Utente 205XXX
Gentili dottori,

Vorrei chiedere un parere su un problema della mandibola.
Sono un ragazzo di 24 anni che durante l'adolescenza ha messo l'apparecchio ortodontico per l'allineamento dei denti. Ho portato questo apparecchio per circa 2/3 anni e dopo la sua rimozione ho portato per diversi anni (e continuo a portare) un apparecchio notturno mobile piuttosto grande (qualcosa di simile ad un paradenti da pugile).
Dopo quasi un anno ho notato che la mandibola (nella parte destra della faccia) "usciva" dall'articolazione quando aprivo molto la bocca. Niente suoni, graffi, click o altro. Me ne sono accorto guardandomi allo specchio perchè altrimenti non l'avrei notato. Ho cercato di fare attenzione, di evitare un'apertura eccessiva ma il problema persiste ancora adesso. Il mio dentista ha sostenuto che non fosse un problema grave.
Allo stadio attuale noto anche una malocclusione mattutina (con difficoltà a stringere i denti) proprio nella parte destra che però sparisce nel corso della giornata. Un altro dentista a cui mi sono rivolto per la questione mi ha consigliato di rivolgermi ad un chirurgo maxillo-facciale sostenendo si tratti di un problema di tendini (iper e ipo sviluppati nella parte sinistra e destra).
Non so quanto possa c'entrare con il problema ma io tendo (nonostante tutti i tentativi di smetterla) a mangiarmi le unghie, soffro di scoliosi (ho letto che capita che i problemi alla mandibola siano legati anche alla postura e alla colonna vertebrale), anche mia madre ha problemi alla mandibola (in passato si è bloccata e ora, dopo varie visite e consulti medici, ha ancora difficoltà ad aprirla del tutto) ed infine mio padre ha problemi con gli acufeni (che so essere legati alla mandibola).
Concludo affermando che non sento alcun dolore, nè ho apparenti problemi alla masticazione. Piuttosto vorrei prevenirli. A chi mi consigliate di rivolgermi? Vorrei solo sapere se è un problema, se è grave e se esiste una soluzione.
Grazie per l'aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Gizdulich

24% attività
0% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
sebbene esista una familiarità per alcuni difetti scheletrici non assimilireri i distrubi con quelli completamente differenti dei suoi genitori. La sintomatologia che riferisce farebbe pensare ad una lussazione non completa dell ATM che spesso avviene per aumentata elasticità dei legamenti e della capsula articolare. E' possibile che per convergenza di fenomeni difetti posturali possano agire sforzando tali legamenti.
Consiglio di monitorare la lussazione in modo da valutarne l'evoluzione ed una visita specialistica gnatologica per capire meglio gravità e reversibilità del danno.
Dr Andrea Gizdulich
Prof. a.c. Disordini Cranio Mandibolari
Dip. di Odontostomatologia - Università degli Studi di Firenze.
www.dccm.it

[#2] dopo  
Dr. Filippo Martone

28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
MINERBIO (BO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
La prima cosa che dovrebbe fare è smettere di mangiarsi unghie e pellicine attorno alle stesse. Ulteriormente una buona idea sarebbe quella di visitare uno specialista giacchè il fatto che non riesca a gestire bene la masticazione al mattino non è molto corretto.
Una volta svolta una visita corretta potrà valutare se smettere il retainer (paradenti) ed adottare tecniche antirecidiva meno invadenti.
Ma se non smette di mangiarsi le unghie sarà tutto inutile.

cordialmente.
Dr. Filippo Martone
Titolare
BONONIA GLOBAL FACE CENTER
Bologna - Minerbio

[#3] dopo  
Utente 205XXX

Gentili dottori,

sono passati poco meno di due anni dal mio precedente post.
La visita specialistica gnatologica ha evidenziato la malocclusione della parte destra della mandibola e mi è stato pertanto consigliato di smettere di usare il paradenti e di valutare a distanza di diversi mesi l'evoluzione della situazione prima di fissare una nuova visita.
Sempre durante la visita mi erano state proposte due possibili soluzione: ritornare all'apparecchio fisso; fare un nuovo bite dalle superfici lisce (che dovrebbe favorire il contatto tra le arcate superiori e inferiori destre). Entrambe le soluzioni sarebbero state comunque valutate alla luce del nuovo quadro.
Al momento il problema di "uscita" della articolazione sembra risolto ma al suo posto ci sono del click quando apro la bocca. Dal punto di vista della malocclusione non ho invece visto miglioramenti significativi, sebbene continui a non avere problemi durante la masticazione né a provare dolore.

Cosa mi consigliate di fare? Dovrei provare a fare un'altra visita da un altro specialista o rassegnarmi all'idea apparecchio/bite?

Grazie per l'aiuto.

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Come avviene il click? legga http://www.danieletonlorenzi.it/atm/gnatologo-gnatologia-ovvero-studio-dell%E2%80%99articolazione-temporomandibolare-atm/
Io sceglierei il bite, prenda questo consiglio con il limite della non conoscenza del caso (non avendola visitata direttamente).
Segua il consiglio del collega e smetta di mangiarsi le unghie.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum