Utente 159XXX
In passato ho già scritto sui miei problemi di cervicale e ansia, Ma dall'anno scorso noto di più alcune cose o sintomi.
L'anno scorso ho fatto visite e esami per cervicale e otorino per capire se le vertigini erano causate da orecchie o cervicale, ma soffro anche di ansia e ho qualche problema alle orecchie di vecchia data.Ma le vertigini mi vengono raramente da un pò di tempo.Mi voglio soffermare sulla cervicale, forse i disturbi li avevo da anni ma li reputavo causati dall'ansia o dal meteo, da quando ho fatto la TAC e sono uscire una piccola ernia cervicale, modesta artrosi e protusione, con sintomi non gravi ma mi vengono ogni tanto. Dall'estate dell'anno scorso i sintomi alla cervicale li noto di più in estate con il caldo afoso, o quando cambia il meteo o con il vento, in certi periodi quando mi alzo da letto o poltrona o sedia mi viene pressione dietro testa e mi fa camminare male e con pulsazioni dietro testa, l'estate scorsa credevo fosse la pressione bassa,ma il mio medico disse che era la cervicale, quest'instabilità me la provocava anche l'ansia.Dalla seconda metà di giugno ad ora ho di nuovo questi problemi alla cervicale con pressione,pulsazioni,instabilità a camminare e malessere e peggioramento del'ansia e del panico quando esco, poichè in estate è quasi normale che mi ritorni l'ansia non so se è veramente cervicale o è l'ansia che si manifesta sulla cervicale anche con mal di testa e rigidità, ma non riesco ad uscirne, invece in altri periodi se era solo cervicale e mal di testa passava subito con il paracetamolo. Ma ho notato che alla cervicale vengono i sintomi a causa del meteo o suoi fenomeni come vento freddo, umidità,ecc. Ora sembra che i sintomi di cervicale non se ne vogliono andare e anche l'ansia, non so se è anche colpa del caldo afoso che mi da molto fastidio. Sono due giorni che ho pure tic nervoso ad un occhio. Ora dove vivo non c'è più il neurologo e non lo mettono ancora. Da quando faccio cura dell'ansia con farmaci molti sintomi sono passati sia di ansia che alla testa.Tutte le volte che andavo dal neurologo e mi faceva fare gli esercizi di equilibrio era tutto negativo.Ho paura che mi sono fissata sulla cervicale e mi vengono di conseguenza ansia e sintomi.La rigidità alla nuca e cervicale mista ad ansia mi viene anche quando devo incontrare persone che mi fanno venire l'ansia
Tutti i sintomi sia di ansia e cervicale si manifestano alla testa o a intestino (l'ansia).Certe ho paura che ho problemi neurologici ma fino all'anno scorso non sono stati riscontrati dal neurologo.Non voglio nemmeno più chiedere al mio medico che dice che è la cervicale o ansia a seconda dei disturbi che ho.
Volevo sapere se è normale con le patologie che ho che venga la pressione dietro la testa con instabilità a camminare?
Il caldo afoso può peggiorare cervicale e ansia?
L'ansia può essere anche la patologia che si può manifestarsi di più sulla cervicale che mi fa peggiorare di più?

Grazie..

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le rispondo in generale, i sintomi elencati possono avere sia un'origine ansiosa che cervicale. Inoltre è frequente la localizzazione cervicale dell'ansia.
Può peggiorare col caldo? Sì, è possibile.
L'esito negativo della visita neurologica, la regressione di molti sintomi con cure "ansiolitiche", l'accentuazione invece in determinate situazioni emozionali sono fattori che escluderebbero cause neurologiche importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 159XXX

Buonasera Dottore.

