Utente 259XXX
Buongiorno, da diverso tempo, circa due anni, manifesto continui dolori diffusi al corpo che vanno e vengono durante l’anno. A causa di questi dolori mi sono recato, su consiglio del medico di base, dal reumatologo. Le analisi hanno dato esito positivo per il waler roose ma di fatto il reumatologo non ha riscontrato nulla che potesse condurre a malattie reumatiche. Ho eseguito anche i raggi a mani e piedi in quanto, a detta del medico, è da li che si manifestano le prime alterazione e anche queste hanno dato esito negativo.
Con i mesi ho fatto sempre meno caso a questi a dolori che però, non so se casualmente, sono ritornati in un periodo di forte stress. A questo punto il fisiatra da cui ero in cura per una gonalgia alle ginocchia mi ha consigliato una visita neurologica. Ho fatto i vari test, potenziali evocati ecc che sommariamente sono buoni, ma la dottoressa dice che pur essendo buoni non sono perfettamente sovrapponibili con un alterazione del lato dx. Per stare più tranquilli mi ha prescritto una rsm con liquido di contrasto con il seguente esito: Le cisterne della base ed i solchi della convessità sono regolari. Il sistema ventricolare è in asse, normo volumetrico. Nella corona radiata di destra si evidenziano due focolai di alterato segnale iperintensi in T2, il maggiore di 5.5 mm. Essi al momento hanno significato aspecifico. per prudenza si consiglia ricontrollo tra tre mesi. Il neurologo sostiene 6.
Ovviamente la risonanza tutto ha fatto tranne che tranquillizzarmi. Mi è stato detto che qualora spuntassero nuovi focolai dovrò sottopormi a diversi accertamenti. Essendo giovane e molto ipocondriaco sono abbastanza preoccupato. Pensavo che il tutto fosse di natura psicosomatica visto che negli anni ho sofferto di attacchi di panico… inoltre ho avuto nei precedenti due anni tre attacchi di mal di testa con aura( non so se può essere influente). Il dottore sostiene che questi focolai possano essere li da tempo e me ne sono accorto casualmente però i dolori diffusi rimangono ( insieme al periodo di stress) e aumentano pensando di dover rifare l’esame. Ad oggi sto soffrendo di periostite tibiale e ho qualche fastidio al ginocchio... ciò che mi fa preoccupare sono questi piccoli spasmi che a volte sento alle cosce e i dolori a mani e avambracci. Volevo un parere in merito e soprattuto capire se questi focolai è possibile che siano li da tempo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non è possibile risalire all'epoca d'insorgenza dei due focolai riscontrati né stabilire la loro natura, a maggior ragione senza visionare le immagini, ma lo stesso neuroradiologo che ha potuto studiarle accuratamente le definisce "aspecifiche" e consiglia correttamente un controllo a distanza di tempo, consiglio ampiamente condivisibile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 259XXX

buonasera, la ringrazio per la sua risposta. Volevo chiederle un'altra cosa: è possibile che queste lesioni siano presenti dalla nascita? d inoltre da ciò che riferisco io che opinione si è fatto?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

presenti dalla nascita? Come si fa a saperlo? Teoricamente sì ma probabilmente avrebbero avuto aspetto gliotico, cosa che non è stata descritta. Tuttavia la possibilità esiste.
Escluderei però che tali focolai possano essere la causa dela sintomatologia riferita. Il reumatologo ha escluso anche una fibromialgia?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno dottore, la ringrazio nuovamente per la sua tempestiva risposta. Il reumatologo mi disse che escludeva le varie patologie reumatiche e che forse poteva trattarsi di un problema ai nervi. I dolori non sono neanche forti, tutto sopportabile che mi consente di svolgere qualsiasi attività. Non sono neanche costanti e per questo li ho ricollegati sempre a problemi di natura psicosomatica ( vista la mia personalità). C'è da dire che nel corso di questi due anni non sono neanche aumentati e ,non so se casualmente, si presentano sempre in periodi di forte stress. Non li percepisco quando pratico attività fisica ( corsa, palestra, salti) o se sono fortemente impegnato. Al contrario nelle giornate di ozio mi concentro su questi dolori, sulla risonanza e tutto l'iter e li percepisco di più. Non ero neanche d'accordissimo a rifare la risonanza perché è stato un esame fortemente fastidioso di 40m... ma se è necessario dovrò fare quest'altro sforzo

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile che i dolori siano di tipo psicosomatico, non si può escludere.
La RM invece è consigliabile ripeterla a distanza di tempo per valutare la stazionarietà o meno delle alterazioni riscontrate.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 259XXX

va bene. La ringrazio

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno dottore, oggi ho ritirato la risonanza che ho dovuto nuovamente ripetere a distanza di 4 mesi.
ENCEFALO:
L'esame eseguito prima e dopo mdc con tecnica FSE FLAIR e DWI ha documentato:- non processi espansivi intracranici.
-Focolaio di sofferenza parenchimale adiacente alla cella media del ventricolo laterale di destra; nello stesso lato piccola alterazione di segnale soprastante la scissura silviana.
- ventricoli e solchi nei limiti.- normali le strutture della fossa cranica posteriore.
-Non impregnazioni patologiche a livello meningo-parenchimale. COLONNA CERVICALE:L'esame eseguito prima e dopo mdc con tecnica FSE STIR e GR ha documentato: Focolaio di sofferenza midollare all'altezza di C3, localizzato lungo i cordoni posteriori dx>sx.
non altri reperti significativi. Canale spinale di ampiezza regolare. Non impregnazioni patologiche dopo contrasto.
I reperti encefalo midollari orientano verso un quadro infiammatorio.
Vorrei conoscere il suo pare perché sono veramente molto preoccupato. cosa si intende per quadro infiammatorio e che patologie si potrebbero riscontrare?. Grazie

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente sono state confermate le due alterazioni riscontrate nella prima RM encefalica, non Le do certezza perché bisogna vedere entrambi gli esami per dare un parere attendibile. Non ha portato l'esame precedente? Non è menzionato nel referto.
L'alterazione che forse sconosceva è quella del midollo cervicale.
Ottima notizia comunque la non impregnazione patologica del mezzo di contrasto.
La natura infiammatoria? È da vedere il tipo specifico e questo non è possibile farlo a distanza.
Si rivolga ad un buon centro neurologico per avere una diagnosi corretta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 259XXX

La ringrazio come sempre per la sua tempestiva risposta. Ho portato anchr l'esame precendente ma non ho capito neanche io perché non l'abbiano inserito.ma c'è il rischio di malattie demielinizzanti come sclerosi o di questo genere? Glielo chiedo perche mi.ha fatto preoccupare il fatto che inizialmente dicevano fossero aspecifiche e ora invece è uscita questa sofferenza parenchimale oltre al problema nella zona della cervicale. Perche non capisco bene per infiammazioni a cosa si riferisca. Io allo stato attuale ho solo fastidio nrlla.zona lombare e lungo le cosce quando ad esempio guido o sto molto seduto. La ringrazio ancora

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tra le alterazioni infiammatorie ci sono anche i processi di demielinizzazione ma ovviamente il Suo caso è da approfondire presso un centro neurologico per ulteriori esami diagnostici e per una valutazione clinica accurata.
Non pensi però subito alla SM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 259XXX

Dottore scusi se le sembro insistente ma sono preoccupato e andrò comunque dal meurologo, ma lei con i limiti di quello che è un consulto a distanza che idea si è fatto? O cosa potrebbero essere

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è corretto avanzare ipotesi a distanza in un caso come il Suo che presenta alcuni elementi poco chiari, come le due interpretazioni diverse della RM, mi creda, non è possibile sbilanciarsi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 259XXX

Va bene la ringrazio per la sua disponibilità. Le farò sapere cosa dirà il neurologo.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno dottore, scusi se la disturbo di domencia ma ho un dubbio. Il fatto chr non siano presenti impregnazioni con il liquido di contrasto cosa significa? Sono veramente terrorizzato...

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la non impregnazione del mezzo di contrasto indica che le alterazioni riscontrate non sono attive e che non c'è danno della barriera ematoencefalica.
Si rassereni però.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 259XXX

E lo so ma è molto difficile vista la mia giovane età ho molta paura...

[#19] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno dottore, volevo chiederle una cosa: tutte queste lesioni non potrebbero essere la conseguenza di attacchi di mal di testa con aura? Perché nell'arco a mia vita mi sno venuti circa 4 attacchi di cui gli ultimi due a distanza di un mese lo scorso anno. Mi chiedevo se in qualche modo potrebbero essere ricollegati. Faccio presente che io allo stato attuale oltre ad averr rigidità alla base del collo soprattutto quando studio non ho nulla... non mi sebto stanco o debole niente di tutto questo.
Grazie

