Eeg alterato in seguito ad episodio sincopale grave in paziente di anni 16

Gentili dottori,
di seguito vi riporto il referto eeg cui è stata sottoposta mia sorella di anni 16 in seguito ad un episodio sincopale grave,con perdita di coscienza di circa 40minuti,associata a rigidità della mandibola,bava alla bocca.
Il primo eeg effettuato la stessa mattina del suddetto episodio evidenziava presenza di onde puntute sporadiche.Ad una settimana di distanza si è effettuato un secondo eeg in privazione di sonno;queste le conclusioni:Attività di fondo instabile x fluttuazione della vigilanza veglia-assopimento.Attività alfa bilaterale reagente ad apertura occhi,instabile,intercalata a tratti in cui l'attività cerebrale è desincronizzata e ipovoltata.Rari elementi lenti su regioni temporali.All' itn comparsa di una sequenza teta ipervoltata e puntuta diffusa.
CONCLUSIONI:anomalie di non chiara natura irritativa.Utile controllo e valutazione per eventuali approfondimenti diagnostici
L'esame obiettivo neurologico era nella norma.Visita cardiologica normale con ecg evidenziante solo bradicardia sinusale( x cui assume Gutron gocce,al mattino) ed ecocardio senza anomalie del setto interatriale,solo lieve rigurgito mitrale e tricuspidale non significativi da un punto di vista emodinamico.La TAC cranio è negativa per lesioni parenchimali.
In attesa di un nuovo consulto neurologico e della RMN potreste spiegarmi il significato di questo eeg??? E' possibile si tratti di epilessia o questo tracciato può essere riconducibile ad un problema vascolare?
Vi ringrazio per la disponibilità
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

il tracciato EEG è aspecifico e di significato clinico dubbio, infatti l'elettroencefalografista parla di "anomalie di non chiara natura irritativa". Teoricamente potrebbe essere un tracciato di tipo epilettico, soprattutto in quanto effettuato lontano dalla crisi, ma non ci sono elementi che ci danno la certezza in quanto non ci sono le alterazioni tipiche epilettiche. Tutto ciò comunque lo dico senza avere visionato il tracciato direttamente ma esclusivamente in base al referto.
Certamente utile sarà la RM encefalica. Personalmente farei visitare la ragazza da un epilettologo (neurologo esperto in epilessie).

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la rapidità con cui mi ha risposto.Le farò sapere non appena avrò delle novità.
Saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Ok, leggerò volentieri.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,
vorrei chiederle un'informazione. Il medico curante vorrebbe che mia sorella facesse oltre ad una risonanza encefalo anche un'angiorisonanza.Potrebbe spiegarmi a cosa serve questa indagine?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

concordo con l'effettuazione dell'Angio-RM che è un esame che studia i vasi intracranici ed è un esame complementare alla RM tradizionale.

Cordialità

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test