Utente
Gentili Medici, buonasera.
Sono un ragazzo di 29 anni e sono di Bari.
il mio 29esimo anni è stato il peggiore di tutti che "vanta" storiacce orribili.

Ho conosciuto una forte depressione che mi ha spaventato.
è arrivato tutto con un forte ..io lo chiamo: "Magone" al petto che mi teneva gelido, senza più voglia di far nulla e senza stimoli.

Dopo la depressione mi riprendo un po ma vengo a conoscere una cosa PEGGIORE... e cioè L'ipocondria o nel mio caso una "SUPER CARDIOFOBIA"
Sempre in allerta alla minima fitta toracica, alle pulsazioni, ai bpm, pressione arteriosa (sempre nella norma o lievemente bassa), INSOMMA avevo paura che il cuore si fermasse da un momento all'altro....


Ma tutto questo poi andava scemando ed è tutto passato! Ho fatto sedute da psichiatra, ho iniziato a fare molto sport ad appassionarmi al ciclismo insomma ho curato bene la situazione.
ho usato xanax per qualche mese e ho lasciato gradualmente con l'aiuto dei medici e sono felice.

è rimasto solo un piccolo problema che mi sono studiato durante tutti questi mesi....
è questo problema quando mi si presenta è come se mi portasse quel lontano gusto amarognolo dell'ipocondria ma poi non ci penso perchè è un problema che mi si presenta da un anno qualche giorno si qualche giorno no... qualche giorno fortissimo e poi sparisce....

Il problema è una strana "FITTA AL PETTO" 2-3 dita sotto al collo.. sul petto superiore...
quasi come se fosse un palloncino che scoppia... o spillo che punge e in quell'istante di dolore si irradia alle braccia ma sparisce immediatamente...

si presenta sia a riposo o dopo uno sforzo ma non sempre.

ho imparato ad ascoltare e a calcolare i tempi di questa fitta...
sembra quasi che mi viene QUANDO SONO IN INSPIRAZIONE CON LA TESTA GIRATA A DESTRA O SINISTRA...

in fatti quando sono in bici mi viene solo se devo salutare un amico quindi girar la testa e stare un attimo fermo con il respiro....

la fitta è dolorosa e pungente ma sparisce subito... e mi lascia un senso strano al petto e alla gola che penso sia più la paura che si è presentato questo fenomeno.

la mia domanda è...
dopo aver fatto molteplici esami negativi tra cardiologia e vari in ospedale...
potrebbe trattarsi di semplice nevralgia???
o potrebbe essere un fattore neurologico???
o è solo ansia????
(la fitta mi viene quando faccio movimenti quindi credo che l'ansia sia da escludere
anche perchè ho pagato per farmela curare con grandi risultati)

Tra l'altro ho perso 20 kili e sto ancora perdendo peso perchè ero molto grosso 127...
ora sono 103 e sono sempre in discesa...
qualcuno mi ha detto che chi dimagrisce ha fitte al torace...

Io ho parlato con un medico neurologo che mi ha fatto molte domande e che poi mi ha detto che sono appostissimo... ma vorrei un attimino indagare di più.

Grazie per l'attenzione
in attesa di un riscontro
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione l'ipotesi di una nevralgia è possibile, infatti le fitte dolorose di brevissima durata spesso indicano proprio una nevralgia. Non esclusa però l'origine ansiosa.
Il neurologo con cui ha parlato, oltre il colloquio, l'ha anche visitata? Quale ipotesi diagnostica ha avanzato?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grentile Dr Antonio Ferraloro,
Con il neurologo ho avuto solo un colloquio dove mi ha fatto varie domande, ha voluto sapere il mio stile di vita e le brutte avventure emotivhe che ho passato,
quindi una vita molto sedentaria e poi subito sport circa 5 mesi di sport ecc...
Lui sosteneva che potrebbe essere proprio il fatto che , visto che mi sono preoccupato per la mia salute quindi per il cuore, ho fatto uno sbalzo da stare sempre senza far nulla a fare sport a pieno tempo...
forse la perdita di quasi 20 kili molto velocemente,
non ha notato in me nulla di anomalo e quindi secondo lui non c'è stato bisogno di far alcuna visita...
tra l'altro ho scoperto che la fitta viene quando sono più stanco e con poche ore di sonno....

Oggi sono andato a mare e mi sono fatto una nuotata non indifferente, mi sono sentito bene e allenato, e nessuna fitta.... al contrario di ieri sera che ero ad una festa di paese e prima di chiedere 2 arachidi ad una bancarella si è presentata forte e sparita subito dopo.... mahh...

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le due ipotesi, quella nevralgica e quella ansiosa, sono entrambe possibili.
Senza alcuna preoccupazione, se il disturbo dovesse persistere, faccia la visita neurologica almeno per cercare di risolvere il problema, iniziando, ove possibile, un'adeguata terapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentil dottore io la ringrazio.
Il medico di famiglia ha anche previsto (nel caso la fitta dovrebbe aumentare di intensità e frequenza) una Gastroscopia + visita neurologica.

Lui sostiene che potrebbe anche trattarsi di una piccola ernia iatale o qualcosa come esofagite da reflusso o altro.

però per queste cose molti sintomi mancano all'appello ... e le fitte sono troppo brevi....

quindi ha incluso una visita neurologica per essere tranquilli.

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore...
Oggi ho avuto un altro indizio forse utile...
allora io mi scuso se sono uscito un attimo fuori di tipologia di consulto
però un aiutino base può sempre essere utile...

Allora, questa notte ho dormito solo 4 ore circa perchè ho dovuto accompagnare mamma a visita,

ho mangiato regolarmente e bevuto 2 caffè, uno di troppo perchè mi serviva...

Verso le 3 ho avuto un calo strano mi sentivo strane sensazioni al braccio
mi sentivo svenire... sono andato a fare un servizio e ho sentito quella fitta ben 2 volte che mi ha lasciato una pesantezza sul petto...

ho subito misurato la glicemia ed era 101, e subito dopo la pressione , e li mi son spaventato un po.. la pressione era a 119- 43... e quando l'ho misurata stavo quasi meglio,
non oso immaginare quando ho sentito la sensazione di svenimento la pressione minima a quanto era....
ho chiamato il medico di famiglia e mi ha detto di evitare il caffè specie se mangio poco,
e di mangiare un po di liquirizia e un po si affettato con pane
ho rimisurato la pressione ed è a 126 -54... domattina andrò in studio e mi visiterà

Potrebbe trattarsi anche di pressione bassa???
tra l'altro la fitta mi è venuta quando mi sono messo con il busto un pò avanti quando ho esattamente suonato al citofono per dire "sono io apri"
li una scossa!
:( sono preoccupato

[#6] dopo  
Utente
Tra l'altro sento freddo e ho come una sensazione di fare molti rutti ma che non escono...

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non è possibile dare un parere attendibile riguardo la sintomatologia che riferisce, dovrebbe seguire le indicazioni del Suo medico curante ed effettuare le visite specialistiche prescritte.

Dr. Antonio Ferraloro