x

x

Che ulteriori controlli potrei fare per questa serie di problemi?

👉Vuoi usare la coppetta mestruale ma non sai quale scegliere? Leggi la guida

Salve, sono una ragazza di 20 anni e da un anno circa sono sessualmente attiva.

I miei rapporti non sono sempre stati protetti e ho avuto diversi partner.

Il primo l’anno scorso in cui non ho riscontrato nessun problema a parte una leggera cistite curata poi con un antibiotico prescrittomi dalla mia medico.
Infine ho avuto vari rapporti senza protezione con il mio ultimo partner (la relazione è durata da novembre 2020 a marzo 2021)
in questo lasso di tempo ho riscontrato vari problemi: il primo è stato un bruciore/prurito terribile durante il ciclo... non essendo mai andata da un ginecologo anche in questo caso ho chiamato il mio medico di famiglia che mi ha prescritto una cura antimicotica contro la candida, perché secondo lei era quello...
una volta finito il ciclo (e anche la cura) non mi bruciava né prudeva più nulla e allora non mi preoccupai più...
due settimane dopo all’incirca, avevo i sintomi di una cistite, curata anche questa con antibiotico prescritto sempre dallo stesso medico (che ovviamente non mi ha controllato, ma descrivendole i sintomi mi ha detto anche lei che avevo cistite)...
e anche in questo caso i sintomi sparirono.

Poi però tornò il prurito delle settimane scorse e allora mi convinsi ad andare da un ginecologo, solo che il giorno che mi diede appuntamento, mi passò completamente il bruciore e il prurito.
Andai comunque e mi disse che avevo una piaga all’interno della vagina e mi prescrisse degli ovuli per 10 giorni all’incirca... Inoltre feci il PAP test e risultò tutto a posto... mi disse anche che non avevo alcun tipo di infiammazione se non appunto quella piaghetta...
per costi troppo eccessivi non sono più andata da quel ginecologo.

Siccome avevo ancora problemi durante i rapporti sessuali (sempre non protetti ma sempre con lo stesso partner) e inoltre il mio flusso del ciclo era cambiato (da abbondante e rosso, che durava 3gg+2gg spotting a 2/3 giorni di ciclo scarso nero molto denso) mi rivolsi a un ginecologo pubblico e mi disse che la mia piaghetta era guarita, ma mi disse che avevo perdite bianche dense così mi ha fatto un test per vedere se avessi infezioni.

Anche questo test è andato bene, per cui non ho infezioni.
Siccome il mio flusso mestruale e anche le mie perdite bianche hanno cambiato di consistenza, durante i rapporti noto del dolore e dopo un paio di giorni mi prude, la ginecologa mi ha prescritto degli ovuli da prendere per 7 giorni (oggi è l’ultimo giorno).
Ad oggi il prurito continua e la consistenza delle mie perdite bianche continua ad essere diversa da quella che avevo prima di tutta questa serie di problemi.

Ho pensato di essere incinta, ma appunto mi è sempre arrivato il ciclo (anche se di diversa consistenza) e anche i ginecologi che mi hanno visitato non hanno mai notato nessun bambino.

Vorrei sapere se ci sono ulteriori test che potrei fare per sapere cos’ho, o meglio ancora grazie alla descrizione dei miei sintomi qualcuno possa dirmi cosa potrei avere...
Grazie mille in anticipo.
[#1]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 1k 41 125
Gent. Sig., la promiscuità sessuale è un fattore di rischio per la disbiosi vaginale. La vagina è normalmente colonizzata da una flora batterica costituita in prevalenza da lattobacilli e le perdite vaginali normali sono fluide e trasparenti, con un odore lieve, gradevole. Tali perdite si accentuano in fase ovulatoria, assumendo un aspetto simile al chiaro d’ uovo. Avere rapporti con partners diversi senza uso di profilattico espone al rischio di alterazioni della flora batterica vaginale residente, che viene sostituita da altri ceppi batterici quali altri ceppi di Lattobacilli diversi dai residenti, Gardnerella, Klebsiella,, Escherichia coli, Ureaplasma, Mycoplasma, ecc., Molti di questi nuovi abitanti della vagina non sono necessariamente patogeni e pertanto non rilevabili all’ antibiogramma, ma causano disturbi quali leucoxantorrea maleodorante, talora bruciore e prurito. Per risolvere il problema è utile effettuare una dieta ricca di frutta,verdura, yogurt e povera di zucchero e farina bianca, assumere per parecchi mesi specifici fermenti lattici, utilizzare sempre il profilattico. I tempi di guarigione sono lunghi, in quanto bisogna sostituire l’ ecosistema vaginale. Sconsiglio le terapie fai da te, per avere buoni risultati occorre affidarsi ad un ginecologo esperto di patologia vulvovaginale, che di solito si occupa di Colposcopia. Cordiali saluti.

Dr. Lucia Vecoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, grazie mille per avermi risposto.
Con dieta ricca di yogurt, frutta e verdura cosa intende? perché credo di mangiare abbastanza frutta e verdura ogni giorno e la mia giornata inizia sempre con dello yogurt bianco naturale mischiato ad avena e frutta secca..
Un ginecologo normale non può aiutarmi a risolvere il problema? che tipo di fermenti lattici dovrei assumere?
Un’altra cosa.. per periodi lunghi a quanto si riferisce? anni? mesi?
Le mie perdite hanno semplicemente cambiato si consistenza, non sono maleodoranti ma si che noto prurito, soprattutto i giorni dopo i rapporti a rischio . D’ora in poi utilizzerò il preservativo, grazie mille ancora.
[#3]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 1k 41 125
Gent. Sig., se sta già facendo una dieta adeguata, meglio così. I Probiotici devono essere usati a lungo, si parla in genere di mesi. Esistono vari preparati in commercio, ma sconsiglio il fai da te. Provi a proteggersi in maniera adeguata col profilattico, se non risolve si potrebbe fare una colposcopia e da lì valutare in maniera più approfondita la situazione con un esperto del ramo. Con questo spero di avere chiarito i suoi dubbi e la saluto cordialmente.

Dr. Lucia Vecoli

Gli anticoncezionali: metodi ormonali, di barriera o intrauterini, come scegliere il contraccettivo giusto? Quando ricorrere alla contraccezione d'emergenza?

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio