Vaginosi batterica

Salve, sono una donna di 33 anni, per alcuni mesi, ho presentato sintomi simili alla candida.
Il mio ginecologo mi ha fatto fare una cura con macmiror ovuli + diflucan compresse + dicoflor, a distanza di un mese per dur volte, ma il problema si è ripresentato, sopratutto sottoforma di piaghe, tipo tagli, molto dolorosi alla minzione, all'interno delle grandi labbra.
Il problema ha continuato a ripresentarsi e parlando con un'amica, mi ha detto che lei aveva avuto sintomi analoghi, e che aveva risolto con cleocin ovuli perché, il mio ginecologo probabilmente si era sbagliato e non si trattava di candida, bensì di vaginosi batterica.
Ho acquistato i suddetti ovuli in farmacia, ed effettivamente da ottobre il problema è sparito del tutto, per poi ripresentarsi ieri con un taglio, in maniera del tutto random, senza alcun rapporto sessuale.
Vorrei a questo punto un parere ed un consiglio, documentandomi su internet ho letto che alcune persone consigliano di effettuare tre cicli di cleocin, a distanza di una settimana perché altrimenti è facile andare incontro a recidive, però gradirei un parere più esperto a riguardo.
Grazie mille.
Saluti.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,5k 1,3k 252
Prima di tutto è importante essere certi della diagnosi , con esame batteriologico a fresco del secreto vaginale o coltura di tampone vaginale SPECIFICO (non ha senso per germi comuni ) .
Questo perchè c'è una bella differenza diagnostica e terapeutica tra candidosi vaginale , vaginosi batterica e vaginite da batteri aerobi ( vaginite aerobia) .
Inoltre va eseguita una determinazione del pH vaginale ( solitamente acido pH 3,5/4 ) utile per la normalizzazione della flora saprofitica vaginale.
Quindi potrei consigliare una terapia soltanto con una diagnosi certa , non con vari tentativi terapeutici , che alterano soltanto l'ambiente vaginale.
Lei è passata da trattamento per candida (vedi diflucan) a una terapia con cleocin o altro , peraltro consigliata dalla sua amica.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, grazie per la celere risposta. Come mi consiglia di procedere a questo punto? Mi consiglia di recarmi in un centro diagnostico e richiedere tampone del secreto vaginale? Mi sembra scontato che a questo punto il mio ginecologo abbia toppato con la cura, visto che nonostante tutto, si è comunque ripresentato il problema.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test