Isteroscopia operativa dopo il cesareo

Salve, vorrei sapere se è necessario effettuare una isteroscopia operativa nella mia condizione.
Mi si programma un cesareo elettivo per placenta previa centrale a 37 settimane e il 27 gennaio 2020, come da programma, nasce la mia bambina.
La placenta in parte viene raschiata durante il cesareo, in parte resta nell'utero.
Oggi, passati 37 giorni ho scarsi sanguinamenti e un residuo di 46x27 mm di placenta ancora irrorata.
Il chirurgo che mi ha operata dice che con il ridimensionamento dell'utero la placenta potrebbe essere espulsa causandomi una emorragia.
Per questo vuole effettuare una isteroscopia operativa tra 10 giorni.
Vorrei avere qualche altro parere in merito.
[#1]
Prof. Simone Ferrero Ginecologo 1,3k 57
Il quadro clinico è abbastanza complicato e non facile da discutere in questa sede. E' possibile eseguire l'isteroscopia per cercare di rimuovere il tessuto placentare. Un problema frequente è che nel corso dell'isteroscopia ci può essere un sanguinamento importante che può determinare l'interruzione della procedura e pertanto solo un'asportazione parziale del tessuto placentare.

Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it

[#2]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,3k 1,2k 248
L'accesso isteroscopico ,in un utero che ha subito da poco un taglio cesareo , potrebbe essere indaginoso e "pericoloso " .
Ci sono alternative all'uso della isteroscopia. in puerperio .
SALUTONI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#3]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio gli specialisti che hanno risposto e vi aggiorno.
1. A causa della situazione coronavirus anche il mio intervento è stato rinviato a data imprecisata. Dai vostri commenti mi sembra che sia bene attendere ancora.
2. Ho effettuato la settimana scorsa una risonanza magnetica, da cui risulta che la placenta ritenuta infiltra il miometrio.
3. Da questa notte ho perdite di materiale che non avevo dai primissimi giorni successivi al cesareo. Prima ho avuto perdite di sangue, poi è arrivato un pezzo rosso scuro compatto di circa 5 cm, tipo fegatino, seguito a distanza di ore da altri pezzetti meno compatti e più piccoli. Il sanguinamento c'è ma resta scarso (un assorbente sottile al giorno).
Il chirurgo dice che possono essere coaguli di sangue o più probabilmente la placenta che atrofizzando perde la vascolarizzazione e viene espulsa.
Secondo voi di cosa si tratta? Devo temere perdite cospicue di sangue? Ricordo che ormai sono passati quasi 50 giorni dal parto.
[#4]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,3k 1,2k 248
Consiglio una valutazione delle perdite ( maleodoranti ? purulente ? ) vaginali .
Una valutazione senza l'obiettività è molto difficile.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test