Utente 186XXX
Salve, ho 36 anni, da un anno sono in cura presso un ortodonzista per una lussazione e malocclusione che mi dava ridotta apertura boccale, blocco atm e dolori muscolari e acufeni, sto portando un byte di resina durante tutto il giorno e la notte, ora che secondo il dottore ho raggiunto una centralità della mandibola mi hanno detto che il passo successivo sarebbe un ortotico per allineare i denti di sopra che in effetti sono affollati e che portano a dei contatti che impedirebbero i miglioramenti; per poi successivamentte intraprendere un altro trattamento non con un apparecchio fisso ma con altra tecnica.

Il mio dubbio è che intanto non mi si sa dire quale sarà la fine, cioè si concluderà questo disagio oppure per sempre rischierò il blocco?
Infatti fino a che non si arriva alla fine del primo trattamento ortodontico non mi sanno dire cosa dovrò fare nel secondo, questa cosa mi lascia molti dubbi, inoltre anche se per il mio ortodonzista siamo ad un buon punto per me è peggio di prima, perchè oltre agli schiocchi che prima non avevo e che mi dice essere un fatto positivo, sbatto i denti quando mangio e prima non mi accadeva, e mi mordo la lingua nel parlare, e cosa più importante ho rischiato il blocco mentre mangiavo spesso ultimamente, cosa che non mi accadeva da mesi, ora io in questa situazione non mi sento di affrontare una nuova terapia e su questo vorrei che qaulcuno mi desse un'opinione professionale, anche se capisco un po' difficile a distanza.

Infine un'altra domanda, perchè mi è stato detto che non si può continuare il reingranaggio del byte a vita?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Filippo Martone

28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
MINERBIO (BO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Vi sono alcune cose che necessitano una maggiore focalizzazione, tra quelle che emergono dal suo racconto. In particolare il collega è a conoscenza del fatto che lei non ha risolto le problematiche per le quali si era presentato presso di lui?
E' importante che lei sia franco nel presentare a lui le sue perplessità, perchè la sintomatologia dev'essere completamente risolta, prima di passare ad un'eventuale terapia ortodontica (che sarebbe comunque estremamente delicata: si preferisce continuare la terapia con bite anche durante la terapia ortodontica).
Forse potrebbe essere utile un'approfondimento fisiatrico e fisioterapico per cercare di rilassare meglio la muscolatura della testa e della mandibola, per esempio (potrebbe discutere con il collega che la cura di questo).

Ci tenga aggiornati.

Dr. Filippo Martone
Titolare
BONONIA GLOBAL FACE CENTER
Bologna - Minerbio

[#2] dopo  
Utente 186XXX

si il dottore ne è a conoscenza ma dice che a causa dei precontattti che danno i miei denti superiori non si può fare altro se non mettere l'apparecchio che andrebbe portato contemporaneamente al byte, cosa che non è che mi renda felicissima avere tutta quella roba in bocca se devo dire la verità..

La cosa che mi manda in crisi è che se io non metto il fisso lui che non è d'accordo con me, mi molla visto che non vuole che io porti il byte a vita, cosa dovrei fare lasciare tutta la terapia e andare da un altro? mi sento costretta a fare una cosa di cui non sono convinta, soprattutto perchè non ne capisco gli effettivi benefici.Mi ha spiegato tutta la situazione però non mi sa dire il risultato finale.

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La situazione mi sembra decisamente complessa e non chiara in diversi punti.

Le è stata posta solo diagnosi di malocclusione o si è parlato anche di bruxismo?

Non mi è chiaro inoltre se è stata eseguita, finora, la sola terapia con bite, e se questa terapia ha portato ad un sostanziale peggioramento dei sintomi soggettivi.
La prego di confermare questo punto essenziale.

