Utente 221XXX
Gentili Dott.ri Vi scrivo in merito ad un mal di testa fastidioso che mi porto avanti da mesi ormai...ho sempre sofferto di mal di testa ma ultimamente si verifica spesso e permane anche per giornate intere (anche una settimana di fila). Il dolore è come una pressa sulle tempie specie a dx sulla fronte e agli occhi.Non ho sensazioni di vomito o nausea solo una pesantezza continua e delle fitte che mi prendono solo in alcuni momenti al centro della fronte e alle tempie.Non assumo farmaci perché sono già in cura con Rivotril gocce (8 al mattino e 8 la sera) e mezza compressa al mattino e mezza la sera di Elopram, specifico che questa è una terapia che porto avanti da molto tempo per l' ansia. Stò facendo l' areosol con Prontinal perchè pensavo potesse essere sinusite ma non mi aiuta. Mi capita spesso di svegliarmi la mattina già col mal di testa specialmente se dormo qualche ora in più. Mi rimane per tutto il giorno aumentando e diminuendo a momenti. Non ho mai fatto RX al cranio, sono stata visitata un po' di tempo fa dal mio medico che non ha dato importanza a questa cosa. Ho chiesto al mio dentista se avevo problemi con la masticazione (ho sentito che certi mal di testa sono dovuti anche a questo) ma mi ha accertato che non è quello il mio problema. Sono ipocondriaca e quando ho sentito che ad un ragazzo molto giovane che soffriva di mal di testa gli hanno riscontrato un tumore ho incominciato a preoccuparmi.Vi chiedo gentilmente di darmi un consiglio, so che on-line non si può fare una diagnosi ma visto la mia descrizione secondo voi cosa potrebbe essere?Vi ringrazio anticipatamente!

[#1]  
Dr. Maurizio Arena

20% attività
0% attualità
0% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile Utente

Perchè non prova a consultare anche il suo specialista per i suoi disturbi d'ansia.
La cefalea da lei descritta potrebbe essere un ulteriore sintomo del suo disturbo nervoso e sarebbe opportuno quindi, una volta valutata attentamente la sintomatologia da parte dello specialista, rivedere posologia e prescrizione farmacologica.

Cordialmente
Dr. Maurizio Arena