Strana tensione e pesantezza alla testa

Salve,

da quattro giorni (dopo venti gg passati a curare l'herpes zoster adesso guarito quasi del tutto) sono comparsi nuovi sintomi del tutto inaspettati.
premessa:da 2 settimane sino a fine agosto oltre ai farmaci per curare l'herpes ho anche assunto integratori antivirali suggeriti dal mio medico.
1)1°giorno :tensione intorno alla testa non dolorosa a tratti percepita localizzata
2)2°giorno :malessere generale e debolezza dopo aver fatto lavori in casa e tensione continua sempre non dolorosa alla testa a tratti percepita localizzata, mal di testa in aumento in serata e temperatura corporea intorno a 36.6 .(prima di dormire ho preso un antidolorifico)
3)3°giorno :tensione continua sempre non dolorosa al mattino alla testa non dolorosa a tratti percepita localizzata il tutto in maniera più lieve ,miglioramento in tarda mattinata ma malessere e debolezza a pranzo (sembrava più psicologico).In serata temperatura corporea intorno a 36.9 .
3)4° giorno:la tensione continua al mattino temp.corp 36.2, riprendo a fare qualche lavoretto in mattinata ma verso l'ora di pranzo riappare debolezza e non appetito il tutto affievolito dopo aver pranzato. In serata condizione stazionaria senza dolori ma con la solita tensione alla testa e pesantezza anche se lieve ed a tratti.

Naturalmente il tutto accompagnato da ansia per i nuovi sintomi sconosciuti.
Il cambiamento del tempo mi ha portato a coprirmi e ad avere sudorazioni frequenti.
Le mie ultime analisi del sangue (2 mesi fà) hanno riportato valori abbastanza regolari
L'ansia , come per molti, mi porta a deduzioni ed associazioni preoccupanti (tipo tumori celebrali ecc)per cui il consulto mi serve per un consiglio sul da farsi e per evitare di "tuffarmi" in rete alla ricerca di notizie non corrette.

Grazie per il supporto
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

dice bene "non tuffarsi in rete alla ricerca di notizie non corrette".
Pertanto La invito a tranquillizzarsi, a farsi controllare dal Suo medico curante ed eventualmente ad effettuare serenamente una visita neurologica per una valutazione diretta dei Suoi disturbi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie,

seguirò sicuramente il consiglio anche perchè lo stato d'animo mi porta ai pasti con poco appetito e quasi nausea debilitandomi di conseguenza.

Aggiungo:
I disturbi continuano anche oggi e si aggiunge un senso di non digestione e malessere accentuato la mattina al risveglio, inoltre mi sveglio la notte dopo 3 o 4 ore di sonno cosa alla quale non ero per niente abituato.

Saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Dimenticavo:

può essere legato il tutto a nevralgia post-erpetica?

Grazie ancora.
[#4]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

nessun legame con un'eventuale nevralgia posterpetica.

Cordialmente
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dott. Ferraloro.

Purtroppo il mio medico ritornerà in servizio fra 1 settimana.
Ho letto un suo articolo sulla cefalea di tipo tensivo:è plausibile che possa trattarsi di tale patologia?mi sembra che molte indicazioni corrispondano all'elenco, alle descrizioni lette e ai parametri statistici.

Volevo anche un suo parere sulla cura che sto continuando per l'herpes zoster ma forse è meglio elencare ciò in altro post specifico.

grazie.
[#6]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

teoricamente la sua sintomatologia potrebbe starci con la cefalea tensiva ma un approccio clinico diretto è indispensabile per una valutazione più attendibile.
Può scrivere sempre in questo consulto la terapia che sta assumendo per lo zoster.

