Utente 485XXX
Salve, da oramai 3 mesi noto il mio corpo cambiare, mi spiego: da dicembre accuso debolezza, dolori muscolari, stanchezza. Da 2 mesi invece sono spuntati spami, crampi persistenti, dolori e rigidità alle dita delle mani, sensazioni di guizzo all’interno del corpo, mal di testa (anche sensazione di un lato addormentato) e appannamento vista. Per tale motivo mi sono recato diverse volte in pronto soccorso, ma ovviamente dagli esami del sangue di routine non risulta niente. Ho svolto esami tiroide ( poche avevo vitamina D a 20), malattie autoimmuni, con esito negativo. Per un forte mal di testa in ospedale circa un mese fa mi hanno sottoposto ad una Tac Encefalo, assolutamente “pulita” tanto che il neurologo del ospedale (senza visitarmi) dopo averla visionata mi ha mandato a casa. Detto ciò, ho svolto una visita neurologica anche qui negativa, a dire della dottoressa negativa. Adesso dopo più di un mese accuso continuamente crampi, bocca asciutta più furti i sintomi in precedenza descritti. Ora vorrei capire un po’ cosa mi succede, perche sentirsi le gambe pesanti e adesso anche il braccio sinistro pesante non è una cosa molto simpatica da sopportare. Nessuno mi ha mai sottoposto a Risonanza, ma mi chiedo se fosse necessario dopo aver eseguito tac e visita neurologica. Da precisare che prendo vitamine carnadyn e patrol al bisogno. Vorrei sapere se sono da escludere malattie come SLA o SM dai consulti e dagli esami svolti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la SLA può essere esclusa per l'esito negativo della visita neurologica. Riguardo la SM, è già un'ottima notizia l'assenza di alterazioni dell'esame neurologico ma in fase iniziale della malattia questo può risultare negativo, inoltre la TC non rappresenta l'esame di prima scelta in caso di sospetta SM, in questo caso è la RM encefalica e midollare l'esame da effettuare.
La neurologa non ha riscontrato nulla ma Le avrà detto il suo orientamento diagnostico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 485XXX

La neurologa non ha indicato alcun esame da svolgere, nel dettaglio: la negatività del quadro neurologico e degli esami debiti non orientano per una problematica organica. Nonostante ciò tutti i sintomi peggiorano, dunque un po’ sto iniziando a preoccuparmi, specie perché anche il mio medico non ha intenzione, magari perché non lo ritiene necessario, effettuare RM.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la Collega non ha ritenuto opportuno richiedere una RM evidentemente era sicura della sua valutazione.
Se i sintomi stanno peggiorando può sentire un secondo parere neurologico ma non possiamo escludere che questa condizione sia causata dalla Sua preoccupazione e dall'assenza di qualche forma di terapia per l'ansia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro