Utente
Buonasera,
sono una ragazza di 24 anni da tempo tormentata dal problema dei peli superflui; dopo svariato tempo sono riuscita a fare le analisi del sangue da cui si è evinto che soffro della sindrome dell'ovaio policistico (anche se livelli ormonali particolari come testosterone ecc erano nella norma). Da quasi due mesi assumo Diane, anche se prima dell'assunzione la mia dottoressa non ha ritenuto necessario prescrivermi analisi dettagliate; il mio problema è la fragilità capillare, che ovviamente temo peggiori assumendo Diane. Ho già notato due piccoli capillari nuovi. In totale non sono molti, ma quello che vorrei sapere è se posso fare qualcosa per prevenire l'insorgenza di nuovi. Ho letto di medicinali vasoprotettori, come Arvenum 500, che non fanno miracoli ma dovrebbero aiutare, è vero? Posso prenderlo senza temere interferenze con la pillola?
Ovviamente ora mi farò prescrivere le analisi del sangue per controllare che sia tutto a posto,nonn voglio richiare trombosi o cose del genere!
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe ripostare in area GINECOLOGIA
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
La comparsa ed estensione di teleangectasie avviene purtroppo anche indipendentemente dalla assunzione di preparati ormonali, anche se è vero che in alcune pazienti queste manifestazioni assumono una maggiore evidenza durante il trattamento.
D'altra parte Lei assume il farmaco a scopo terapeutico (quindi di necessità) piuttosto che anticoncezionale.
L'assunzione di farmaci cosiddetti "capillaroprotettori" è certamente indicata, come pure un periodico controllo specialistico al fine di cogliere eventuali concomitanti fattori favorenti la comparsa delle teleangectasie ed individuare eventuali misure preventive (calza elastica, ecc.)
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#3] dopo  
Utente
Grazie Dott. Piscitelli per la risposta, avrei un'altra domanda, negli ultimi giorni ho dolore alle gambe, pesantezza, fastidio etc. in particolare a una e ho notato molti nuovi capillari sulle cosce, mi sembra ci sia stata una particolare accelerazione (non vorrei fosse una mia eccessiva preoccupazione) dei problemi circolatori e mi stavo chiedendo se fosse possibile in così poco tempo avere questi problemi a causa della pillola.
Ho appena effettuato le analisi del sangue per controllare che non ci fossero valori sballati, la mia dottoressa come unico valore da controllare per circolazione &co ha messo il tempo di protrombina che è risultata nella norma (1 nella norma era da 1 a 1.2), ora non so se era bene analizzare anche altri valori e non so se l'effetto sui capillari fragili abbia un nesso con questi (perdonate la mia ignoranza), ma sono un pò preoccupata e non so cosa è bene fare, se lasciar passare altro tempo e vedere cosa succede o no. Consigli?
grazie per la pazienza e il servizio che prestate!

[#4]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
L'effetto dei preparati ormonali sulla comparsa di teleangectasie non è correlato con alterazioni di esami ematochimici.

L'esecuzione di test per lo studio di eventuali stati trombofilici (alterazioni congenite della coagulazione) sarebbe indicato prima della istituzione di una terapia ormonale. La eventuale alterazione dei valori di queste analisi non avrebbe in ogni caso correlazione con i sintomi lamentati, quanto piuttosto con un aumentato rischio trombotico e ben altre manifestazioni cliniche (flebite - TVP).

Riguardo i consigli che ci richiede, l'uso di una calza elastica preventiva (che va prescritta dallo Specialista), almeno limitatamente al periodo di cura ormonale, potrebbe essere il primo rimedio utile a contenere i fenomeni lamentati.
La cura delle teleangectasie è affidata alla scleroterapia (valutare l'opportunità durante terapia ormonale) e, in casi selezionati, al trattamento laser.
https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/97-eliminare-i-capillari-teleangectasie.html
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/