Utente
Scrivo per avere un parere sulla situazione di mia madre che ha 80 anni. Due anni fa le è stato diagnosticato il morbo di Parkinson e sta assumendo madopar. La cosa strana è che in questi due anni non ha mai manifestato i sintomi più caratteristici di tale patologia come tremore, rigidità muscolare, rallentamento motorio, lentezza nel parlare. Invece da qualche mese ha delle strane manifestazioni che a lei sembrano del tutto normali: è convinta che alcuni personaggi della TV interagiscano direttamente con lei e che riescano a vedere ciò che fa in casa. Questi episodi si manifestano ormai quotidianamente. Afferma persino che alcuni di questi personaggi le hanno telefonato e quando cerchiamo di farle capire che tutto ciò è impossibile diventa molto irascibile ed aggressiva verbalmente perché sostiene che vogliamo farla passare per pazza. Io comincio ad avere qualche dubbio sull'esattezza della diagnosi e vorrei che consultasse un altro neurologo ma lei si oppone fermamente a ciò. A volte con mio padre seduto proprio accanto a lei gli chiede dov'è suo marito. In altri casi le sembra di sentire delle voci in casa che invece non ci sono.
Si può giustificare questo quadro clinico con la diagnosi di Morbo di Parkinson? Noi familiari siamo seriamente preoccupati perché non vuole sottoporsi ad altra visita.
Lei cosa ne pensa?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia che descrive potrebbe essere causata da diversi fattori come la malattia di per sé, problemi cerebrali organici dovuti all'età, per es. di tipo vascolare o sofferenza cellulare, senza escludere anche eventuali effetti collaterali del madopar.
Considerato però il Suo racconto, un secondo parere neurologico sarebbe ampiamente giustificato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro