Qual è la causa dei miei dolori e/o che altri controlli specifici dovrei fare?

Salve, ho 22 anni e da sempre ho il ciclo mestruale irregolare (tranne negli ultimi 3 mesi che sta comparendo ogni 26-28 giorni) e con forti dolori.
Ho fatto delle visite ginecologiche e mi è stato diagnosticato l’ovaio sinistro multiffolicolare.
Inoltre circa 1 anno e mezzo fa ho avuto un blocco del ciclo per 8 mesi che mi è ricomparso a seguito di una somministrazione di progesterone da parte del ginecologo che dalle analisi del sangue ha visto che avevo il progesterone basso.
Dopo questo stop nei mesi successivi mi è capitato alcune volte che il ciclo mi saltasse per 1 mese (mi venivano solo delle perdite rosa per un paio di giorni).
In tutto ciò accuso sempre forti dolori molto debilitanti durante le mestruazioni e anche prima nella fase del pre-ciclo (circa 10 giorni prima).
La durata del mio ciclo è di 7-8 giorni circa (del flusso).
Oltre a queste problematiche ho molta difficoltà a perdere peso nonostante abbia seguito in passato una corretta dieta affiancata ad attività fisica 4 volte a settimana, il tutto seguita da un nutrizionista in cui sono riuscita a perdere molto peso ma con tanta difficoltà (al massimo riuscivo a perdere 2kg al mese, ma questo risultato l’ho ottenuto un paio di volte mentre gli altri mesi scendevo soltanto di 0, 5 kg o 1, 5kg quando andava bene).
Poi per vari motivo ho dovuto smettere di andare in palestra e ho stoppato la dieta però facendo un mantenimento che è risultato fallimentare perché ho ripreso tutti i kg persi in 2 anni, ma li ho ripresi in pochi mesi.
Oltre questo da anni ho dei brufoli sui glutei che non riesco a far scomparire con nulla e durante la fase del ciclo mi si infiammano di più.
In più nell’ultimo anno ho notato un notevole calo del desiderio sessuale (quasi assente) nonostante abbia una relazione stabile e serena.
Tutto questo mi ha fatto pensare che potessi avere dei problemi ormonali ma dalle semplici analisi del sangue (fatte 1 anno e mezzo fa) si evinceva solamente un basso progesterone.
Ho fatto alcune ricerche e ho appreso che non sempre se si hanno dei problemi ormonali compaiono nelle semplici analisi del sangue ma bisogna fare dei controlli specifici.
In tutto ciò il mio ginecologo mi ha detto di concentrarmi sul dolore mestruale e mi ha prescritto del magnesio per 6 mesi, nel caso in cui non funzionasse poi passare alla pillola anticoncezionale.
Io sono molto scettica sulla pillola perché so che ha delle controindicazioni e può portare a diverse problematiche in futuro e vorrei invece sapere la causa di tutti questi miei problemi compresi i dolori ma ancora nessuno ha saputo dirmi effettivamente cosa ho e quali sono le cause di tutte le mie problematiche.
Secondo me sono tutte collegate, è possibile che sia così?
Se si, che controlli mi consiglia di fare?
Oppure mi consiglia di lasciar perdere e concentrarmi solo sul dolore mestruale e poi prendere la pillola?

Mi scuso per il messaggio un po’ lungo ma ci tenevo a spiegare nel dettaglio tutte cose.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,9k 1,3k 253
Non esiterei a prescriverle una pillola estro-progestinica , con tutti i benefici extra contraccettivi : regolarità dei flussi mestruali, controllo della quantità del flusso (riduzione dell'anemia ferropriva) , la dismenorrea (dolore mestruale) viene ridotta, se non addirittura eliminata, la tensione premestruale si risolve in circa il 40% dei casi.
Prevenzione delle cisti ovariche e protezione contro alcuni tipi di malattia infiammatoria pelvica dovuta all'ispessimento del muco cervicale.
Io mi concentro sulla pillola, mutuando il suo termine.
Saluti

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test