Utente
Gentili dottori,

Sono un ragazzo di 28 anni sempre stato in buona salute, nella mia vita sono stato solo ricoverato per mononucloesi da bambimo, e per una perimiocardite nel 2008.

Dal 2008 ho anche inizato a soffriere di ansia inizialmente immotivata (a mio modo di vedere) e sino a oggi condita con due attacchi di panico ora invece che si esprime in maniera subconscia (spesso a livello fisico, come dolori vari o vertigini, ma portati ad esami sempre con esito negativo) per via di una situazione familiare piuttosto difficile.

ormai da anni, soffro anche di reflusso gastro esofageo.

Veniamo ad oggi:
il 6 luglio esagero un po' con gli alcolici e la notte si presenta un reflusso piuttosto forte che probabilmente mi infiamma i bronchi e mi provoca una tosse che mi porto dietro sino a oggi, la tosse non l'ho curata ma nel frattempo il medico mi ha dato gaviscon advance e pantopan per il reflusso.

circa un mese e mezzo fa invece sento strani pizzicori al braccio sinistro, e senzione di pelle bruciacchiata e ipersensibile, dopo una settimana di questi sintomi compare una macchia circoscritta con bolle. Mi reco dal medico che mi dice essere herpes zoster, mi da del talavir per una settimana e la macchia che non ha portato con se assolutamente nessun tipo di dolore, si secca e si riassorbe. Nel frattempo mi reco in slovenia in campeggio, alchè al ritorno (12 agosto) mi sento un po' spossato e con sintomi tipici della febbre/infleunza, sento la lingua un po "felpata", le orecchie tappate e inziia a presentarsi catarro nella tosse e inzia man mano a presentari anche un raffreddore che data la sua persistenza (muco sempre più denso e perdita al mattino dell'olfatto che poi si ripresenta poche ore dopo) mi spinge a tornare dal medico.
Siccome già quest'inverno ho avuto una "verosimile polmonite" curata con avelox e aerosol (fisiologica, clenil e fluibron) il medico corre subito ai ripari prescrivendomi klacid 500mg 2 volte al giorno e ancora aerosol. sottolineo che sino ad ora non si è presentata febbre.

Ora, può essere un immuno depressione data dal forte stress (spesso per via di grida in casa mi sveglio di colpo con forte tachicardia e repiro corto)???

da febbraio (che è passata questa presumibile polmonite) sino a luglio sono stato bene, ma ora mi sembra di essere caduto ancora più in basso, oltre a ciò che ho descritto non ho avuto altri sintomi strani, che possono portare a pensare ad altro, calcolando che l'ansia mi porta in regalo anche ipocondria è già una fortuna! ho una vita piuttosto sregolata come ritmi e alimentazione , problemi che spuntano ovunque, e agitazione che mi accompagna per la maggior parte della mia giornata.

Quanto detto sopra può essere credibile? ovvero immunodepressione da stress? o mi consigliate di richiedere qualche visita??

Scusate se mi sono dilungato e forse aver fatto un po' di consusione.

grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

i suoi sintomi sono molto aspecifici. A parte un probabile reflusso ed una non comprensibile " presumibile polmonite", credo che di base ci sia una fattore ansiogeno non rilevante.

Legga l'articolo seguente e mi dica cosa ne pensa:



https://www.medicitalia.it/cerca/?q=Ansia e corpo&sa=


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it