Cordialità
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve egr. dott. Ferraloro

cercherò di essere preciso elencandole i farmaci assunti e l'evoluzione patologica dell'herpes-zoster(tra parentesi indicherò i farmaci):

1°giorno:sensazione febbrile e lieve dolori all'inguine
2°giorno:temp.37°, lieve dolori diffusi su tutta la gamba anteriore
3°giorno:temp.37.1°, aumento dolore , consulto guardia medica 4°giorno:temp.circa 37° in serata, aumento dolore considerevole
5°giorno:presenza arrossamenti lievi, dolore in aumento
6°giorno: presenza arrossamenti lievi e piccole bollicine in due zone non estese, dolore degno di nota, consulto guardia medica (1 fiala MUSCORIL e 1 fiala DICLOREUM)
7°giorno: presenza arrossamenti estesi e piccole bollicine in aumento a esponenziale in più zone non molto estese dall’inguine al polpaccio laterale, dolore elevato, calore elevatissimo come fosse una gamba infuocata (1 fiala MUSCORIL e 1 fiala DICLOREUM), nonostante ciò non ho chiuso occhio per questo dolore
8°giorno:finalmente diagnosi e inizio cura (EFVIRAL 800mg ogni 4 ore, NEURAMIDE fiale alternata giornalmente a DOBETIN 5000mg e EFVIRAL pomata ogni 4 ore- DICLOREUM)
9°-14°giorno:cura in corso(EFVIRAL 800mg ogni 4 ore, NEURAMIDE fiale alternata giornalmente a DOBETIN 5000mg e EFVIRAL pomata ogni 4 ore)
15°giorno: cura in corso(NEURAMIDE fiale alternata giornalmente a DOBETIN 5000mg e EFVIRAL pomata ogni 4 ore)consulto medico curante (IMOVIRAL due al dì)
16°giorno: cura in corso(NEURAMIDE fiale alternata giornalmente a DOBETIN 5000mg e EFVIRAL pomata ogni 4 ore, IMOVIRAL due al dì)
17°giorno: cura in corso(NEURAMIDE fiale , EFVIRAL pomata ogni 4 ore, IMOVIRAL due al dì)
18-26°giorno: scomparsa definitiva ferite e croste al ventesimo giorno cura in corso(NEURAMIDE fiale , , IMOVIRAL due al dì) NB:il 25°giorno è l’inizio della mia “pressione in testa”
27°giorno:consulto sostituto medico curante (ANEVRIL retard 500mg una al dì)
28°giorno: (ANEVRIL retard 500mg una al dì)
29°-32°giorno oggi:nuovo consulto medico (continuo ANEVRIL retard 500mg una al mattino, NICETILE 500mg fiale per 20 giorni, BENEXOL compresse due al dì pranzo e cena)

grazie
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi pare di capire che lo zoster sia guarito.
Comunque la terapia di base è stata corretta, i farmaci adiuvanti variano da medico a medico.
Non penso che la sintomatologia alla testa sia da ricondurre allo zoster.

Cordiali saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
Ritiene che debba continuare il NICETILE 500mg per 20gg?
Per adesso ne ho fatte 2 di un pacco di 5 fiale:devo fare anche le altre 15?

Per lo zoster son rimasti sporadici dolori al ginocchio lievi.

Grazie
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

deve seguire la prescrizione del Suo medico curante.
Il periodo di 20 giorni è comunque congruo.

Cordialmente
[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie,

le farò sapere per la visita per il disturbo alla testa che farò al rientro del mio medico previsto per martedì.

Saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Sono caduto nuovamente nella trappola di internet e ho trovato un articolo di un medico che scriveva (in un'intervista)che i sintomi di cefalea di tipo tensivo sono riscontrati nel 70% dei pazienti con tumori celebrali: mi ero tranquillizzato pensando che in questi casi si trattasse solo di mal di testa importanti che io non ho avuto in questi 8 gg; invece si dice che il "fastidio" della pesantezza in cefalea tensiva è un sintomo più ricorrente.
Naturalmente non ho dormito bene, sudorazioni notturne e ansia.
Le chiedo di tranquillizzarmi in qualche maniera
perchè sono troppo ansioso e aspettare 5 gg cosi per il rientro del mio medico in stato di paura tra il lavoro e la famiglia non è facile.

