L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 177XXX
salve,
grazie per l'ascolto intanto..
sono una donna di 48 anni e ho già richiesto un consulto sul sito in merito all'uso della rodiola per l'emicrania da cui soffro dal menarca che adesso che sono appena entrata in menopausa mi attanaglia giornalmente.
non ho avuto beneficio, almeno così pare dalla rodiola, e dopo una visita dal neurologo del centro cefalee mi è stata proposta una terapia di profilassi in quanto gli attacchi coprivano la metà di un mese con uso di triptani (3 maxalt al mese da 10 mg) e talora tachipirina per la coda della cefalea altrettanto invalidante. mi è stata prescritta una dose di 8-10 gocce di amitriptilina a cui arrivare partendo da 1 goccia nell'arco di un mese e mezzo.
non mi piace l'idea di una profilassi ma mi vedo obbligata, credo, dal dolore. il medico di base consiglia l'assunzione massima di 2 gocce e vedere come và, è anche omeopata e vorrebbe provare la via morbida. Chiedo un parere perchè non so che consiglio seguire. Aggiungo che ho fatto uso di triptani quando proprio non ne potevo più, che cerco di non abusare di farmaci e che è forse per questo che mi sono cronicizzata. grazie per la pazienza e mi auguro di trovare una soluzione anche se ormai mi sento condannata da questa invalidità

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
se, in accordo con il suo medico curante, desidera intraprendere la terapia omeopatica è consigliabile che all'inizio questa affianchi la terapia convenzionale e miri innanzitutto a distanziare nel tempo gli attacchi acuti. Sia la cefalea catameniale (attacchi in corrispondenza delle mestruazioni) che quella in coincidenza del periodo climaterico si giovano dei farmaci omeopatici opportunamente scelti su base individuale. Nel'ambito delle medicine non convenzionali è consigliabile (associato) anche il trattamento in agopuntura.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 177XXX

Gentile dott. Scuotto,
la ringrazio molto per i suoi preziosi consigli e la saluto caramente.