Utente 255XXX
Salve mi chiamo Giovanni ho 33 anni e 3 anni fa ho fatto una cura a base di Interferone e ribavarina durata quasi 12 mesi causa epatite c per poi ripresentarsi il mese scorso un aumento di transaminasi (sto aspettando una visita infettivologica). Ho sempre sofferto di depressione e ansia. Dopo la cura ho fatto domanda di invalidità e mi hanno riconosciuto il 50% di invalidità civile.Mi chiedo come sia possibile che una persona come me affetta da disturbi depressivi correlati da ansia e per di piu' affetto da epatite c abbia solo il 50% di invalidità. Vorrei sapere maggiori informazioni a riguardo e se vale la pena fare un ricorso.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

per quanto riguarda l'epatite, bisogna vedere quale sia la sua gravità
l'epatite cronica attiva (voce 6424) è tabellata 51%
l'epatite cronica attiva autoimmune (voce 6425) dal 71% al 80%
la cirrosi epatica con ipertensione portale (voce 6412) dal 71% al 80%

Peraltro, data la sua giovane età e il fatto che stia facendo la terapia interferone+ribavirina, lei ha ottime probabilità di guarire o perlomeno di rendere assai meno grave la sua epatite C

anche per la depressione va valutato il grado clinico, perché si va da quella lieve (voce 2204) 10%
a quella media (voce 2205) 25%
a quella grave (voce 2210) dal 71% all'80%
mentre la sola nevrosi ansiosa (voce 2207) vale 15%

invalidità civile e L.104/92
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=12
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=5

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it