Utente 408XXX
Buongiorno,vi scrivo perchè da un pò di tempo a questa parte ho dei sintomi che mi preoccupano tantissimo.
Ho 27 anni, ed è quasi un mese che sentivo dei formicolii alla parte esterna della mani soprattutto palmo sotto al mignolo e mignolo stesso, dato che la cosa peggiorava flettendo il braccio e migliorava stendendolo pensavo fosse un problema di nervo ulnare, mi ripropongo di andare da un neurologo, ma nel frattempo devo mettere la cosa in stand by perchè avevo da tempo programmata la rimozione di un neo sul piede sinistro.Data la posizione del neo, il chirurgo mi impone riposo assoluto per 5-6 giorni, e comincio a usare le stampelle per quei piccoli spostamenti in casa. Da qui un peggioramento dei sintomi, non so se dovuto allo sforzo fatto sulle braccia per spostarmi sulle stampelle ma passo due notti d'inferno con formicolii alle mani e soprattutto sensazioni di spilli abbastanza forti. Devo dire che appena smetto di usare le stampelle la sensazione di spilli scompare, non quella di formicolio, generalmente sempre nella parte esterna della mano. Inoltre mi sembra di avvertire formicolii anche ai piedi, mi faccio vari "test" di sensibilità e mi sembra tutto apposto, avverto dolore, freddo, caldo, etc. Quello che comincia a preoccuparmi è che quando appena sveglia metto il piede destro a terra (quello su cui cammino) avverto un senso di addormentamento che sparisce appena cammino un pò e quindi lo attribuisco al fatto che sono giorni che sono stesa a letto senza camminare.Poi faccio l'errore più grande che posso fare e vado su internet a cercare i sintomi che mi riconducono alla sclerosi, da quel momento ansia totale e in pochi giorni perdo due-tre chili convinta di essere malata ( arrivo a 46 kg per 1.60). Quello che mi porta a scrivere in questo momento è che stanotte pur non dormendo in alcuna posizione particolare ( posizione supina) mi sveglio per il piede sinistro addormentato allora mi alzo per andare a prendere un bicchiere d'acqua e il piede torna o mi sembra normale. Inoltre negli ultimi giorni avverto giramenti di testa e sempre la mattina avverto una debolezza muscolare al braccio sinistro che però poi scompare abbastanza velocemente durante la giornata. Cerco di non abbattermi del tutto attribuendo i sintomi ad un problema di cervicale che mi fa male, in quanto, dato che i primi giorni dopo l'intervento, non potendo flettere il piede, camminavo in maniera scomposta (tanto è vero che al piede sinistro se premo in corrispondenza del malleolo interno mi fa male). Soprattutto noto che questi sintomi migliorano la mattina e se cammino e peggiorano la notte quando sono stesa. E' anche vero che ormai avverto formicolii sparsi e onestamente non so nemmeno se siano veri o attribuirli alla mia ansia. Premetto che andrò al più presto dal mio medico curante e da un neurologo ma non potendo camminare per via della ferita chirurgica ho dovuto rimandare, ma volevo comunque sapere di un vostro parere. Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia che riferisce è di breve durata e sempre correlata a problemi posturali e/o compressivi, come la stampella, posizioni nel sonno, ecc., sintomi che poi regrediscono in poco tempo al venire meno della compressione o della causa scatenante in generale.
Tale sintomatologia non farebbe pensare una malattia demielinizzante in quanto in questi casi i sintomi sono continuativi e non causati da specifiche situazioni ma dalle lesioni demielinizzanti che chiaramente non regrediscono con cambi di posizione o col movimento.
Ovviamente condivido ampiamente la visita dal medico curante e dal neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 408XXX

Grazie mille per la risposta ( e per la celerità).
Vorrei comunque tenerla aggiornata nel corso dei vari accertamenti se per lei va bene.
Grazie ancora e buon fine settimana.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, leggerò volentieri.

Buon fine settimana anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro