x

x

Paralisi isolata completa del vi nervo cranico

BUONGIORNO,
MIA MOGLIE HA 47 ANNI, ED E’ STATA RECENTEMENTE RICOVERATA A SEGUITO DI UNA SERIE DI SINTOMI (prima vomito, nausea, cefalea, dolori cervicali, e successivamente diplopia occhio sx)
A SEGUITO DI ACCERTAMENTI, LE E’ STATA DIAGNOSTICATA UNA “PARALISI ISOLATA COMPLETA DEL VI NERVO CRANICO"
DAI SUCCESSIVI ESAMI (Tac, Risonanza magnetica ecc), NON SONO EMERSE PATOLOGIE GRAVI;
DAI REFERTI, E’ STATA EVIDENZIATA UNA IPOTENSIONE LIQUORALE.
ATTUALMENTE, E’ TRATTANUTA IN OSPEDALE PER ULTERIORI ACCERTAMENTI.
LE SOTTOPONGO ALCUNE DOMANDE:
1) Quali sono le possibili cause di un tale quadro clinico? Lo stress è un fattore da prendere in considerazione? Esiste una predisposizione oppure no?
2) A suo avviso, quali accertamenti sono ancora possibili e utili per definire meglio il problema? E’ possibile che venga trattenuta in ricovero, per fini di approfondimento scientifico e non per necessità?
3) Quali sono le cure necessarie per la diplopia e per l’ipotensione liquorale?
4) Sono problemi risolvibili definitivamente?
5) Ritiene che tale quadro clinico, sia spia di problemi futuri?

MI FACCIA SAPERE
GRAZIE
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile utente

Nei limiti imposti da un consulto online posso dire che una paralisi isolata del VI nervo cranico può avere svariate cause, ma tra queste non rientra lo stress. Gli accertamenti strumentali vanno decisi dal clinico, tra questi risulta fondamentale la RM encefalica con mezzo di contrasto. In una paralisi del nervo "idiopatica" può essere utile una rieducazione ortottica per velocizzare il recupero del nervo che spesso è completo. Per quanto concerne l'ipotesione liquorale vanno escluse le cause, soprattutto una fistola liquorale che nel caso sia presente va trattata chirurgicamente. Nell'ipotesione liquorale da disidratazione va assicurata una buona idratazione.

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio