Utente
gentili dottori, scrivo per un problema che assilla mio padre da circa 2 anni. mio padre di anni 82 due anni fa' ha subito un intervento di emicolectomia sinistra, tutto andato bene, tranne che dopo il risveglio dall'anestesia mio padre non e' piu lo stesso. in ospedale non riusciva a dormire per giorni interi.dopo il ritorno a casa praticamente di giorno tutto ok tranne sul ripetere durante il giorno le stesse cose, la sera dopo che va a letto alle ore 20 inizia il calvario non riesce a prendere sonno magari fino alle 24.00 e continua a volersi alzare vestirsi spesso non riconosce la camera da letto, non riconosce mia madre e fa discorsi che hanno si un senso ma sono fuori luogo.ho notato che la notte quando e in crisi diciamo..lui pensa e ripensa in continuazione, abbiamo provato con delle gocce di serenase + tavor prima del letto,,ma ninete poi dopo un controllo presso il reparto di neuro abbiamo iniziato con il seroquel da 25mg che alle volte sembra di funzionare ma adesso da circa 2 mesi da quanto praticamente mio padre causa una bronchite e' rimasto sempre a casa..sembra non fare effetto...di giorno non crea problemi ma man mano che si avvicina la sera sempra peggiorare.vi chiedo gentilmente un vs parere grz

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è stato verificato se il problema sia di origine vascolare (vasculopatia cerebrale su base ipossico-ischemica, cioè da deficit di ossigenazione del cervello) o degenerativa neuronale?
Questa differenziazione è agevole a farsi mediante esami di neuroimaging (TC o RM).
Oltre alla terapia sedativa (dosaggio seroquel?) quali altri farmaci assume?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
buongiorno ..per il dosaggio seroquel assume una compressa da 25mg alle 20 prima di andare a letto. altri farmaci solo lo xantal alle ore 18, psyllogel alle ore 10.00 alternato al movicol.
le reporto l'esito della tac encefalo fatto in ospedale mentre era in reparto dopo 'intervento di emicolectomia..
esame encefalo eseguito in condizioni di base,non mostra alterazioni tdm a densita' ematica in sede e sottotentoriale.
linea mediana in asse.
piccole ipodendita' in sede nucleo-capsulare bilateralmente da riferire a fatti pregressi ischemici.
ipodensita' diffusa della sostanza bianca periventricolare da defict cronico di flusso.
aumento in ampiezza in senso atrofico degli spazi subarcnoidei della base e della convessita' e del sistema ventricolare sopratentoriale.
utile se ritenuto opportuno controllo a distanza.
le ho riportato quanto scritto..
cordiali saluti
dimenticavo non so se puo essere utile..pressione arteriosa da sempre 110/60
emocromo fatto ogni 6 mesi tutto nella norma
ieri per esempio era una bellissima giornata, ed ho deciso di farlo uscire e venire con me..bene e' stato magnificamente bene ho visto la serenita in viso..lo vedevo tranquillo.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<<ipodensita' diffusa della sostanza bianca periventricolare da defict cronico di flusso.
aumento in ampiezza in senso atrofico degli spazi subarcnoidei della base e della convessita' e del sistema ventricolare sopratentoriale>> questi due elementi (vascolare e neuronale) possono giustificare la sintomatologia riferita.
Sarebbe utile eseguire test neuropsicologici inerenti le varie facoltà mentali (memoria, esecutività, ecc..) presso un collega esperto in tal senso o presso un centro U.V.A.
Comunque anche il dosaggio del seroquel può essere aumentato, se necessario e sempre su prescrizione del medico che segue Suo padre.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
grz e gentilissimo come sempre..desideravo un suo pensiero...come mai' tutto e successo dopo il risveglio dall'anestesia? prima del ricovero in ospedale mio padre non ha mai minimamente soffertodi questi problemi...ho magari erano cosi lievi che non abbiamo mai notato niente.
stamani rovistando tra i farmaci ho trovato ARDCOGITON che ci avevano prescritto in reparto di neurologia dopo una visita veloce.....a cosa serve e se posso darlo a mio padre.....
ieri portandomelo al suo lavoro l'ho visto attivo ed ha preso subito tutto in mano nel suo lavoro.quindi anche un po di ansia depressiva magari visto che lui per adesso sta a casa da piu di tre mesi causa un bronchite e quindi inizia a ripensare e ripensare.
se puo darmi gentilmente delle risposte su quanto sopra.
e se posso avere il suo contatto per un eventuale incontro,grazie

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'anestesia può causare questi effetti, generalmente reversibili, o può slatentizzare eventuali problemi esistenti ma non ancora manifestati come potrebbe essere il caso di Suo padre (il condizionale è d'obbligo!).
C'è la possibilità che riprendendo la vita "normale", non più segregato in casa, la sintomatologia possa regredire spontaneamente.
Il farmaco da Lei indicato è un integratore con azione antiossidante che, essendo prescritto da un medico, può assumere tranquillamente.
Per contatti diretti può utilizzare il numero di cellulare presente nella mia pagina personale di questo sito.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
grz numero messo in memoria..posso farlo assumere a mio padre l'integratore..oppure devo parlare prima con il medico?
penso ignorantemente che non possa far altro che bene...

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l'ha prescritto un medico, peraltro neurologo come mi sembra di capire, non ci sono problemi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
buon pomeriggio..riscrivo per un vs parere...praticamente succede che la notte tipo verso le 23 mio padre si sveglia, e chiede di essere riportato a casa,,vuol sapere come e chi lo ha portato li'...io continuo a rassicurarlo che si trova a casa, con me lui dialoga , mi riconosce..e cerco di tranquillizzarlo..poi capita che mi dice ..mi fa male la testa..io lo vedo praticamente in continuo pensare e pensare....magari poi si riaddormenta e l'indomani e diciamo ok....pero' ultimmamente sta succedendo 1/2 volte a settimana....ho sentito parlare di EBIXA-OPPURE EXELON, possono essermi di aiuto...grz

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
<<chiede di essere riportato a casa,,vuol sapere come e chi lo ha portato li'...>> questo è un classico dei pazienti con i problemi di Suo padre e lo possiamo considerare "nella norma".

Per quanto riguarda i famaci in questione, questi sono utilizzati nella demenza di Alzheimer e sono prescritti, con piano terapeutico, dai centri U.V.A. (Unità Valutazione Alzheimer) dopo la visita medica, eventuali esami diagnostici e test neuropsicologici. In base al loro esito poi lo specialista deciderà sull'eventuale utilità della prescrizione dei suddetti farmaci. Le ricordo che questi non guariscono il problema ma possono rallentare il decorso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
la ringrazio sempre di cuore per le sue risposte. desidero chiederle una cosa..puo' il seroquel non essere il suo medicinale adatto? e' per psicopatici? ma mio padre non lo e'...almeno visto da me'. si puo sospendere eventualmente la somministrazione? 25mg al di.esiste un qualke alternativa per poterlo fare dormire tranquillamente?..capisco le domande e la distanza..ma mi perdoni dottore. grz
poi mi sembra di aver letto che per gli anziani con demenza e pericoloso e non va usato.
puo' essere un fattore legato all'ansia? e magari alla visita neuro non hanno notato la cosa?
tipo ieri sera verso mezzanotte mia madre mi ha raccontato che si e' svegliato ed al solito voleva essere portato a casa,,oppure voleva che chiamasse me per andare da lui etcetc.
le rikiedo scusa......

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
25 mg al giorno di seroquel rappresentano un dosaggio basso che però potrebbero essere sostituiti qualora il farmaco venga utilizzato solo come induttore del sonno. Infatti in tal senso possono essere prescritti altre tipologie di farmaci con minori effetti collaterali e più tollerati, non solo benzodiazepine, comprese alcune "off label", cioè che non riportano in scheda tecnica l'indicazione specifica dei disturbi del sonno ma hanno caratteristiche tali da renderle efficaci in questa condizione.
Ne dovrebbe parlare col medico che segue Suo padre.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
dottore non e' che potrebe elencare il principio attivo di alcuni di questi? le sarei grato..anche per adesso a solo scopo didattico, in attesa di un consulto..grazie
ps lo zolpidem?come si presenta come farmaco..potrebbe essere a caso ns

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lo zolpidem è un induttore del sonno e può essere utilizzato, SEMPRE dopo prescrizione medica.
Mi riferivo pure ad altre molecole che, essendo peraltro off label, non è il caso di citarle.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
qundi lo zolpidem oppure altri che sconosco potrebbero fare al mio caso?esistono farmaci di nuova generazione magari non benzodiazepine che possono essere per il caso di mio padre?
in che modo si puo sospendere il seroquel che assume da due anni?
perke visto dal mio lato, mio padre non e' un psicopatico...ha solo bisogno di ritrovare la sua serenita' di notte...perke il giorno e tutto ok..succede solo che si interrompe il sonno con risvegli anke 2/3 volte a notte e non riconosce le sue cose....praticamente a solo a me come punto di riferimento.....alle volte disconosce pure sua moglie...per poi magari dopo 2 ore riaddormentarsi e tirare fino alle 9 di mattina....

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non si possono consigliare farmaci a distanza senza conoscere adeguatamente il paziente, per questo deve rivolgersi al medico che segue Suo padre.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
grazie dottore capisco.......

