Utente 186XXX
Salve,

sono una signora di 62 anni, in terapia con b-bloccante Nebivololo e Sartano (Telmisartan) per l' ipertensione arteriosa. Nel 2008, è stata riportata una possibile associazione tra l'utilizzo di sartani e la malattia di Alzheimer; tuttavia, uno studio retrospettivo su 5 milioni di pazienti in terapia cronica anti-ipertensiva ha mostrato come, rispetto ai soggetti che fanno uso di altri agenti ipertensivi, i pazienti in terapia con sartani hanno una probabilità del 35-40% inferiore di ammalarsi di malattia di Alzheimer.

Vorrei sapere cortesemente, se i farmaci sartani possono causare o addirittura proteggere dall' Alzheimer e
la seconda domanda che prevenzione si può fare per questa malattia neurologica ?


Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sinteticamente:
"...vorrei sapere...";
le evidenze o meglio le non evidenze in letteratura scientifica le ha già citate Lei.

"...che prevenzione si può fare per questa malattia neurologica?...";
una vita sana, una alimentazione equilibrata (possibilmente niente fumo, niente alcol e niente benzodiazepine), attività fisica moderata, un buon equilibrio sonno/veglia (qualora non lo fosse il consiglio è il neurologo esperto in meedicina del sonno), integratori antiossidaanti ed anti radicali liberi, ed una buona dose di "fortuna".

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 186XXX

Gentile dottor Poli,
La ringrazio molto per il riscontro, seguirò le Sue preziose indicazioni sulla prevenzione.

Le allego il link su Wikipedia dei sartani (vedere voce impiego) dove si parla con possono ridurre l incidenza del 40% di questa malattia.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Antagonista_del_recettore_per_l%27angiotensina_II



Come integratore antiossidante-radicali liberi cosa mi consiglia ?

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Chieda serenamente al suo mefico di base...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 186XXX

Va bene, chiederò anche al medico di base.
L integratore Supradyn della Bayer con Polifenoli potrebbe essere un idea !


http://www.supradyn.it/la-gamma-supradyn/supradyn-ricarica-50/

[#5] dopo  
Utente 186XXX

Per l integratore chiederò al medico.
Un ultima domanda: in generale per il mal di testa da stanchezza lavorativa, è preferibile usare un Vivin C acido acetilsalicilico o Tachipirina 500 paracetamolo?

Cordialmente

[#6] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se sporadico il farmaco che ha già provato come più efficace.
Se la cefalea stress lavorativo-correlato è cronica o molto frequente c'è la i indicazione ad un trattamento di profilassi.
Pertanto visita neurologica.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#7] dopo  
Utente 186XXX

La cefalea e molto sporadica, semmai prendo una tachipirina 500 al bisogno.
Un ultima informazione dottore e non la disturbo:
La cardioaspina protegge da infarto e ictus ed è utile in prevenzione primaria nel mio caso (ipertensione arteriosa, obesità primo grado e trigliceridi alti) ?

[#8] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
SI
La Cardioaspirina previene per una % "×" da ischemia cardiaca e cerebrale.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#9] dopo  
Utente 186XXX

Va bene, volevo sentire anche un parere neurologico come il suo, perché il mio medico di base mi ha prescritto la Cardioaspina 75mg Anche a giorni alterni, mentre il cardiologo e del parere che è inutile nella prevenzione primaria nei soggetti che non hanno avuto infarti ed ictus come nel mio caso.

Cordiali saluti e buona serata.

[#10] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La prevenzione ha senso solo se vi sono fattori di rischio o se vi sono stati sintomi minori come angor cardiaco oppure tia cerebrali oppure se esami strumentali (es: ecodoppler carotideo mostrano una stenosi emodinamicamente significativa).
Se si fa profilassi 75 mg o 100 mg vanno asdunti tutti i giorni e non a giorni alterni...
...nom è una mia idea ma sono le linee guida internazional "spread".
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#11] dopo  
Utente 186XXX

Gentile Dottor Poli,
La ringrazio per il riscontro, valuterò anche insieme al cardiologo se necessito della Cardioaspirina ovviamente 75 o 100 mg al giorno e non a gg alterni come indicatomi dal medico di base.

Cordiali saluti