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Episodi di emicrania intensa possono causare puntiformi alterazioni del segnale, personalmente non ho visto le immagini ma la definizione "areole" rende poco probabile questa ipotesi.
Ripeto, tutto questo senza visionare le immagini però.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno dottore ho fatto la visita neurologica. Il neurologo ha osservato le due risonanze e inoltre i diversi risultati dei potenziali evocati e dopo avermi visitato facendomi fare alcuni salti e delle prove per l'equilibrio mi ha detto chr allp stato attuale non ho nulla però queste lesioni asintomatiche potrebbero essere dei sintomi iniziali si SM. Lui al.momento lo definisce "sindrome radiologica isolata" e mi ha consigliato di rifare la risonanza fra 45 giorni ed inoltre una puntura lombare perché mi ha detto che cosi se c'è e lo scopriamo subito la possiamo trattare anticipatamente. Ha detto che puo anche essere che la terza lesione fosse gia presente nella prima risonanza ma è possibile chr sia stata rilevata solo nella seconda perché ho eseguito le risonanze in due posti differenti. Non so piu cosa pensare. Secondo lei è molto probabile la SM o c'è effettivamente la possibilità che siano dovute ad altro o ad un caso isolato?
Mi ha trovato i rot vivaci agli arti inferiori con prevalenza a destra, per il resto tutto nella norma. Io sto bene anzi scalerei montagne in questo momento... ma ovviamente psicologicamente sono crollato non riesco piu neanche a.studiare.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente non posso mettere in discussione il parere del collega che l'ha visitata e ha potuto visionare le immagini della RM.
Consideri però che al momento non è possibile definire in maniera corretta la diagnosi, resta solo un sospetto.
Certamente può non essere SM ma occorrono degli ulteriori accertamenti e un monitoraggio RM nel tempo.
Nell'ipotesi SM, potrebbe trattarsi di una forma benigna considerata l'assenza di deficit motori.
Anche la forma radiologicamente isolata può essere presa in considerazione.
Stia sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 259XXX

Ma il fatto che sia spuntata un'altra lesione è attribuibile al macchinario o potrebbe far pensare alla SM?

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Questo non è possibile stabilirlo da questa postazione ma la non impregnazione del mezzo di contrasto fa pensare ad un'alterazione non recente ed in ogni caso non attiva.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 259XXX

La mia paura è dettata dal fatto che al momento sto studiando per un concorso militare e qualora dovesse essere SM i miei studi e i miei sacrifici sarebbero inutili. Per questa ragione non sto piu riuscendo a concentrarmi e la cosa piu fastidiosa è che non c'è nulla di sicuro... il dottore dice di non mettere le mani avanti Però studiare con questo spirito non mi sta aiutando...

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La capisco perfettamente ed è normale che provi queste sensazioni, capisce bene però che deve pensare positivo in quanto non ha ancora nessuna diagnosi.
Lei continui a studiare per non trovarsi poi spiazzato qualora non venisse fuori nulla d'importante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 259XXX

La ringrazio dottore. La terrò aggiornata.

[#28] dopo  
Utente 259XXX

Buonasera dottore, volevo sapere se la rachicentesi è dolorosa e provoca problematiche dopo l'esecuzione. In diversi siti ho letto di molte persone che presentano forti mal di testa.
Per quanto riguarda il mio stato attuale sto bene anche se un po provato da tutta questa situazione(anzi direi abbastanza provato). Lamento solamente un senso di pesantezza dietro la nuca, tra il collo e la parte inferiore della testa. Potrebbe essere la lesione della zona cervicale o è forse tutto legato a questo periodo di grande stress...?
Colgo l'occasione per ringraziarla sempre per tutte le risposte puntuali che ottengo. Potranno sembrare anche domande stupide o banali ma purtroppo uno in questa situazione arriva a pensarle un po tutte...

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in mani esperte la rachicentesi non è dolorosa, può insorgere dopo cefalea che comunque ha la caratteristica di regredire in posizione coricata.
Riguardo la sintomatologia attuale, è possibile che sia di tipo muscolare causata da posture prolungate e da stress, escluderei l'alterazione riscontrata a livello del midollo cervicale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 259XXX

La ringrazio. Ma l'esito di tale esame è certo al 100% o puo anche risultare negativo e poi effettivamente manifestarsi la malattia?

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la rachicentesi è spesso dirimente ma la sua negatività non esclude completamente la malattia, essendo comunque un fattore prognostico positivo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 259XXX

La ringrazio gentilissimo come sempre.

[#33] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno dottore, volevo sapere... con il caso radiologico che penso io daa puntura secondo la sua esperienza è probabile una positività per la sclerosi multipla? Anche perchr se no a cosa dovrebbero essere dovute queste lesioni...

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come si fa a sapere? Per questo motivo si effettua l'esame.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 259XXX

Ma tendenzialmente un quadro radiologico del genere è più probabile che porti ad un esito negativo o positivo?

[#36] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Teoricamente ci sono le stesse probabilità.
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente 259XXX

Ho capito pensavo ci fossero dei dati piu certi in merito. Guardando su Internet ho notato che molti con casi radiologicamenti isolati hanno poi sviluppato la malattia...anche perché anche volendo pensare positivamente non si può perche purtroppo la terza lesione è spuntata e il tutto porta al sm...

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sinceramente non si possono fare previsioni, sarebbe estremamente scorretto e poco professionale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 259XXX

Ma è possibile averla anchr senza percepire alcun sintomo? Cioè io se non fosse per l'aspetto psicologico starei benissimo...

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in generale è certamente possibile che un soggetto con SM non presenti alcuna sintomatologia, ciò avviene ad esempio nelle sindromi radiologicamente isolate o tra una ricaduta e l'altra.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 259XXX

Ho capito...la ringrazio