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Oltre che deontologicamente scorretto è vietato anche dalla legge.
Ne ero certo che avrebbe capito.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
cerchero' di ocntattare il neurologo che lo ha seguito tempo fa' e cercare di capire se possibile la sostituzione eleminazione del seroquel......perke a noi serve se necessario un farmaco che lo faccia dormire, il piu salutare possibile

[#19] dopo  
Utente
buonasera gentilissimi dott. scrivo per aggiornare il caso.
dopo un po di attesa oggi e' stato il turno di papa' presso il centro uva per il test, la dottoressa che lo ha preso in cura ha effettuato i test ed il risultato a dire da lei e' stato ottimo in riferimento all'eta' 82 anni, risultato test 24...ci ha deto trattasi di demenza vascolare...abbiamo chiesto se servono dei farmaci ci ha detto di rivederlo tra 1 mese per vedere l'evolvere..ma noi abbiamo fatto presente che il tutto si protrae da 2 anni, praticamente dopo uscita dall'ospedale e' piu preciso dopo anestesia.potete gentilmente consigliarmi cosa fare...papa' attualmente assume solo la sera 25mg di quietapina...
non capisco perke rivederci tra 1 mese.
e' di competenza di un centro uva oppure neurologia, seguire questo caso?
certo di una vs cordiali saluti

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che il test somministrato sia l'MMSE, il punteggio ottenuto, 24, è un buon punteggio che non indica al momento un problema cognitivo importante.
Rivolgersi ad un neurologo? Potrebbe essere una buona soluzione, altra opzione valida è pure il controllo ad un mese per valutare eventuali modificazioni cliniche.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente
buongiorno, e grz sempre per la sua competenza e gentilezza. presso il centro di igiene mentale dove residiamo ci ha detto la dott.sa che lo vuole rivedere tra circa 1 mese, mentre noi continuiamo a monitorare la situazione, al solito alterna notti perfette ed altre che si sveglia alle 10 si veste e chiede di uscire per andare a casa prorpia, e questo fino alla mattina, dopo arrivo io e lo porto con me al lavoro, ed il fatto e' che mio padre mi racconta tutto , quindi si ricorda del trascorso...
praticamente, papa e stato visto piu volte da un neurologogo il quale le ha prescritto e prende ormai da 2 anni quietapina da 25 mg la sera...
le chiedo scusa se lo assillo sempre con le solite cose, ma vedere mio padre cosi' mi fa star male, lei pensi che abbiamo messo un cancelletto in ferro per evitare che magari la notte tenti di uscure di casa, e' gia successo 1 sola volta al solito voleva andare a casa sua. certo di una sua cordiali saluti.

[#22]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbe sentire anche il parere di un altro neurologo.
Comunque non è raro riscontrare tale sintomatologia in maniera episodica e non continuativa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente
buonasera dottore siamo ritornati presso il centro UVA come da appuntamento per la seconda visita,,papa a risposto nuovamente in modo simile al primo, praticamente la dottoressa che lo segue lo trova vigile e presente,,e mi ha detto che non puo essere inserito in terapia,,perche non si tratta di halzaimer..ma di demenza vascolare e che a detta di lei e' normale in un 82 enne....io le ho chiesto cosa poter associare al seroquel da 25mg che prende la sera prima di dormire, per poter prolungare il sonno e la sua qualita' onde evitare al minimo i risvegli notturni, mi ha detto di provare con il tavor, ma io non so come procedere,,vorrei evitare effetti collaterali tra il seroquel ed altro.....cosa mi consiglia ci sono nuovi e piu sicuri farmaci? con meno effetti collaterali? posso inserire la melatonina con il seroquel? serve oppure no? mi scuso per le troppe domande,certo di una sua cordiali saluti
p.s. tipo fare assumere oltre al seroquel anche zolp...m?

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Come Lei certamente sa non è possibile a distanza consigliare farmaci per cui provi l'ansiolitico che Le ha prescritto la specialista, avendo solo cura di distanziare le due assunzioni di circa un'ora, iniziando con bassi dosaggi dell'ansiolitico per arrivare gradualmente alla dose consigliata, a meno che questa sia già bassa in partenza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente
grz sempre per la gentilezza e cortesia..provero a sentire il medico.....

[#26]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla! Ok, veda cosa Le dice il medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente
buonasera, avrei bisogno in attesa di sentire il medico di famiglia, se l'uso della melatonina potrebbe un po aiutarci per la notte. se si posso associarla al seroquel oppure no?
ps posso aver gentilmente un suo pensiero, circa il valdoxan?

[#28]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non sono note interazioni negative tra melatonina e seroquel ma prima ne parli col medico curante.

Il valdoxan (agomelatina) è un antidepressivo che alcuni colleghi utilizzano anche per la regolarizzazione del sonno. Controindicato nei pazienti con problemi epatici e nei pazienti anziani, soprattutto con demenza, per cui ritengo non sia il caso di somministrarlo a Suo padre.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente
grazie sempre per la cortese disponibilita e' competenza.