Prima di cominciare una (eventuale) terapia ortodontica è INDISPENSABILE che i sintomi siano cessati.
Lo si ottiene, in genere, con un bite, insieme al cessare dei sintomi.
Dopo di che di regola si abbandona il bite (tranne pochi casi che possono fare eccezione per una parte limitata del trattamento) e si inizia lo spostamento dei denti.
Ma se c'è bruxismo , ovvero digrignamento o serramento dei denti notturno, l'ortodonzia non è la terapia corretta.

E' assolutamente corretto che un professionista non esegua terapie se non viene accettato il suo piano di cura.
Ma questo non la deve costringere ad eseguire terapie di cui non è convinta.
Sentire un altro parere mi sembra una ottima idea.

Impossibile al momento, in assenza di precisazioni e ulteriori informazioni, fornirle altre informazioni.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 186XXX

Dunque il digrigamento notturno dei denti lo avevo, ora solo in momenti particolarmente stressanti ma non è mai stato, un punto essenziale come sintomo sul quale si è lavorato.

Io ho usato per circa una decina di anni il solo byte notturno, da quando un anno fa sono andata da questo ortodonzista mi ha sostituito il mio vecchio byte con uno nuovo di resina che però chiamano ortotico,visibilmente simile, ma non viene definito byte.
Rispetto all'anno scorso ho riscontrato miglioramento di alcuni sintomi, tra i quali dolore all'orecchio, ai muscoli di collo e spalle, però non scomparsa, infatti li ho anche adesso.
Durante l'anno ho effettuato test al computer con presa in silicone di un "morso", cioè è il computer che indica la posizione esataa in cui deve stare la mia bocca, cosa che quasi mai coincideva con una posizione comoda per me, però su questo non discuto, evidentemente va fatto così.
Siamo andati avanti fino al raggiungimento di un piano di equilibrio sia verticale che di basculla, senza però che a me i dolori muscolari siano andati via, alle volte sento talmente tanta tensione sui muscoli facciali che non vedo l'ora di togliere l'ortotico mentre credo che dovrebbe essere il contrario. Quando faccio notare questa cosa si reintegra il byte e si ricontrolla dopo un po' di giorni.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Ogni tecnica ha i suoi limiti, l'ortotico (particolare tipo di bite) è un'ottima tecnica riabilitativa, secondo me qualche volta si deve........... aumentare la dimensione del bite (ortotico) anche senza seguire quello che dice la tecnica.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
...è un pò un tira e molla fatto così
in effetti si dovrebbe ( uso giustamente il condizionale in quanto non sempre le cose vanno come si auspica ) ottenere una buona situazione clinica senza dover cambiare saltuariamente i manufatti gnatologici e così facendo difficilmente si può ottenere un equilibrio
probabilmente qualcosa sta " sfuggendo" e sino a che non si arriva ad una situazione di silenzio clinico o comunque di relativo equilibrio e benessere da parte sua sarebbe sconsigliata la terapia ortodontica
difficile per noi sapere cosa sta sfuggendo, non avendo alcuna documentazione nè averlo visitato
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il bruxismo è totalmentre indipendente dalla malocclusione.

Troverà delle info dettagliate al riguardo sul mio sito www.malocclusione.it
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#8] dopo  
Utente 186XXX

grazie a tutti per le risposte, il problema è che comunque io continuo a non capire cosa devo fare, se continuare con il solo ortotico col parere contrario del mio ortodonzista, o se mettere l'apparecchio per l'allineamento dei denti!

[#9] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
escluderei al momento l'ortodonzia sino a quando non starà meglio ma forse un altro parere da un collega sempre esperto in gantologia potrà esserle utile
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#10] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Credo sia condiviso da molti specialisti del sito di non spostare denti finché c'è dolore. Prima curi quello, poi faccia quello che vuole. Dopo aver provato con l'ortodontista, se il dolore non passa provi con lo specialista giusto, lo gnatologo.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#11] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Abbiamo scritto in contemporanea senza sapere nulla, ma la sostanza è sempre quella
"escluderei al momento l'ortodonzia sino a quando non starà meglio".
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#12] dopo  
Utente 186XXX

Grazie mille a tutti per le risposte e l'interessamento