Sono 11 giorni che porto gli strascichi della cervicale, negli ultimi due giorni è migliorata ed è rimasta come una specie di tensione dietro la nuca e instabilità a camminare quando mi alzo con pressione dietro la testa certe volte. Oggi stavo meglio e sembrava che la cervicale era poca, ma oggi che stavo meglio mi è venuta di nuovo una di quelle specie di vertigini che se sto in piedi posso cadere e farmi male, da gennaio questa è la seconda volta è più forte e un altra volta leggera, ma da qualche anno sono migliorate. non mi vengono vere vertigini.oggi per esempio ero seduta alla scrivania e stavo al computer e all'improvviso mi è venuto questo attacco, mi si è piegato il collo all'indietro contraendosi e il corpo un pò teso e mi mantenevo, avevo occhi aperti ed ero cosciente, durò qualche minuto, poi un pò di respiro un pò più forte e un pò battito del cuore più forte, mi viene così forse per la paura,e dopo sto bene come se non è successo niente.Vari altri sintomi non mi sono venuti. In passato gli ho chiesto di queste cose, i medici e specialisti mi hanno dato delle risposte e anche lei ma come se non sono scura della causa, perchè volevo capire la causa, se era da cervicale,da piccola ernia o artrosi cervicale, o da ansia, o da altre cause. Un neurologo mi disse che le ernie cervicali non fanno venire le vertigini con cadute, forse era da ansia, il radiologo prima Della TAC era perplesso che fosse la cervicale la causa, il mio medico dice che è la cervicale, Lei ha scritto che la cervicale non è la causa.
Voglio ancora sapere perchè mi fa paura ancora cado e mi faccio male perchè viene all'improvviso. Da un mese sono peggiorata con ansia e panico, ma con la cura dell'ansia con psicofarmaco e ansiolitico dopo un anno e mezzo sono sparite le vertigini soggettive e oggettive e altri sintomi, mi vengono poche volt e al mese e molto leggere. La mia piccola ernia cervicale come se non la sento o come se non mi da fastidio, ma è l'artrosi cervicale mi da fastidio. Quando mi vengono questi attacchi di pseudo vertigini si contraggono i muscoli del collo e il corpo va in tensione. Mentre quando ultimamente ho cervicale le vertigini non riescono nemmeno a manifestarsi. Il mio medico disse che se dalla TAC usciva qualcos'altro allora si poteva trovare la causa. In passato ho avuto vertigini causate dalle orecchie ma è dal 2011 che non mi vengono più e dall'esame vestibolare era uscito negativo.

[#3] dopo  
Utente 159XXX

Ho paura che quelle pseudo vertigini ancora sono causate da mancato flusso sanguigno al cervello, ma c'è la contrattura muscolare. Io avevo pensato ancora dipende sia da cervicale poichè l'ansia si manifesta alla testa, che sia l'ansia che me li fa venire, per esempio nel 2014 stavo meglio con l'ansia e mi vennero solo 2 volte le pseudo vertigini. Mentre nel 2015 in autunno in quasi 4 mesi 3 volte, ero peggiorata molto con ansia e panico e mi vennero in pochi mesi tre volte mi pare. Ora invece in 6 mesi e 1 settimana quasi 3 volte, ma fino a maggio stavo meglio con l'ansia.
In questo periodo che ho peggioramento con ansia e panico mi veniva anche un pò di derealizzazione.

Cosa mi può dire?

Grazie.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile a distanza dare delle risposte attendibili alle Sue domande.
La mia prima risposta infatti era molto generica, nel senso che entrambe le situazioni possono essere all'origine dei disturbi riferiti, con una maggiore probabilità per lo stato ansioso.
Utile potrebbe essere anche un EEG.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 159XXX

Nel 2013 il neurologo mi aveva sulla diagnosi di fare l'EEG,ma non lo potevo fare perchè ero molto debilitata per l'ansia e con una forte agorofobia, solo dopo due anni ho fatto altri esami, ma poi medico e specialisti non me lo hanno fatto fare più. Quello era per vedere se c'era epilessia, ma sia i miei famigliari che non ricordo anche i medici dissero che non era epilessia. Perchè forse vedevano che ero migliorata, ma come si manifestano quelle pseudo vertigini non credo che sia epilessia.
Ma vedrò se riesco a farlo dopo l'estate.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con molta probabilità gli episodi che descrive non sono di tipo epilettico ma da questa postazione, a distanza, si deve consigliare l'esame.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro