Utente
Salve, dopo tante visite inutili mi è stata diagnosticata la spasmofilia.
La neurologa che mi segue mi ha fatto fare una serie di analisi del calcio e dal valore min di 4 il mio è 1. Cosi ho preso del calcio dopo pranzo( Calcium-Sandoz 1000mg), magnesio e 15 gocce di vitamina d la sera per un mese. In più una siringa di calcio a settimana. Durante la terapia i dolori alle articolazioni sembravano alleviati. Ho sospeso la cura per ripetere le analisi ma dopo un mese di sospensione i doloro sono ritornati. secondo voi dovrei fare anche qualche esame per vedere se ho problemi di osteoporosi?

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Gent.le
il trattamento mi sembra adeguato.
La diagnosi è stata supportata anche dal test elettromioneurografico di superficie dopo ischemia?
Immagino di si giacchè fa parte dei protocolli:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7031826?dopt=Abstract

Circa il quesito circa l'osteoporosi mi sembra un discorso controverso vatutata la sua giovane età e gicchè sta assumento CalcioMagnesio e Vitamina D.
Quanto è la sua attuale calcemia?

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. ho appena ritirato i risultati. preciso che ho sospeso la cura da un mese. i valori sono i seguenti:
calciuria 28,46.
Fosfaturia 82,00
Calcio 8,9
Fosforo. 4,16
Calcio ionizzato 4,,0
Prima della cura erano i seg:
Calcio8,9
Calciuria25
Fosforo3,4
Calcio ionizz 1,10
cosa mi consigliate?

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Perdoni ma mi sembra di aver già espresso un parere ed un iter diagnostico. Per il resto porti gli esami al al suo medico.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
DI CERTO LUNEDI ANDRO DALLA DOTTORESSA CHE MI SEGUE. MI SEMBRAVA CORRETTO DARLE I RISULTATI DATO CHE MI AVEVATE CHIESTO I VALORI DEL CALCIO. SE POSSO, COSA NE PENSA DEI VALORI DELLA CALCIURIA ANCORA BASSA? E INOLTRE QUESTA MALATTIA è POSSIBILE CHE MIA FIGLIA L'ABBIA EREDITATA?

[#5]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
In sintesi:
-assolutamente corretto come lei abbia voluto comunicarmi il risultato degli esami;
-assolutamente "scorretto" il tono e le "TUTTE MAIUSCOLE", sappiamo entrambi cosa significa sul web ovvero alzare la voce/urlare e questo non ritengo di poterlo consentire;
-pertanto il consulto a distanza potrebbe anche finire qui, non crede anche lei?;
-ma giacche, in ogni caso, faccio il medico per passione (avrei potuto fare qualcosa di meno impegnativo e più remunerativo) ne sia prova il fatto che aderisca a questo servizio volontariamente ed a titolo assolutamente gratuito avrà un ulteriore spiegazione e parere (qualora sia sempre interessato);
-circa la questione calciuria ancora bassa nonostante il trattamento intrapreso innanzi tutto diciamo come l'esame sia utile per indagare il metabolismo del calcio nell'organismo, al quale partecipano soprattutto tre ormoni: calcitonina, paratormone e colecalciferolo;
-il valore normale di calciuria è mediamente compreso tra 100 e 250 mg/24 h (donne) e tra 100 a 300 mg/24 h (uomini);
-mi sembra di poter dire come a fronte di un trattamento già iniziato ed al momento sospeso manchi ancora un elemento, il più importante ovvero la diagnosi di causa;
-le cause di calciuria bassa possono essere diverse, ad esempio:
ipoparatiroidismo; carenza di vitamina D; uso di diuretici tiazidici e sali di litio; sindromi da malassorbimento; aumentato fabbisogno di calcio nell'organismo, come avviene durante la crescita, la gravidanza e l'allattamento (le ultime due ovviamente non la possono riguardare).
La questione eventuale ereditarietà che ovviamente e giustamente la preoccupa dipende da quale sia la causa del dismetabolismo.
Pertanto alfine ritengo come a fronte di una diagnosi di disturbo (o diagnosi sindromica): spasmofilia manchi, come già accennato, una diagnosi di causa circa il perchè sia alterato il metabolismo del calcio.
Ritengo sia indicato consultare di persona un bravo internista.


Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente
non volevo di certo offendere nessuno, specie chi come lei fornisce volontariamente tante informazioni "gratuite" alle tante persone che vi si rivolgono. Perdoni la mia ignoranza sull'uso del maiuscolo sul web, ma è stato solo un caso, ribadisco non era assolutamente un modo di urlare.
La spasmofilia mi è stata diagnosticata a seguito di due crisi con mano da ostetrico (mi sembra si chiami cosi la contrazione della mano con iperventilazione), test di kugelberg ed elettroencefalogramma (crisi dopo soli 5 minuti).I valori della calcitonina, paratormone e colecalciferolo sono risultati tutti nella norma.
La ringrazio per le informazioni datemi e mi rivolgerò presto ad un internista. mi scusi ancora per i fraintendimenti
Buon lavoro