Grazie ancora e scusi per l'insistenza.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

in internet ci sono migliaia di articoli non controllati, lasci perdere e non ci pensi.
Nella mia esperienza più che ventennale non ho mai avuto casi di sospetta cefalea tensiva che poi si sono rivelati neoplasie cerebrali. Si tranquillizzi e vada serenamente dal Suo medico.

Cordialità
[#14]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dott.Ferraloro per il suo contributo,

mi è stato veramente di aiuto.

Buon lavoro e cordiali saluti
[#15]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dott.Ferraloro

in attesa di andare comunque dal mio medico, ho fatto una visita presso il medico vicino di casa di un mio parente che in effetti non è un neurologo ma un neuropsichiatra.

Mi ha sottoposto ad una visita completa controllando (mi scuso ma non conosco i termini tecnici al riguardo):

1)riflessi arti inf e sup
2)forza arti inf e sup
3)un controllo "diverso dalla visita classica" della vista
4)controlli vari di equilibrio ecc

Dopo una serie di domande mi ha risposto che si tratta di stress ed ansia prescrivendomi:
1)XANAX 0.25mg cp (1 al mattino, 1/2 a pranzo e 1 la sera)
2)MAG ( 2 flaconcini per bocca, 1 a pranzo e 1 la sera)

Il tutto per 2 mesi.


Da venerdì non ho ancora assunto niente.

E' possibile che sia tutto frutto di stress ed ansia?
Sono situazioni a me comuni soprattutto quando ero ancora studente universitario ma mai avuto pressione alla testa.

E' giusto che rimanga un poco scettico di tale diagnosi?


Le aggiungo qualche dettaglio:
a pranzo il disturbo aumenta e avverto qualche capogiro.
Ricordando bene ho avuto in passato qualche capogiro simile solo in sporadiche occasioni quando in auto proseguivo ad alta velocità su percorsi autostradali ad elevata pendenza tipo svincoli.

Era forse più opportuno solo una visita da un neurologo?
Nessun cenno su possibile cefalee di vario tipo .ecc?

grazie
[#16]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

se l'esame neurologico (la visita che le è stata fatta), è risultata negativa potrebbe stare tranquillo. Inizi con fiducia la terapia prescritta dallo specialista.

Cordiali saluti
[#17]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,

il mio medico curante ha preferito diminuire le dosi rispetto a quanto scritto dal neuropsichiatra e verificare gradualmente i cambiamenti.
Ho cominciato la cura da 2 gg e visto che mi aspetto di poter nuovamente dormire senza il ricorrente risveglio dopo 2-3 o 4 ore di sonno e che almeno si attenui il fastidio alla testa, le domando:

1)il risveglio notturno è normale che ci sia per queste patologie e che debbano essere necessari più gg di cura per risolverlo?
2)Anche l'aumento di fastidio di pressione alla testa verso orario pranzo o post-pranzo con senso di "galleggiamento"(non uso il termine capogiro perchè credo non sia appropriato in quanto forse è un sintomo più importante)è da aspettarsi?
3)Lo scricchiolio intenso dovuto alla rotazione del collo è collegabile al mio problema?

Grazie
[#18]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

per un soggetto ansioso i risvegli notturni sono normali.
Inizi la terapia e mi faccia sapere. Per quanto riguarda lo scricchiolio al collo, questo è frequente nei soggetti con problemi cervicali.

Cordialmente
[#19]
dopo
Utente
Utente
22°giorno
Salve,

ho preso per 5gg mezza cp da 25mg di Xanax solo la sera,
adesso ho cominciato il primo dei 5gg aggiungendo anche la mattina (1/2 mattina e 1/2 la sera tot=1 cp da 25mg).Come prescrizione medica

Da ieri il fastidio si è concentrato verso la parte alta della mandibola divenendo più leggero nella parte alta dove si sentiva maggiormente.

