Pausa dalla pillola

Salve, prendo la pillola Sibilla da 3 anni.
Parlando con alcune compagne di università mi hanno detto che i loro ginecologi le dicono di smette per un po' la pillola ogni tot per non far abituare il corpo.
Il mio ginecologo del consultorio non mi ha mai parlato di una pausa.
Quello che mi chiedo è se è necessario farla oppure no?
Forse ci sono diverse scuole di pensiero, ma vorrei informarmi meglio e sarei felice se potreste togliermi questo dubbio.
Vi ringrazio.
[#1]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 905 36 125
Gent. Sig., la ringrazio di aver posto questa domanda, perchè la risposta può interessare ad un'ampia schiera di pazienti. E' esperienza comune sentire domande del genere nella pratica clinica ambulatoriale. Non esiste nessun fondamento scientifico che consigli di interrompere periodicamente la pillola contraccettiva, a meno che non si desideri una gravidanza, anzi , l'interruzione può essere addirittura nociva. Tale pratica aumenta infatti il tasso di gravidanze indesiderate ed il ricorso alla IVG, inoltre i parametri della coagulazione del sangue in fase iniziale di utilizzo possono subire momentanee alterazioni che poi scompaiono già dopo il primo mese di assunzione. Entrambi questi fenomeni sconsigliano di sospendere frequentemente la pillola senza una reale motivazione. Meglio sarebbe controllare periodicamente la pressione arteriosa, specialmente dopo i 35 anni di età, semplice pratica effettuabile anche al proprio domicilio, che le pazienti spesso sottovalutano. Cordiali saluti.

Dr. Lucia Vecoli

Gli anticoncezionali: metodi ormonali, di barriera o intrauterini, come scegliere il contraccettivo giusto? Quando ricorrere alla contraccezione d'emergenza?

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test