Utente cancellato
Da molti anni ho la sensazione di avere i muscoli soprattutto pettorali e arti superiori e inferiori molli, teneri e con sensazione ai movimenti e le scosse in automobile come fossero gelatinosi, cioè non compatti e duri, ma come detto mancanti di tono.
Forza muscolare la ho, ma se persiste uno sforzo muscolare subentra dolore al muscolo e rimane come contratto.
Da diversi anni ho anche disturbi intestinali molto modesti con saltuari dolori addominali e talvolta forte meteorismo, feci invece sempre molli con muco ed evacuazione incompleta ma frazionata durante la giornata.
Ho calprotectina alta nelle feci e sangue occulto positivo, inoltre anche HB glicosilata ai limiti superiori nonostante mi alimenti normalmente e sia normopeso, sideremia ai limiti minimi ma ferritina normale.
Da segnalare che ho la prostata ingrossata e soffro di seria disfunzione erettile.
Nel mio terrore di avere un tumore al colon rimando la colonscopia come invece consigliato, anche se alcuni medici mi hanno detto che visto che i sintomi persistono da anni, più probabili patologie flogistiche o ai limiti dei polipi infiammatori considerando anche l' assenza di familiarità per poliposi o cancro giovanili (casi invece di polipi e cancro tra i nonni oltre i 70 anni).

L' oggetto della domanda: vorrei sapere se considerando i miei sintomi muscolari, questi possono dipendere da un calo ormonale o proteico associato a malassorbimento oppure un sintomo di problema neurologico.

Il medico di famiglia mi ha detto che i malassorbimenti cronici causano riduzione della massa muscolare e perdita di peso, ma la sensazione di avere i muscoli "molleggiati" è segno di patologia neurologica o nervosa periferica e non da malassorbimento, cioè dipende dal tono muscolare ridotto e non dalla riduzione proteica o di massa di per se.
Mi ha consigliato il dosaggio degli elettroliti e se nella norma, visita neurologica.

Riferisco che il mio peso corporeo non è cambiato da dieci anni e oscilla da 55 a 60, la muscolatura l' ho sempre avuta un pò sottodimensionata ma mai avuto queste sensazioni di muscoli di "pappa", cosa invece negli ultimi due o tre anni piuttosto evidenti!

Cordialissimi Saluti e ringraziamenti in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una sola domanda: ma pratica costantemente attività fisica, sport, palestra, ecc?
Questa, assieme ad un adeguato intake proteico, sono alla base di un buon tono-trofismo muscolare.

La ricerca di cause neuropatologiche?
Va prima chiarito il quesito suddetto.

NB: Questo è un consulto a distanza e come tale non può sostituire una visita medica.
Pertanto se il dubbio persiste ritengo indicata una visita neurologica.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
441675

dal 2017
Ho un lavoro (falegname) in cui faccio sforzi fisici non indifferenti per 10 o più ore al giorni, per il resto passeggiate.
Agli esami del sangue mi disse il medico che l' albumina era normale, così come l' azotemia e non faceva pensare ad una perdita proteica.

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Allora per fugare i suoi dubbi/timori si sottoponga ad una visita neurologica e relativi esami strumentali se ritenuti indicati dal collega che la vedrà.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
441675

dal 2017
Aggiungo, la mia sensazione è quella di avere i muscoli degli arti superiori ed inferiori come fossero "staccati" dalle ossa, che tremolano ai minimi scossoni anche stando fermo come capita in automobile, e alle volte non riesco a capire se è il grasso sottocutaneo che "scuote" a farmi percepire questa sensazione di corpo molle che mi ricorda le pubblicità alle caramelle gommose.
A digiuno la sensazione è talvolta più forte ed anche il dorso è molto spesso coinvolto e dopo aver praticato sforzi fisici la sensazione diminuisce ma il muscolo in esercizio rimane come contratto anche dopo lo sforzo.

Se faccio una corsa in salita per i primi 50 metri tutto ok, poi subentra affanno (agli esami non ho anemia e l' ecocuore è ok, comunque credo che un pò di "fiatone" sia normale) ma i muscoli delle gambe "pompano a vuoto" nel senso che ho l' impressione di fare i passi lunghi ed invece mi ritrovo quasi fermo che non riesco più quasi a correre con sensazione di svenimento imminente.

Due mesi fa ho aiutato un mio amico a fare un trasloco e portando dei mobiletti pesanti per le scale, ad un certo punto inizia un forte affanno, gambe come pesassero 100 Kg e sensazione di svenire da un momento all' altro (mi batteva forte il cuore e vedevo tutto bianco!).

Questi cali "blocchi" dopo sforzi fisici prolungati che non sono invece presenti in caso di sforzi anche intensi ma di breve durata mi impediscono di fare Jogging o andare in bici in salita perche ad un certo punto le gambe si bloccano proprio!!

Come detto da diversi anni presento grave disfunzione erettile ma i livelli di testosterone sono accettabili, i medici non riescono a capirci piu niente!!!

Cordialissimi Saluti!

[#5] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come già detto:...

...si sottoponga ad una visita neurologica !

"...i medici non riescono a capirci piu niente!!!...";
quanti neurologi differenti ha consultato?

E comunque ci sarà qualcuno che comprenderà la genesi dei suoi disturbi...c'è sempre!

Circa la "...grave disfunzione erettile..." quale e quante figure professionali ha consultato?
Quali esami specifici ha effettuato?
Si è sottoposto ad esame chiamato "Rigiscan"?
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
441675

dal 2017
No, solo dosaggi ormonali ed ecografia da cui risulta la prostata aumentata di volume che forse è responsabile anche dei miei episodi di incontinenza urinaria transitoria.
I medici attribuiscono ad un problema di prostatite cronica.

Per quanto riguarda tutto l' insieme dei miei malesseri, devo dire che negli esami fatti circa 10 anni fa avevo la sideremia sempre a 170, 180.
Adesso mi ritrovo con una sideremia di 60, 70 mcg% fatta in più laboratori anche se la ferritina è normale nonostante un'alimentazione ricca di ferro.
Potrebbero delle perdite di sangue incidere sulla sideremia e non la ferritina (sangue occulto positivo)?
Al medico è sembrato strano che una persona che ha sempre avuto un valore di sideremia oltre i 150, dopo inizio di questi malesseri si attesti una sideremia sotto gli 80 nonostante una alimentazione ricca di ferro!
Difatti ha ipotizzato un malassorbimento, poi però smentito in parte dallo stesso perche in realtà l' esame delle feci non mette in evidenza grassi e gli enzimi pancreatici (Chimotripsina, Elastasi) sono normali e non sono celiaco.
Tuttavia ho la calprotectina alta e le feci sempre molli da inizio malesseri muscolari e prostatite (cioè diversi anni) come ci fosse un' associazione indiretta con l' intestino.


Cordialmente!

[#7] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Pertanto:
-nuova visita neurologica,
-visita internistica/endocrinologica e
-visita urologica con esecuzione di esame Rigiscan.

Se crede mi tenga aggionato.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#8] dopo  
441675

dal 2017
In parole povere mi sta dicendo che questi sintomi muscolari possono avere sia cause endocrinologiche che neurologiche?

BUONA PASQUA!

[#9] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Buona Pasqua....
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it