Utente
Buongiorno,

scrivo qui in questo forum per avere se possibile un consulto dal dott. Ferraloro.
sono una persona ansiosa ed ipocondriaca in psicoterapia da qualche anno a fasi alterne per via dell' alternanza dei pensieri che faccio
da ottobre in seguito ad una visita di mia mamma per una neuropatia che le causa il piede cadente, ho avuto un momento molto intenso di ansia proprio per questo problema famigliare, che già conoscevo da qualche anno.
una notte con sonno agitato mi sveglio con una mano formicolante e il pensiero immediato di poter essere nella situazione simile di mia madre per qualche cosa di neurologico.
da li una sequenza di sintomi: in primis mi sono accorto che i miei polpacci a riposo non erano fermi ma avevano delle contrazioni spontanee, alcune volte più evidenti altre meno.
ovviamente errore classico che faccio sempre, la ricerca dei sintomi su internet.
da li un peggioramento con pensieri fissi e il controllo ossessivo delle sensazioni e funzioni corporee.
ovviamente tutto ciò si ripercuote sulla mia serenità e sulla conduzione della mia giornata che è molto difficile.
non prendo psicofarmaci ma solo calmanti naturali.
nella lista dei sintomi includo queste fascicolazioni sparse nel corpo e spesso in situazioni di riposo, una brutta contrattura cervicale che mi portava problemi fino ad un mesetto fa ora meglio con palestra, sensazione di non avere un perfetto equilibrio in condizioni di camminata o in mezzo alla gente.
sono stato dal mio medico che mi ha rassicurato ma ovviamente questo dura un pò e poi svanisce, sia per quanto riguarda le fascicolazioni, sia per quanto riguarda la sensazione di instabilità che non riconosce come vertigine ma come sensazione personale.
ovviamente la paura che suscitano le fascicolazioni sono le stesse che molti hanno leggendo i vari post (malattie molto gravi neurodegenerative) ma chiedo:
- qual'è e se c'è la relazione tra ansia e fascicolazioni?
- cosa si può fare per attenuarle?

credo sia tutto al momento
attendo un vostro consiglio, grazie mille in anticipo

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la stragrande maggioranza delle fascicolazioni è benigna.
Le cause possono essere diverse ma non sempre si riesce a trovarle.
Correlazione tra ansia e fascicolazioni? L'ansia può causare una ipereccitabilità neuromuscolare che innesca poi la fascicolazione.
Lei non riferisce deficit dei movimenti, pertanto stia tranquillo e curi l'ansia. Le rassicurazioni, come giustamente ha scritto, durano poco tempo e alla lunga rafforzano l'ansia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio dottore per la risposta!ho ricominciato il percorso psicologico e questa volta spero mi porti verso una risoluzione stabile del problema!!
grazie!!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
mi sono dimenticato di una cosa: sono un paio di giorni che il dito medio della mano sx si muove in particolari posizioni come se ballasse a sinistra e a destra, ritornando nel suo stato normale non appena cambio posizione.
la posizione può essere quando ho la mano molle o con il braccio lungo il corpo, ma non sempre.
vedendo anche una sorta di fascicolazione sul dorso della mano in corrispondenza di questo movimento, da cosa può dipendere?tensione muscolare ?
grazie mille

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di solito ciò si verifica per tensione o spasmi muscolari.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
beh grazie continuerò con la psicoterapia che credo ridurrà anche i sintomi di una tensione oltre che fisica soprattutto psicologica!
grazie mille davvero delle risposte, per noi ipocondriaci a volte sono come delle boccate di ossigeno!

[#7] dopo  
Utente
Per tensione dottore intende tensione muscolare?per esempio dovuta ad una postura scorretta e quindi irrigidimento della zona del trapezio?la mano o braccio addormentato se capita solo di notte e mai durante il giorno puó essere di natura posturale per compressione nel dormire?possibile che capiti molto spesso?inutile dire la paura che uno ha se legge che per fascicolazioni,tremori e varie ci si puó trovar di fronte a malattie neurodegenerative che non nomino ma che lei ben immagina leggendo cio che scrivo. Anche se ho 32 anni non riesco a non pensarci.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'addormentamento della notte che si risolve col movimento non da ovviamente nessuna preoccupazione.

Intendo sia tensione muscolare che nervosa.

Curi l'ansia.

Buon pomeriggio
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
rinnovo i miei ringraziamenti e prendendo spunto da quanto detto anche dalla psicologa, cercherò di non richiedere ulteriori rassicurazioni.
tornerò magari a raccontarvi come vanno le cose piu avanti.
grazie per il servizio offerto!

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie a Lei, buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
buongiorno, torno dopo un po di tempo sull' argomento della discussione.
le fascicolazioni si sono attenuate in maniera alternata, a giorni ne ho di più diffuse a giorni ne ho di meno.
il tutto spesso coincide con quanto il mio pensiero si rivolge all' attenzione che do ai segnali del mio corpo.
ciò che non è cambiato è la situazione legata all' intorpidimento delle mani di notte.
si ripete quasi sempre e solo di notte, nel senso che non è una sensazione che provo di giorno.
ho notato che anche in posizione a pancia in su a volte capita che una delle due mani sia intorpidita, il tutto si risolve nel momento in cui mi sposto dalla postura in cui mi trovo (spesso un pochino su una delle due spalle, quasi come dormissi di lato).
nell' arco di qualche secondo tutto torna nella norma e non compaiono formicolii. sembra quasi come da compressione su qualche nervo, le può sembrare corretto dottore?
inoltre faccio presente che ho avuto un nuovo episodio di cervicalgia zona trapezio dx dopo aver avuto per molto tempo problemi di contrattura forte nella zona trapezio sx.
il mio medico ha già ribadito che la postura influenza molto questa situazione e non ritiene sia necessario altri approfondimenti.
io però non riesco a considerarlo un fenomeno "normale" nel senso che ogni volta che capito ci penso su.
inoltre ho notato che a volte in posizione seduta si informicolano i piedi o nella zona dita o nella pianta proprio prima dell' inizio delle dita.
credo dipenda dalla posizione assunta e dalle sedie che si adoperano perchè questo spesso accade su sedie rigide.
può essere una spiegazione?
inutile dire la paura dopo letture varie su internet (ERRORE mio ma che fa parte del mio problema ansioso che sto affrontando con la psicologa) venga paura per la SLA. ma io sono 6 mesi ad aprile che ho questo problema cervicale/mano intorpidita e fascicolazioni ma non ho altri problemi in quanto faccio tutte le normali attività (oltre a sport di corsa o bici o calcio) senza problemi.
per il piede informicolato da seduto posso dire che capita da anni e sempre da seduto per un tempo molto breve, alcuni minuti
grazie in anticipo per l' attenzione dedicatami

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le risposte che si è dato e le ipotesi che ha fatto sono corrette sia per quanto riguarda il problema notturno che quello da seduto che ha da anni e per brevissimi periodi.
I formicolii e gli intorpidimenti non sono comunque sintomi di SLA in cui la problematica non è sensitiva ma motoria.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro