Diagnosi epilessia morfeica

Buonasera, scrivo a voi per chiedere un parere circa la diagnosi che mi è stata fatta.
A fine luglio sono stato ricoverato per una settimana in ospedale poiché durante la notte i miei genitori hanno sentito dei rumori in camera mia, e venuti a controllare mi hanno trovato per terra, incosciente, rantolante, pallido, rigido e sudato! Mi hanno chiamato ma non rispondevo, mi hanno girato sul fianco con fatica perché ero rigido e per circa 20 minuti non ho ripreso coscienza, nel frattempo erano arrivati i sanitari del 118 che mi hanno portato in PS. Lì ho eseguito una TAC encefalo risultata negativa, e una radiografia al naso perché avevo preso una botta nel naso cadendo dal letto. Sono stato ricoverato in cardiologia poiché mi hanno trovato un blocco di branca destra incompleto e sospettavano una sindrome di brugada, però holter, ecocardiogramma, test ajmalina, elettrocardiogrammi vari tutto negativo).
L'EEG fatto in pronto soccorso dopo circa 4 ore che ero arrivato, ha riscontrato anomalie encefaliche a distribuzione bilaterale e diffusa, per questo ho iniziato una terapia con depakin crono 500 mattina e sera, che poi mi è stata sospesa per eseguire un EEG con privazione del sonno risultato negativo. Ho eseguito una RMN cervello e tronco encefalico risultata negativa.
Il neurologo mi ha prescritto una cura con depakin 200 mg 2 volte al giorno e mi ha detto che soffro di attacchi epilettici notturni, perché questo non è stato l'unico caso. Io a maggio e ad aprile mi sono svegliato due volte la mattina ai piedi del letto, una volta con un occhio tutto nero perché avevo preso una botta, la seconda invece con una botta sul naso, e non mi sono accorto di nulla. Mi sono svegliato sempre con stanchezza, una nausea atroce e non mi sentivo bene. Inoltre pensandoci è successo che delle mattine mi svegliassi con il cuscino bagnato da saliva in quantità abbondante.
Voi cosa ne pensate? La diagnosi formulata è corretta oppure no?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

In base agli elementi descritti mi pare che la diagnosi sia congrua con la sintomatologia riferita e con gli esami strumentali effettuati.
In ogni caso i medici che La stanno seguendo hanno certamente molti elementi in più per potere prendere delle decisioni diagnostiche corrette rispetto a noi che rispondiamo da questa postazione.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la rapida risposta, però io non sono ancora del tutto sicuro. In realtà i medici che mi stanno seguendo non hanno nulla in più di quello che può avere lei, dato che hanno dato una diagnosi basandosi sui racconti, visto che l'EEG presentava solo alcune anomalie leggere, mentre l'EEG dopo privazione del sonno era negativo. Quello che io voglio sapere è se si può dare una diagnosi di epilessia notturna solo basandosi su ciò che viene raccontato. Grazie ancora in anticipo
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Una diagnosi può essere di possibilità, di probabilità o di certezza, nel Suo caso si può dare di possibilità e di probabilità.
Senta però un secondo parere preferibilmente da un neurologo che si occupi di epilessie (epilettologo).

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio nuovamente per la risposta,
Buona serata

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio