Utente 492XXX

Sto vivendo un periodo di forte stress emotivo, in parte alimentato da cybercondria e ipocondria (in questo internet non aiuta). Ogni sintomo mi sembra un male potenziale e vado alla ricerca delle pagine web corrispondenti.

Ultimamente sto accusando una cefalea tensiva, certamente non invalidante ma che non mi fa raggiungere il 100% di forma fisica, anche se non sento il bisogno di usare farmaci .

Premetto che non ho mai sofferto di cefalea, tutto è cominciato con una doccia fredda. Al risveglio la mattina avevo l'orecchio sinistro leggermente indolensito ed una sensazione strana allo zigomo guancia sinistra.  Da allora accuso una certa affaticabilità dei muscoli del collo e della nuca, con sensazione di calore formicolio a tutto il viso, sembrano sintomi influenzali senza febbre.

Il mio diario giornaliero può essere sintetizzato in questo modo: risveglio potente e poi nel corso del giorno calano le mie prestazioni, specie se devo realizzare un lavoro al computer di concentrazione. Comincia ad esordire questa cefalea con dolorabilità del collo e della nuca che non mi fa stare tranquillo e la luce del monitor mi da fastidio agli occhi.

La stessa cosa accade guidando nel traffico, ho notato che in situazione di stress comincio a stringere i denti accusando dopo un certa dolorabilità alla mascella, alle tempie ed alla zona occipitale. Ho qualche fatica nell’addormentarmi poiché il cuscino diverta fastidioso e mi tira il cuoio capelluto. Una volta preso sonno va tutto bene. I sintomi descritti sembrano migliorare dopo i pasti. Riesco a correre bene un’ora alla settimana.

Le mie condizioni di salute sono buone, ho di recente fatto gli esami ematochimici dove non è risultato nulla di anomalo. Vorrei sapere cosa ne pensate in merito se si potrebbe trattare di nevralgia del triennio o disturbi tempo mandibolari.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia sembrerebbe assimilarsi ad una cefalea tensiva scatenata da posture prolungate o da eccessiva concentrazione.
A distanza non riesco a vedere altre problematiche.
Il serramento dei denti potrebbe essere anche un altro fattore favorente, il tutto con i famosi limiti del consulto a distanza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Chiedo scusa per il refuso triennio = trigemino. Quindi lei esclude dalla sintomatologia una temibile nevralgia trigeminale?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non vedo nessun elemento che possa fare pensare una nevralgia del trigemino.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 492XXX

Grazie dottore le sue parole mi rincuorano. Ricordo di aver avuto un episodio analogo tre anni fa, risoltosi spontaneamente. Il mio medico di famiglia mi aveva prescritto un farmaco di nome Lyseen che però non ho assunto. Potrebbe esser valido nel mio caso, oppure visto la sintomatologia sopportabile sarebbe il caso di non assumere nulla?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un farmaco si può consigliare dopo una diagnosi.
Considerato che a distanza non si possono fare diagnosi conseguentemente non si possono consigliare nemmeno farmaci.
Ne parli col medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 492XXX

Capisco e chiedo scusa per aver contravvenuto le regole. Farò come dice e la terrò informato.

[#7] dopo  
Utente 492XXX

Gentilissimo dottore è possibile che tutti questi sintomi siano conseguenza dello stress accumulato a causa della continua ricerca sul web di pagine web che portano a sintomi di malattie gravi? Sembra che il mio cervello sia a corto di energie e non riesce a reggere i ritmi che aveva prima, parte bene al mattino per poi calare di prestazioni. A questo aggiungo anche un senso di stordimento, come una sbronza, che avverto dopo un lavoro al computer e di impegno mentale. Devo dire che qualche notte non riesco a dormire poiché l'ansia mi porta a fare cattivi pensieri.

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile anche la Sua ipotesi, infatti fare ricerche in Rete ai fini di autodiagnosi è estremamente dannoso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 492XXX

Dottore ritiene che tali sintomi seppur lievi e sopportabili, non invalidanti richiedano da parte mia degli accertamenti? In caso affermativo quale iter dovrei seguire?

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che non siano indispensabili accertamenti, basta una visita presso il Suo medico curante o un neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 492XXX

Dottore non ho chiuso occhio tutta la notte: quando stavo per addormentarmi il peso alla nuca ed alle tempie diventava evidente, sentivo le pulsazioni cardiache e pareva avessi la febbre col sangue che circolava più velocemente in testa, facevo mezzi sogni strani. Adesso vado a lavorare con una leggera pressione, non mi sento male ma la notte è stata pessima.