirty-three unplanned pregnancies were identified, giving a total pregnancy rate of 3.8 use effectiveness according to the Pearl Index. Six method-related pregnancies occurred, producing a method Pearl Index of 0.7. Calculating the cumulative pregnancy rates by life-table analysis, it was found that, after about one year of exposure, the probability of an unintended pregnancy was 5.3% (0.053), after 2 years it was 6.8% (0.068) and after about 3 years of exposure it was 8.2% (0.082). The mean length of the identified fertile period was 14.3 days with a standard deviation of 4.6 days in all cycles reported. The acceptance of the device by the woman and her partner was good. In fact, 21 of the 33 women who became pregnant would still recommend the device for further use (63.6%).



CONCLUSIONI: tasso cumulativo di gravidanze per uso tipico: 5% a un anno, 7% a due anni, 8% a 3 anni

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

persona:

1: Br J Fam Plann. 1999 Jan;24(4):128-34.Links

Comment in:
Br J Fam Plann. 2000 Jul;26(3):178-9.
Personal hormone monitoring for contraception.Bonnar J, Flynn A, Freundl G, Kirkman R, Royston R, Snowden R.
Trinity College Department of Obstetrics and Gynaecology, Coombe Women's Hospital and St James's Hospital, Dublin 8, Ireland.

OBJECTIVE: To determine the effectiveness and acceptability of personal hormone monitoring for contraception. DESIGN: A large prospective study was carried out on personal hormone monitoring for contraception when used with abstinence during the identified fertile days. SETTING: Three country study under the auspices of the departments of Obstetrics and Gynaecology of the Universities of Birmingham, Dublin and Dusseldorf SUBJECTS: Seven hundred and ten women, median age 30, were recruited from the general population. They were required to have regular menstrual cycles (23-35 days) and to be delaying their next pregnancy. INTERVENTIONS: Personal hormone monitoring consists of a hand held monitor and disposable test sticks which measure changes in urinary concentrations of oestrone-3-glucuronide and luteinising hormone. An algorithm estimated the fertile days which were displayed by a red light. OUTCOME MEASURES AND RESULTS: One hundred and sixty two pregnancies occurred in 7209 cycles of use, of which 67 were method related pregnancies. The 13 cycle life-table method pregnancy rate (95 per cent CI) was 12. 1 per cent (9.3-14.8). The system allowed analysis of the effect of changes to the algorithm to modify the defined fertile period. As a result the algorithm was changed to increase the median warning of the luteinising hormone surge to six days. With the revised algorithm, half of the method pregnancies would have been prevented giving a calculated method pregnancy rate of 6.2 per cent (4.2-8.3) and method efficacy of 93.8 per cent. The continuation rate after 13 cycles was 78 per cent. CONCLUSION: Personal hormone monitoring proved simple to use and will be of value to women who do not want to use other methods of contraception.

1: Br J Fam Plann. 1999 Jul;25(2):34-5.Links

Comment in:
Br J Fam Plann. 2000 Jul;26(3):178-9.
Contraceptive efficacy of the personal hormone monitoring system Persona.Trussell J.
Woodrow Wilson School of Public and International Affairs and Office of Population Research, Princeton University, 21 Prospect Avenue, Princeton NJ 08544, USA.

PIP: This is a commentary on the contraceptive effectiveness of the personal hormone-monitoring system Persona; it points out the various errors committed in computing method pregnancy rates. The modifications presented by Bonnar et al. on the incorrect procedure for computing method pregnancy rates are criticized as erroneous because the denominator includes cycles in which there is no risk of a method pregnancy according to the authors' algorithm for classifying pregnancy in an imperfect-use cycle. It is also claimed that the new exercise is a more complicated and less accurate way of computing for pregnancy rates by comparison with the simpler alternative. Since this new algorithm, used in the Persona system, is based on flawed logic, the annual risk of pregnancy is actually higher than the estimated 6% among women using Persona and having intercourse in each cycle except on red days.



CONCLUSIONI:
il tasso di fallimenti riportati dal produttore sono del 6% annuo, ma alcuni autori ritengono possano essere in modo più veritiero considerati intorno al 10%



^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^


In definitiva, deve valutare quale è il metodo con il migliore rapporto rischi/benefici. E' chiaro se per lei è prioritaria una protezione contraccettiva pressochè assoluta, tali metodi sono da sconsigliare.
Consideri poi che molte coppie usano il coito interrotto con ottimi risultati, ma non è anche questo certo un metodo di cui promuovere l'utilizzo: il tasso di gravidanze per uso ideale è del 2%, ma con l'uso reale può arrivare al 20% annuo.

E' importante considerare anche la frequenza dei rapporti e l'età della donna, che condizionano il rischio di gravidanza in genere.
Inoltre, se la coppia è di recente formazione, il metodo "principe" resta il preservativo per la capacità di barriera nei confronti di malattie a trasmissione sessuale.



Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente 104XXX

La ringrazio cordialmente. Purtroppo una possibilità su 10 (sarebbe a dire una media di un bambino ogni 10 anni o un rischio di gravidanza del 10% ad ogni rapporto?) di avere una gravidanza indesiderata, in questo momento, è troppo alta per noi. non abbiamo bisogno del profilattico (stiamo per sposarci) ma credo che la pillola ormonale sia l'unica risposta valida per ora, anche se ha dato molti problemi in passato.

un'ultima domanda: rapporti frequentissimi (giornalieri o plurigiornalieri) aumentano o diminuiscono il rischio di gravidanza?

Saluti e grazie ancora per la disponibilità

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Le probabilità sono riferite ad un anno di uso, cioè di 100 donne che usano il metodo, alla fine dell'anno circa 10 sono in gravidanza, le altre 90 no.

Con rapporti liberi di 100 donne ne saranno incinte circa 90, e solo il 10% delle coppie saranno senza figli.

Rapporti multipli aumentano il rischio di gravidanza.
I metodi più sicuri sono pillola e spirale, non controindicata nella nullipara in coppia stabile secondo le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#4] dopo  
Utente 104XXX

La ringrazio dell'aiuto