Utente
Salve,
sono Angela ho 35 anni e mamma di una bambina di 8 anni.
L’altro giorno ho notato nella vagina dei piccoli pezzetti di carne pendenti non dolenti al tatto morbidì e flessibili di colore roseo.
Ne ho tre due di questi sono più grandi L altro è piccolissimo.
Ho fatto due visite la prima da un ginecologo dove ha avuto qualche dubbio se erano condilomi nello stesso tempo ha effettuato un test per hpv (in attesa del risultato), mentre la seconda da un dermatologo che ha escluso la presenza di condilomi ma nello stesso tempo mi ha suggerito di bruciarli con l’azoto.
Mi può dare qualche indicazione su come comportarmi e se devo fare qualche esame più specifico.

Grazie, aspetto una risposta.

Angela

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In questi casi sicuramente la visione diretta delle neo formazioni è importantissima per una diagnosi differenziale .
Sottolineo che il test HPV è utile per le infezioni virali del collo uterino , non sui probabili condilomi .
Se si tratta di caruncole imenali , non rappresentano un evento patologico , ma solo estetico e soltanto in questo caso potrebbe essere utile l'asportazione , e in ogni caso con esecuzione di esame istologico per comprenderne la natura.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta. Ma mi chiedo come si fa a non riconoscere un condilomi da altre patologie? Ho letto che c è una netta differenza tra le due cose

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nettissima differenza
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Mi dispiace disturbarla ancora con un altra domanda ma il mio dubbio è nel momento in cui non vengono accertati condilomi ma altre patologie non virali bisogna per forza trattarle con trattamenti tipo crioterapia ? Due medici su due mi hanno consigliato questo trattamento anche se io ho letto che alcune cose è meglio non toccarle (visto che le mie non mi danno alcun fastidio ) anche perché si può andare incontro ad una vestibolite e so che poi è difficile da curare .secondo lei cosa posso fare chiedo un altro consiglio ? Se si , chi è la figura più idonea nel riconoscere determinate cose senza aver dubbi il ginecologo o il dermatologo? Grazie