Aggiungo alcuni dettagli che potrebbero servire:
Circa 10 anni fà da radiografia mi è stata segnalata cifosi, lieve scoliosi e un abbassamento sinistro del bacino di 1,5 cm.
Per quanto detto da chi mi ha sentito durante il sonno digrigno i denti durante il sonno da sempre (non ho cmq combaciatura tra le arcate dentarie). Nel frattempo che continuo la cura, per quanto detto sopra circa queste altre patologie, sarebbe il caso di eseguire esami strumentali minori (tipo radiologici) per poter escludere altre correlazioni?

grazie
[#20]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

Le consiglierei per il momento di fermarsi qui e non fare ulteriori accertamenti. Cerchi di stare tranquillo e vivere la vita con serenità.

Cordialità
[#21]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio,

la verità è che vorrei capirci di più, la mancanza di una minima comprensione da "non addetto ai lavori" mi lascia insoddisfatto ma devo accontentarmi.

Per la verità mi sento un pò meglio.
Rimane il fatto che mi sveglio la notte: sarà poco la 1/2 compressa della sera di Xanax consigliata dal medico curante?
In realtà, invece, il neuropsichiatra ne ha prescritto 1 per la sera.


Non voglio giudicare chi dei due ha ragione ma potrebbe darmi il suo parere o consiglio?

Cordialmente
saluti
[#22]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non conoscendo direttamente la Sua problematica e l'entità dello stato ansioso non posso darLe un parere in merito. In generale ascolterei il parere dello specialista anche considerando che permane qualche risveglio notturno.

Cordiali saluti
[#23]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora,

prenderò in considerazione la sua osservazione e la terrò informato.

Saluti
[#24]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
mi associo alla risposta del Dr.Ferraloro.
Gli stati ansiosi, solitamente vanno trattati con una modalità combinata, cioè farmacologica e psicoterapica, quest'ultima decodifica la sintomatologia , restituisce serenità, chiarezza e qualità della vita.
Auguri

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#25]
dopo
Utente
Utente
Egr.Dott.ssa

a volte (forse è proprio la prima), risulta difficile capire che l'ansia di un periodo tranquillo possa dare problemi di questo tipo considerato che ho passato innumerevoli periodi di ansia e stress (veramente notevoli) senza sintomatologia fisica.
Posso capire il trattamento farmacologico inteso come tentativo di una normalizzazione di benessere fisico ma la componente psicoterapica in un periodo così felice mi lascia scettico.

La ringrazio per il suo contributo e per i suoi auguri.

Saluti
[#26]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
L'ansia con somatizzazioni, non si correla al momento storico in cui si vive, può avere radici antiche.
Soltanto la terapia farmacologica, solitamente funziona fino a quando lei la assume o, poco dopo; se lei non modifica quello che le ha creato, mantenuto e consolidato il disagio, i sintomi, possono cambiare sede corporea, ma perseverare nel farle compagnia.
Ha scritto lei stesso, che l'ansia la porta a pensieri catastrofici ed a tentazioni varie di cercare notizie sulla sintomatologia.
Ancora auguri
[#27]
dopo
Utente
Utente
Capisco,

posso però concludere che il funzionamento(anche temporaneo) della terapia farmacologica può escludere patologie che darebbero cmq sintomi "sordi" a questa terapia in oggetto; questo è sicuramente di aiuto per la modifica dello stato ansioso di fatto.

La ringrazio anche perchè il suo contributo parallelo e trasversale inserisce utili elementi di discussione per il mio caso.

Saluti
[#28]
dopo
Utente
Utente
Avrei una domanda correlata,

premesso che la situazione migliora apprezzabilmente e che guardo in positivo il termine della terapia, ho un dubbio relativamente al farmaco Xanax.

Spiego brevemente:
sono donatore sangue effettivo e regolare da 11 anni e ho stamane chiamato al centro avis della mia città per sapere quanto tempo doveva passare dalla fine somministrazione del farmaco alla donazione e mi hanno risposto 60 gg.
Non è eccessivo tale tempo di attesa considerato che in molte circolari avis si parla di sospensione temporanea di 30 gg per antidepressivi e 3-7 gg per ansiolitici dall'ultima assunzione?

Grazie
[#29]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

in effetti mi sembra eccessivo ma deve attenersi a ciò che Le hanno detto all'Avis. Si informi meglio.

Cordialmente
[#30]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

per quanto riguarda l'Avis hanno chiarito che bastano 3/4 gg e che i 60 gg erano da riferirsi a chi faceva uso da lunghi periodi di ansiolitici.

In riferimento al problema in oggetto devo dire che il farmaco mi ha aiutato ma che (come era prevedibile) mi sono tranquillizzato del tutto con una RM che, oltretutto, mi ha consentito di "abbreviare" la terapia.

Le leggo il referto.

"Ventricoli laterali normali. Terzo e quarto ventricolo sulla linea mediana; dilatazione degli spazi sottoaracnoidei della convessità cerebrale cerebellare; assenza di zone di alterato segnale al livello degli emisferi cerebrali o in fossa cranica posteriore; si conferma l'esistenza di frattura lineare al livello della regione parieto-occipitale sinistra.
Assenza di zone di alterato segnale in fossa cranica posteriore"

La frattura si verificò a seguito di incidente stradale avvenuto 15 anni fà


Può commentare il referto?
Le domando se i capogiri avvertiti in auto al cambiamento repentino di altitudine sono legati alla frattura.
Si conferma che era tutto legato ad ansia o parzialmente?

Grazie ancora.

Cordiali Saluti
[#31]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la Rm encefalica è nella norma. Per Lei, oltre un esame diagnostico, la RM è risultata terapeutica.
Mi sembra altamente improbabile che le vertigini possano originare dalla pregressa frattura.
L'origine ansiosa è probabile, se dovessero persistere faccia una visita otorino qualora non ancora effettuata.

Cordialità
[#32]
dopo
Utente
Utente
Preg.mo Dott. Ferraloro,

La ringrazio ulteriormente per il suo tempo.

Due sincere parole di stima:

il sito è ottimo così come il contributo di tutti voi, complimenti ancora.
Questo è un esempio di applicazione deontologica e sociale;purtroppo oggi sono troppi ad essere gelosi della propria professionalità soprattutto se gratuita.

Seguirò la sua guida se necessaria.

Distinti Saluti



[#33]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

La ringrazio per le parole affettuose nei nostri confronti, cerchiamo di mettere a disposizione degli altri le nostre piccole conoscenze nel tentativo, non sempre riuscito, di dare delle informazioni corrette ed obiettive a chi le richiede.

Cordiali saluti ed auguri
[#34]
dopo
Utente
Utente
Salve,

riferisco qui per sapere circa la correlazione tra nuovo esame emocromocitometrico e passata patologia sempre qui descritta.

Dopo aver effettuato donazione del sangue si riscontra quanto segue:

2/10/2010

1)Hgb 13,10 (13,5-18) g/dL
2)Hct 38,7 (40-50) %
3)RDW 15,6 (11,5-15) %
4)ferritina 8,89 (22-275) ng/mL

Sono i primi valori fuori range dopo oltre 10 anni di donazioni e quindi analisi.
Il centro di medicina trasfusionale (che ha eseguito le valutazioni e le analisi) mi ha inviato anche una lettera di accompagnamento suggerendo di sospendere temporaneamente l'attivita' di donazione di SANGUE INTERO con relativa spiegazione sull'emoglobina bassa e di donare solo PLASMA.

Le chiedo se è normale pensare la nuova situazione ad un conseguenziale seguito post-herpes ecc oppure può trattarsi di un nuovo quadro clinico del tutto indipendente?

Grazie
[#35]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non è possibile rispondere a distanza al Suo quesito, l'anemia comunque è lieve, ne dovrebbe parlare col Suo medico curante. Comunque stia tranquillo.

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa