Utente
Buonasera,
Sono una ragazza di 30 anni e da circa 8 anni accuso delle paralisi notturne. Mi capita a volte all'addormentamento, a volte al risveglio, a volte durante un riposino pomeridiano. Non capita ogni notte ma almeno una/due volte ogni 2 mesi ( ho avuto una pausa lunga di un anno dove pensavo fossero sparite ). Sono un soggetto ansioso, ipocondriaco e a volte soffro di attacchi di panico. Ovviamente ho consultato il mio medico di base, un neurologo e uno psichiatra i quali mi hanno risposto allo stesso modo: una condizione fisiologica che non comporta rischi. Mi fido di loro ma non vorrei che si lascino condizionare dalla mia costante ipocondria. Durante il giorno non ho mai sonno, la notte riposo abbastanza bene e non ho altri sintomi ( allucinazioni per es. ). I medici non mi hanno consigliato di fare altri approfondimenti. Vorrei capire se posso stare tranquilla e dormire serena.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Se è stata confermata la diagnosi di paralisi da sonno può stare tranquilla in quanto si tratta di una condizione assolutamente benigna. Il paziente vive la sensazione come terrifica in quanto avverte come un blocco del respiro ma la respirazione è assolutamente normale.
Stia serena, non corre nessun rischio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Intanto la ringrazio infinitamente per la sua velocissima risposta. A dire il vero il neurologo ( mio parente stretto ) e il medico di base non mi hanno visitata ma si sono attenuti a ciò che ho sempre raccontato. Hanno sin da subito attribuito questo disturbo al mio perenne stato ansioso e la mia forte ipocondria. Ho, per la seconda volta, intrapreso un percorso di psicoterapia. Ad ogni modo durante la paralisi non avverto problemi alla respirazione che continua normalmente. La mia più grande paura e' quella di non risvegliarmi. Per quanto riguarda i miei ritmi , quando è iniziato tutto, dormivo in maniera sregolata ma da un anno a questa parte ( lavorando ) ho ritmi di sonno molto più regolari.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Infatti il fenomeno si manifesta spesso in soggetti ansiosi.
La Sua è comunque una paura dettata solamente dall'ansia.
Ok per la psicoterapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille. E' stato gentilissimo.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, stia serena.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buonasera dott. Ferraloro. Rinnovo questa discussione per non replicare la descrizione del mio problema. Da quella volta che le scrissi questa paralisi l'ho accusata il Novembre successivo e da allora proprio l'altro ieri ( in vacanza) Ho cercato di non dare peso ma oggi pm, durante un riposino, ho sentito che stava per risuccedermi perciò cambiavo posizione. Appena ricominciavo a prendere sonno, di nuovo ancora finchè non ho deciso di alzarmi. Sono rimasta nuovamente turbata spaventandomi che mi possa risuccedere ogni volta che vorrei dormire e che possa non risvegliarmi. Sto attraversando un periodo di stress ( dovute anche alle extrasistole - ho fatto tutti gli esami del caso e il cardiologo mi ha assicurato che sono benigne ) e sono appena tornata da una vacanza fisicamente stancante. Prendo 20 gocce di Xanax la sera. Intorno a me vedo sempre gente tranquilla e io mi tormento sempre con la paura delle malattie. Adesso ho di nuovo paura di queste paralisi mentre fino a 3 giorni fa le avevo quasi dimenticate.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerata la sporadicità del fenomeno non deve avere nessuna preoccupazione, probabilmente lo stress dell'ultimo periodo La sta condizionando in tal senso. Il disturbo è assolutamente benigno e non crea problemi.
Inoltre ha avuto già la diagnosi con piene rassicurazioni da parte sia del neurologo che dello psichiatra. A mio avviso dovrebbe affrontare il disturbo ansioso che starebbe alla base del problema rivolgendosi allo psichiatra, consideri infatti che lo xanax assunto a lungo perde generalmente la sua efficacia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Grazie per la veloce risposta, dottore. Quello che mi domando è: non ho effettuato alcuna visita in tal senso ma il neurologo ( mio zio ) e il medico curante stabilirono così ( della serie " non è niente, sono sempre forme delle tue somatizzazioni". Ho paura che, magari, vista la mia perenne ansia e ipocondria propendano sempre per questa spiegazione. Durante quest'anno non ricordo esattamente se vi siano stati altri episodi ma per non ricordarli non saranno stati molti. Mi ha turbato questo pm il fatto che continuasse a iniziarmi dopo vari tentativi ( ma riuscivo a interromperla in tempo ). Come le spiegavo ci sono periodi in cui ne ho di più, periodi di meno. Leggevo della narcolessia ma non ho sonnolenza diurna ( se non ogni tanto in periodi più stancanti di lavoro ma non mi è mai capitato di addormentarmi all'istante ). Durante questo inverno non ho mai avuto problemi ad addormentarmi. La sera, a letto, generalmente mia addormento con facilità. Quindi posso stare tranquilla? Oggi sono molto turbata.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ritengo, con i famosi limiti del consulto a distanza, che possa stare tranquilla.
Per una Sua sicurezza può effettuare una polisonnografia presso un centro di medicina del sonno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Io durante il giorno sto benissimo... Ogni tanto mi capita questa cosa ed entro nel panico... Nessun medico mi ha consigliato una polisonnografia. Sono tutti un po' stufi di starmi a sentire. Non ho altri sintomi. Ad ogni modo può succedermi qualcosa? Quella sensazione mi fa molta paura di non svegliarmi. Mi scusi se faccio tutte queste domande.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Stia tranquilla, si veglia, è solo una brutta sensazione ma non pericolosa.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buonasera dottore, scusi se la disturbo ma appena poco fa mi è risuccessa la paralisi durante un riposo pomeridiano. Mi sono messa a letto alle 14:30 e ho dormito ( a tratti ) fino a 10 min fa fino a quando mi sono svegliata e mi era impossibile muovermi. Stavolta però sono riuscita a gridare ed è accorso un mio familiare. E' durato solo qualche secondo. Ribadisco che quando sono sveglia sto benissimo ( a parte le mie extrasistole che mi tormentano nonostante vada dal cardiologo quasi settimanalmente e mi tranqullizzi ). Posso stare tranquilla oppure vista la vicinanza dei fenomeni può esserci qualcosa sottostante?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il fenomeno che descrive è benigno, dovrebbe essere scatenato da ansia e stress.
Come Le dicevo, però, può rivolgersi ad un centro di medicina del sonno per un approfondimento diagnostico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
Proprio questo pomeriggio ho deciso di riaffrontare un percorso di psicoterapia perchè mi rendo conto che è da Giugno che vivo costantemente un periodo di stress acuto e mi accingo a dei cambiamenti importanti nella mia vita. Lo psichiatra mi ha detto di stare tranquilla.
Lei ritiene che sarebbe meglio iniziare il percorso e se il caso anche la visita? Perchè in questi anni in cui ne soffro ci sono stati periodi più acuti e periodi che me le dimenticavo.

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

buona l'idea si rivolgersi allo psicologo, intraprenda fiduciosamente questo iter e veda quali risultati avrà. La visita la può effettuare in un secondo tempo qualora non avesse i benefici sperati.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua gentilezza e disponiblità. In realtà avevo intrapreso l'anno scorso e i miei sintomi si erano attenuati e quasi spariti ( a meno che sia stata una coincidenza ). Probabilmente il percorso non era da concludere. Soffro di un'ansia quasi patologica e forte ipocondria perciò non mi farà male di certo intraprenderlo nuovamente. Soffro di questo "disturbo" da almeno 7/8 anni e penso, nella mia ignoranza, che avrei manifestato altri sintomi se avessi avuto dell'altro.
Nel frattempo mi affido alla sua rassicurazione di fenomeno benigno e solo molto fastidioso che non comporta pericoli. Giusto?
Grazie dottore!

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le confermo che le paralisi da sonno sono benigne e assolutamente non pericolose.

<<In realtà avevo intrapreso l'anno scorso e i miei sintomi si erano attenuati e quasi spariti>> una conferma dell'origine psichica del disturbo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
mi scuso per la mia nuova domanda intanto.
Ho avuto altri due episodi di paralisi nel mese di Novembre ( sognavo per metà - ma non ho avuto allucinazioni - ma nello stesso tempo sapevo di avere questa fastidiosa paralisi ).
Leggevo della narcolessia ma al contempo non ho il sintomo cardine della sonnolenza diurna ( se non quella, suppongo, normale associata a particolari giornate stancanti di lavoro ). Non mi addormento mai seduta, nè sento il bisogno di andare a dormire necessariamente. Certo, se dopo pranzo mi sdraio è probabile che faccia un sonnellino ma normalmente non accuso sonnolenza eccessiva che mi porti a dormire per forza. Neanche i sintomi della cataplessia, durante le risate, emozioni, etc non accuso mai perdite di forze.
Dunque, passati ora 9 anni, posso sempre pensarle come paralisi innocue oppure dovrei pensare ad altro? Purtroppo il mio medico, causa mia ipocondria, non mi prende più molto "sul serio".
LA ringrazio anticipatamente.

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non c'è nessun elemento che possa fare sospettare la narcolessia, pertanto può escluderla.
Personalmente ho l'impressione che gli episodi siano semplici paralisi da sonno ma se Lei vuole approfondire, essendo questa solo un'ipotesi a distanza, può rivolgersi ad un centro di medicina del sonno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la sua rassicurazione.
Oggi ho un po' di sonnolenza ma penso per via del fatto che stanotte, dalla paura, ho dormito male. Nel pm ho riposato a letto ma senza dormire, guardando un po' di tv.
Ho notato, però, che quando rido a crepapelle a volte ho un giro di testa ( solo sporadicamente ) ma mai mancamenti o perdite di forza. Oltre la paralisi non avverto altro. Neanche allucinazioni.
Sto affrontando un periodo di cambiamenti ( trasloco ) e quindi ieri sono andata a letto un po' impensierita.
Spero di non avvertirne più e vivere più serenamente.
Un'eventuale visita non me l'ha mai consigliata nessuno e mi fido del suo parere oggettivo perciò cercherò di stare tranquilla pensando che non può accadermi nulla come mi disse lei qualche post fa.
Grazie sempre.

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci perdere Internet, per qualsiasi sintomo fa terrorizzare senza motivo.
Lo stress spesso gioca un ruolo cruciale nello sviluppo di queste condizioni, stia tranquilla.
Il mio, Le ricordo, è un parere a distanza e come tale con i famosi limiti del consulto on line.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro