Utente 175XXX
salve dottore, le espongo la mia situazione clinica :
carcinoma del colon con asportazione chirurgica (chemioterapia) (2004)e recidiva con polipectomia (2006)
gozzo nodulare in cura dal 1984,
epicondilite dx,discopatia L5 S1,lesione tendine di achille (1996),
trauma cranico(1989) con ricovero ospedaliero e riconosciuta invalidita'(7 punti Inail)
instabilita' posturale come esito di frattura piatto tibiale sx con riduzione chirurgica e sintesi con vite di Asnis e placca di May (2007)e successivo intervento di asportazione (2009)
acufeni bilaterali,esiti frattura ossa nasali(2007),esiti frattura alluce piede sinistro(2007)
rinite allergica dal 2000
Dal 2005 percepisco assegno mensile ordinario INPS e Le chiedo gentilmente un parere se permangono allo stato attuale le condizioni previste per la conferma del mio diritto a percepire tale pensione.
La ringrazio per la sua consulenza.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

intanto devo precisare che la sua non è una pensione, ma un assegno di invalidità ai sensi della Legge 222/84; tale beneficio economico è compatibile con la continuazione di un'attività lavorativa.
Siccome tale assegno ha durata triennale e ala scadenza non viene rinnovato automaticamente ma dietro domanda dell'avente diritto, presumo che il suo assegno sia al secondo rinnovo.
Alla scadenza del secondo rinnovo sicuramente le conviene rinnovare la domanda di invalidità; tuttavia, se la sua patologia tumorale non ha avuto alcuna evoluzione, è probabile che tale assegno non le venga rinnovato.

http://www.medico-legale.it/invalidita'_inps.html
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/164-invalidita-inps.html

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it