(ipocondriaco ) avverto una pesantezza nello zigomo sinistro , quando rido ...

quando rido , nella guancia destra la risata mi fa sentire che lo zigomo si innalza , mentre la parte destra è immobile ( ripeto questa è la sensazione) .
Sensazione veramente di paralisi in quel punto, me lo sento gonfio e pesante .
Non è doloroso , ma sta diventando abbastanza fastidioso, è presente da una settimana e solo da ieri che si è fatto molto più evidente la questione dell'immobilità avvertita nelle espressioni, qualunque espressione , ma allo specchio , sembra tutto apposto, quando rido sento come se qualcuno mi desse un pizzicotto senza dolore ... Sensazione che ormai provo da più di una settimana.
insomma cosa può essere ?

Assumo sereupin da 0,10 gr al giorno
operato da un 1 mese di varicocele assumo integratore Dinamo Plus
All'età di 6 anni ho avuto un linfoma non Hodgkin , guarito ufficialmente a 15 anni .
Da un 6 mesi soffro , in silenzio ( perchè stufo di farmi dire che ho solo fantasie ipocondriache , che ammetto esserlo, ma i dolori e fastidi non mentono...) di fastidiosissime fitte al petto sinistro, e mi sono accorto , che espirando profondamente , ( come ad esempio sotto sforzo da palestra , ma anche nella pratica sessuale , sento letteralmente un qualcosa che va a scatto un chiaro , T-T-T-T .....
E se può interessare da pochi giorni , se mangio mi sazio quasi subito , di recente stavo vomitando l'acqua che avevo bevuto poco prima , eliminata però attraverso Fortissima salivazione , ( la bocca mi si riempiva da sola di saliva ).

Sign. io capisco che avrò delle mie fisse mentali , magari sono ipocondriaco , ma capitemi , ho un fastidio al petto , ( posso inventarmi pure il dolore ? )
ora ho questo bruttissimo fastidio da una settimana nella guancia sinistra ...
Ho perso la fiducia nel mio medico curante , mi vede come un bambino traumatizzato dal tumore avuto da piccolo , mi snobba talmente tanto che quando avevo le placche mi disse che era mia impressione e non mi visitò , andai a casa , mi riposai e mi venne la febbre ...
Mi vergogno pure a dirlo a casa , perchè davanti mi direbbero che se voglio mi portano da specialisti , ( e lo farebbero davvero ) , ma dietro le spalle dicono che è una cosa che mi immagino io , e loro pur di tranquillizzarmi mi farebbero fare tutte le visite che voglio...

Non sono mica incosciente , in un tempo delicato del genere far spendere soldi , per cosa? non so se è veramente qualcosa di importante , o magari contrazioni comuni che io reputo strane ...

Insomma mi rivolgo a voi , sperando che qualcuno mi potrebbe dire se e cosa dire al mio medico curante , per non farmi prendere di nuovo in giro , che ormai , sta diventando pure pesante .

PS
HO 21 ANNI - 83 Kg per 1,69
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

è necessario capire se la sensazione che Lei riferisce è soggettiva o se c'è riscontro obiettivo in corso di visita medica. Pertanto un controllo dal medico curante è senz'altro indicato.

Una precisazione sulla frase <<posso inventarmi pure il dolore?>>, non si tratta di inventare il dolore o qualsiasi altro sintomo psicosomatico, chi soffre di queste condizioni non inventa nulla, i sintomi sono reali, solo che li produce il cervello e non sono causati da fattori organici.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test