Beta hcg su sangue - allattamento - attendibilità

Buongiorno Dottori
ho partorito mia figlia a luglio 2020 (da allora la sto allattando a richiesta) e non ho ancora avuto il capoparto.
Ho avuto un rapporto non protetto e poco dopo una settimana ho iniziato a provare gli stessi sintomi provati con la prima gravidanza (nausea, crampetti addominali).
Ho eseguito un test sulle urine il cui risultato è stato incerto (linea molto poco marcata) seguito da un test su sangue, che ha dato esito negativo (<2 mUI/mL).
Continuo, però, ad avere nausee e doloretti addominali.

Vorrei sapere se, considerato che il test su sangue è stato eseguito 11 giorni dopo il rapporto non protetto, questo possa comunque considerarsi attendibile o se è stato eseguito troppo presto e può avere margini di errore e, quindi, se è consigliabile ripeterlo.

In alternativa, il capoparto può dare sintomi come quelli descritti?

Molte grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,1k 1,2k 246
Per estrema sicurezza ripeterei il dosaggio ematico delle beta-HCG , forse eseguito troppo precocemente.
Solitamente le beta HCG si positivizzano nel sangue dopo 15/20 giorni dal rapporto fecondante .
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore
molte grazie per il Suo rapido riscontro.
E', quindi, da escludere che i sintomi possano essere riconducibili al capoparto?
Grazie in anticipo

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio