Paralisi facciale

Buongiorno

Ho sofferto in passato, circa 5 o 6 anni fa, di quella che chiamano Paralisi di Bell. Sei settimane fa mi è tornata di nuovo. La prima volta il medico mi disse che sarebbe passata da sola con un po' di pazienza e così fu, questa volta mi sono stati prescritti Acyclovir e Deltacortene (a scalare) e li ho assunti dal giorno dopo la comparsa dei sintomi per 3 settimane. Ad appunto sei settimane dalla comparsa ho notato miglioramenti (a riposo il viso appare quasi normale, l'occhio interessato è leggermente più aperto dell'altro, l'angolo della bocca non è più "in basso" come all'inizio ma non riesco ancora a sorridere nè ad aprire la narice e nemmeno a corrugare la fronte) ma mi sembra che i tempi di recupero siano maggiori. Devo preoccuparmi?

Ringrazio in anticipo ed attendo risposta
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Utente,

da quanto tempo è insorta la paralisi? E' seguita da un neurologo?

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
Utente
Utente
Salve,

è insorta sei settimane fa. Ho appunto notato diversi miglioramenti ma pare che, come dicevo, i tempi di recupero siano maggiori rispetto all'altra volta... Il mio medico ancora non mi ha consigliato una visita neurologica, dice che per il momento non è necessaria

Grazie della risposta
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Utente,

i tempi di recupero non sono quasi mai gli stessi nemmeno nello stesso soggetto per cui per questo non deve preoccuparsi. Faccia della ginnastica facciale.

Cordialamente
[#4]
Utente
Utente
...qundi secondo Lei non mi devo preoccupare e avere ancora pazienza? Ginnastica e smorfie ne faccio ogni giorno, sia a casa che nei momenti di pausa al lavoro. Dimenticavo di dirLe che la parte interessata non ha mai perso sensibilità (avevo letto di casi in cui è successo).

La ringrazio infinitamente per la velocità e la cortesia

Saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Utente,

attenda ancora un paio di settimane e se non dovesse notare ulteriori miglioramenti consulti un neurologo.

Cordialità