Utente 173XXX
Gentili Dottori buongiorno,

apro questa richiesta di consulto per chiedervi un'informazione al riguardo della cervicale e spero che voi mi potrete essere d'aiuto. Ora vi spiego le mie domande quali sono. Innanzitutto vorrei sapere come si fa a sapere se si soffre realmente di cervicale, se la schiena con una leggera lordosi (quindi schiena leggermente ricurva) può causare cervicale e in caso di cervicale se ci sono metodi di curarla o eventualmente se esistono diciamo terapie al riguardo. In attesa di una vostra risposta, anticipatamente vi saluto e vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

"soffrire di cervicale" è una dizione generica che non vuol dire nulla. Infatti al livello della colonna cervicale possono insorgere diverse situazioni non fisiologiche di entità diversa. Si può andare dalla semplice contrattura muscolare, all'artosi, alla protusione, all'ernia discale, ecc.
La prima cosa da fare è la visita medica dal proprio medico curante o da uno specialista (fisiatra, ortopedico, neurologo). Il medico poi, in base ai riscontri della visita, potrebbe prescrivere eventuali esami diagnostici, se ritenuti utili.
Infine la terapia, questa si prescrive in base ad una corretta diagnosi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 173XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio per la sua risposta e ci tenevo a precisare che io sono già andato dal mio medico curante e mi ha detto quest'estate che poteva essere la cervicale perchè mi è successo di avere capogiri soprattutto quando mi sdraiavo sul letto senza cuscino o tentavo di tirare su la testa sempre da sdraiato tenendo le spalle sul materasso (non so se sono stato chiarissimo spero di si) dopo aver sudato un bel pò quest'estate dietro al collo e aver preso dell'aria e infatti mi ha segnato all'occorrenza VERTISERC ma il fatto è che adesso anche non sudando e non prendendo molta aria mi capita (come qualche ora fa) di avere dei giramenti di testa così improvvisi ad esempio come poco fa che per scrivere una cosa ho abbassato la testa e appena ho tirato giù lo sguardo mi ha iniziato a girare e anche mentre mangiavo ed è durato per pochi secondi e questo non è l'unico episodio che mi capita...Per questo volevo chiedere come si faceva a capire se realmente soffro di cervicale (ho 22 anni) e se c'era qualche cura o terapia se una confermata la cervicale si poteva fare. Attendo una sua ulteriore risposta, la ringrazio in anticipo.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le ho detto precedentemente prima ci vuole una visita medica diretta, poi in base al sospetto diagnostico il medico potrebbe richiedere eventuali esami diagnostici, infine in base alla diagnosi si prescrive la terapia.
"Avere le cervicali" non significa nulla, non è una diagnosi, tutti abbiamo le cervicali perchè con questo termine s'intende la colonna cervicale costitutita da 7 vertebre.
Poi la colonna cervicale può dare origine a diverse patologie (contratture, artrosi, protrusioni discali, ernie, ecc).
Lei ha già una di queste diagnosi?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 173XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio per la risposta, le volevo dire che da quanto io sappia non ho quelle patologie che ha scritto lei, io le ho riferito soltanto quello che mi aveva detto la mia dottoressa di base dicendomi che avevo la cervicale molto probabilmente,,,io di queste cose non ci capisco nulla per questo mi sto rivolgendo a voi che siete esperti nel settore.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si faccia dire allora di quale patologia cervicale soffre ed in base a questa si stabilirà chi è lo specialista di riferimento e quale terapia sarebbe più efficace.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 173XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio per la sua risposta e le volevo chiedere un'ultima cosa, il fatto che quando mi alzo in piedi diciamo da seduto o da sdraiato e mi sento un pò la testa che gira, un pò pesante con la necessità di chiudere e stringere per un attimo gli occhi perchè mi sembra come se mi si stringa la vista può essere causata dalla cervicale? Visto che so che potrebbe essere la pressione che fa questi sintomi ma avendola sempre nella norma (120/80 circa) potrebbe essere questa la causa secondo lei? Le faccio queste domande perchè è da un periodo che mi sento sempre questa testa "pesante" e come se cosi all'improvviso mi giri un pochino tipo sensazione di vertigini. In attesa di una sua, come sempre, cortese risposta, anticipatamente la saluto e le auguro una buona serata.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in alcuni soggetti predisposti potrebbe determinarsi quando si passa dalla posizione sdraiata a quella eretta un calo pressorio, questa situazione viene definita "ipotensione ortostatica" e potrebbe essere una causa del disturbo descritto.
Anche un problema cervicale e psicosomatico potrebbero causare il sintomo riferito.
Ne parli col Suo medico curante se dovesse persistere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 173XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio per la sua risposta quindi oltre al mio medico di base a chi dovrei rivolgermi? a un otorino per risolvere la situazione? O a chi altro? La ringrazio

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

prima ne parli col Suo medico curante, poi in base al sospetto diagnostico il medico Le consiglierà lo specialista di riferimento.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro