Attivo dal 2013 al 2014
Buonasera,
ho scritto già una volta su questo sito per il medesimo problema: anisocoria. La mia pupilla destra, in condizioni di luminosità media-bassa, è più grande della sinistra. la differenza è circa 1mm, 1,2mm. Non me ne sono accorta io, ma l'oculista, da cui mi ero recata per dolori all'occhio destro che a volte colpivano anche il sinistro. La diagnosi, dopo aver consultato anche uno gnatologo, per questi dolori, è stata quella di un problema ATM con abbassamento dell'articolazione che cmq sto curando. Per l'anisocoria l'oculista ha controllato il fondo dell'occhio, la reazione alla luce e mi ha chiesto da quanto mi fosse comparsa. Io non ne avevo idea ma guardando vecchie foto ho visto che è presente quasi sempre (fotografie senza flash) e questo dall'età di 6 mesi. Non ho foto precedenti in cui si vedano bene gli occhietti aperti quindi non so dire se ci fosse anche prima. Non ho mai avuto in 22 anni sintomi neurologici. Essendo nata prematura ho eseguito per i miei primi 6 anni di vita visite neurologiche prima trimestrali poi semestrali e infine annuali. L'oculista e il medico di base non ritengono utile effettuare ulteriori accertamenti in quanto per loro è fisiologica. Io però non riesco a darmi pace, sono preoccupata soprattutto dalla possibilità di una massa compressiva (non mi riferisco a tumori, comprendo da me che 22 anni sono troppi per avere una cosa del genere, ma a malformazioni vascolari come aneurismi). È possibile che effettivamente io abbia un problema simile al cervello vista la situazione da me riportata? Non ho mai fatto esami al cervello solo da bambina un'ecografia celebrale a pochi mesi di vita tramite la fontanella.
Se fosse per me farei tutti gli accertamenti ma non posso oppormi al parere di due medici per questo chiedo qui se la mia ipotesi sia effettivamente possibile o se una massa avrebbe comunque dato altri sintomi.
Cordiali saluti

ps: l'occhio destro è leggermente astigmatico mentre il sinistro vede bene.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, circa il 20% della popolazione ha un'anisocoria fisiologica, Lei potrebbe rientrare in questo 20% considerato che anche in una fotografia da piccola era già presente questo segno.
Più di questo non Le posso dire, aggiungo soltanto che l'esame indicato in questi casi è la RM encefalica con sequenze angiografiche.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
La ringrazio dottore,
del fatto che l'anisocoria sia presente da "sempre" sono assolutamente convinta, le foto che ho in casa sono molto chiare e le ho mostrate anche al mio oculista che ha confermato l'anisocoria sin da bambina.
Nessuno mi ha prescritto esami aggiuntivi, i medici si sono limitati ad accertare che l'anisocoria fosse presente da sempre e non comparsa all'improvviso. Se l'anisocoria fosse dovuta ad una "massa" avrei anche altri sintomi? O non necessariamente? Mi trovo in una situazione di grande difficoltà e preoccupazione perchè mi sento in qualche modo abbandonata dai medici che mi hanno seguito dato che non mi hanno prescritto nessun esame aggiuntivo.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi pare che il problema sia in effetti un "non problema", nel senso che un'anisocoria fin da bambina non è patologica.

<< Se l'anisocoria fosse dovuta ad una "massa" avrei anche altri sintomi?>> non necessariamente, Le dico questo però in generale e per rispondere alla Sua domanda, non certamente per farLa preoccupare.
Starei tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
Il dubbio mi viene perchè non ho foto risalenti a prima dei miei sei mesi, o meglio, le ho, ma gli occhi sono chiusi e troppo piccolini per riuscire a vedere le pupille.
Probabilmente ho letto troppo sul web, la mia preoccupazione nasce dal fatto che alcuni aneurismi possono essere congeniti e quindi in questo caso, dal mio punto di vista, sarebbe normale avere l'anisocoria da sempre.
Sul web ho letto che l'aneurisma non rotto dà come sintomo "dilatazione di una pupilla", questo mi spaventa molto...:(. Sono fondate queste mie ipotesi/paure? Inoltre è possibile che trascorrano 22 anni dall'inizio della comparsa del primo possibile sintomo (anisocoria) senza che vi sia rottura di aneurisma o altri sintomi?
La ringrazio per la sua gentilezza e per la sua pazienza

[#5] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
In generale comunque ritiene che i consigli dei miei dottori siano corretti? Per loro non devo fare nulla, solo controllare l'astigmatismo, fare visite oculistiche periodiche e se noto cambiamenti importanti nel dolore agli occhi ritornare a fare un controllo.
Cordiali saluti

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
A distanza il consiglio che Le devo dare è di effettuare la RM con sequenze angio, i medici che l'hanno visitata possono dirLe di non fare nulla.
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
ok, la ringrazio dottore per la sua gentilezza, ora come ora penso che consulterò nuovamente i dottori che mi seguono, ma credo riconfermeranno quello che mi hanno già detto.
Invece per quanto riguarda le mie paure di una massa congenita che provoca fin da subito differenze pupillari e che resta silente per 22 anni, ci potrebbe essere qualcosa di vero? Non riesco a capire una cosa, forse anche per colpa della paura, i dottori che mi hanno visitato quando hanno scoperto che l'anisocoria è sempre stata presente si sono tranquillizzati, come anche lei mi ha detto, un'anisocoria presente anche da bambina, non costituisce un problema. Non riesco a comprendere però perchè non hanno sospettato che anche l'anisocoria da piccola fosse dovuta ad una massa e non da qualcosa di fisiologico.
Tolta l'ecografia celebrale eseguita da piccola non ho fatto altri esami a livello del cervello solo visite per diversi anni dal neurologo ma non legate al fattore pupilla ma al fatto che essendo prematura volevano assicurarsi che lo sviluppo cognitivo fosse normale.
Mi scuso ancora per la mia insistenza, so che tramite computer non è possibile fare una diagnosi, diciamo che la diagnosi già ce l'ho perchè appunto ho sentito i pareri dei medici e fatto i controlli che hanno ritenuto necessari (campo visivo e hrt). Ho chiesto anche al loro il perchè si potessero escludere masse e loro hanno detto che a distanza di così tanto tempo senza avere sintomi o altre situazioni strane è impossibile avere qualcosa nel cervello. Avevo anche provato a mettere in relazione il dolore all'occhio con l'anisocoria ma l'oculista ha subito negato la mia ipotesi dicendo che il problema sarebbe sorto nel caso in cui i due problemi fossero comparsi a distanza di poco tempo l'uno dall'altro, anche nel caso di settimane o mesi sarebbe potuta esserci una correlazione, ma non 22 anni.
Cordiali saluti.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un raro aneurisma fin dalla nascita generalmente non comprime le strutture vicine in quanto per aumentare di volume è necessario che venga sottoposto ad elevati valori di pressione arteriosa, evenienza quasi impossibile a verificarsi nei bambini se non in alcune rare malattie, cosa che Lei non ha avuto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
La ringrazio mille dottore, problemi di pressione arteriosa da piccola non li ho avuti anche perchè ero una bambina molto controllata, avevo tantissime visite ogni mese, essendo prematura i dottori si accertavano che tutto stesse andando bene.
I dolori che avverto all'occhio sono discontinui, sia dal punto di vista di durata, di localizzazione ecc. ci sono stati giorni senza alcun dolore e rispetto all'esordio sono diminuiti. Anche questo più escludere un dolore da compressione giusto?
La ringrazio ancora per la sua pazienza e per il suo aiuto, adesso ho capito perchè i miei dottori si sono tranquillizzati dopo aver visto le foto cosa che prima non riuscivo a collegare.
Cordiali saluti

[#10] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
Buongiorno,
Stamattina mi sono recata nuovamente dal dottore, ha ascoltato i miei sintomi e ha confermato ciò che anche lei mi ha detto riguardo l'anisocoria da bambini. Per quanto riguarda il dolore ritiene che le sue caratteristiche non si possano associare a una massa compressiva in quanto discontinuo e a volte riguardante entrambe gli occhi e diverse zone del viso. Secondo lei posso stare tranquilla?
Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Direi di sì, stia serena.
Dr. Antonio Ferraloro