Utente 418XXX
Salve a tutti.
A seguito di acufene insorto orecchio sx 2 anni fa con lieve ipoacusia neurosensoriale su frequenze acute dopo aver fatto è preso di tutto avendo continui SCHIOCCHI,SCOPPIETTII,CLICK,SPASMI, ho effettuato rm mandibola e vorrei sapere da voi se il referto evidenzia qualche possibile correlazione.
Grazie a chiunque vorrà rispondermi

Referto

Regolare morfologia del condilo temporale e mandibolare, integro il rivestimento  corticale  e normale il segnale della spongiosa subcondrale.
Lievemente dismorfica e modica disomogeneita  del segnale della fibrocartilagine  meniscale senza peraltro rilievo di definite lesioni.
Assente versamento intraarticolare.
Nei limiti della norma l escursione del condilo temporale nelle sequenze eseguite a bocca aperta.
La scansione ottenuta secondo il piano coronale a bocca aperta e chiusa non ha mostrato dislocazione sul piano frontale delle fibrocartilagini meniscali.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, il referto della RM m sembra alquanto incompleto: è tutto qui?
La problematica gnatologica prevede in prima battuta, un approccio essenzialmente clinico (occhi e mani dell’operatore). Approfondimenti diagnostici possono essere disposti dal curante , se il caso lo richiede: personalmente lo faccio molto raramente, e solo in casi molto gravi.
La presenza di "SCHIOCCHI,SCOPPIETTII,CLICK,SPASMI" sono riscontri molto più importanti di quanto quasi sempre può emergere da una RM: anche quest'ultima deve essere comunque effettuata da un radiologo esperto nel settore.
il click/schiocco è segno di una incoordinazione condilo-meniscale: il disco (o menisco) che si interpone fra il condilo mandibolare e la fossa nella quale si muove , in chiusura non segue il tragitto del condilo ma rimane dislocato in avanti. Aprendo la bocca il condilo ricattura il menisco e genera il rumore di click.
Sul funzionamento dell''ATM può avere qualche ulteriore informazione aprendo questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classic

Purtroppo l’acufene è un problema che, quando insorge , viene sottovalutato: all’inizio spesso concede ampie remissioni spontanee, il paziente è portato a credere che “passi da solo”.
Purtroppo , una brutta volta, non passa più, e diventa un problema serio.
Credo che quello che dicono i Colleghi Otorinolaringoiatri, ai quali immagino si sia già rivolto, cioé che "gli acufeni sono la loro tomba" rappresenti in qualche modo la realtà nel senso che si tratta di una patologia molto ostica al trattamento.
Vale forse la pena di prendere in considerazione una possibilità spesso trascurata.
L'acufene può essere un sintomo di una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) : se infila i suoi mignoli nei meati acustici esterni con i polpastrelli verso l’avanti, e muove la mandibola, si renderà conto dell'intimo rapporto fra Articolazione Temporo Mandibolare e orecchio, e di come tale rapporto possa essere potenzialmente traumatico, a seconda che lo stop determinato dall'intercuspidazione dentaria fermi la rotazione all’indietro che il condilo compie quando si chiude la bocca. Questo infatti può avvenire correttamente se il morso è normale, o troppo tardi se il morso è profondo o la mandibola è all’indietro (retrusa). Quando la mandibola è biretrusa il problema tende ad essere bilaterale, quando é (o è anche) laterodeviata, il problema è monolaterale o prevalente da un lato.
Il conflitto con il condilo mandibolare può riguardare anche la Tromba di Eustachio, e partecipare a sostenere il problema anche per questa via.
Può trovare qualche notizia in più sul rapporto fra ATM e orecchio aprendo questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellorecchio/

La cosa importante é che il dentista-gnatologo sia veramente esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), e soprattutto nei rapporti fra ATM ed orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.

Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1348/Acufeni-e-disfunzioni-dell-Articolazione-Temporo-Mandibolare-ATM
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 418XXX

Grazie dottore x la risposta.
Ho letto già tante sue altre risposte e so quanto lei creda alla stretta correlazione acufeni/ disfunzioni temporo mandibolare.
Purtroppo a napoli gnatologia sembrano non esistere.
Ne ho trovato uno o presunto tale su internet e ho fatto 50 km x raggiungerlo.
e stato lui a dirmi di fare l rm atm a bocca aperta e chiusa xche vedeva un lieve conflitto.
Quello che ho scritto e l unico referto avuto.
Lei crede ci sia un mido (x me) x assodato se ho un problema atm o meno e se si come si interviene. I miei sono continui spasmi. Ho pensato al velo palatino o al tensore del timpano. Partono a bocca chiusa senza che faccia nulla esistono dei farmaci?
Cosa pensa della trt?
Non ne posso più!