Utente 216XXX
Buongiorno gentilissimi medici, scrivo qua perché attualmente impossibilitata di andare dal mio medico curante essendo in vacanza. È cominciato tutto perdendo alcune volte la sensibilità all'esterno coscia della gamba destra, non ho fatto accertamenti perché pensavo dipendesse dalle forti dosi di antispicotici che prendevo, la cosa però è continuata, anche dopo smessi, me ne accorgevo per caso grattandomi la coscia, e quando mi alzavo dalla sedia avvertivo un fortissimo bruciore sempre all esterno coscia...non so se sia correlato, han cominciato i formicolii alle punte delle dita dei piedi, ho notato che succede a riposo...o se son seduta, o specialmente nel letto... infine ho cominciato a sentire un pesante affaticamento solo alla gamba destra...come se si fosse addormentata...a volte non riesco nemmeno a dormire perché la sento intorpidita. Presto tornerò a casa per una visita, ma intanto volevo sapere un vostro gentile parere sul da farsi... può anche essere una cosa psicologica? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

qualunque sintomo può essere teoricamente "psicologico" ma prima di arrivare a questa conclusione è corretto escludere altre cause mediante, nel Suo caso, una visita neurologica ed eventuali esami diagnostici come una RM lombosacrale ed EMG degli arti inferiori, infatti il problema potrebbe essere di origine lombosacrale ma solo come ipotesi a distanza che va appunto verificata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 216XXX

Grazie dottore credo che presto tornerò a casa a fare tutti gli accertamenti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bene.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 216XXX

Salve riscrivo qua sotto per aggiornamenti, sono andata dal mio medico di base, mi ha visitata, ha detto che ha riscontrato una perdita di forza evidente alla gamba destra, mi ha prescritto così una risonanza magnetica alla colonna, l'elettromiografia ha detto che è inutile, data la perdita di forza evidente, io sinceramente non ne capisco proprio nulla. In questi giorni, pensavo la cosa migliorasse, e invece si è aggiunto un altro fatto. Mi capita la sensazione di camminare sulla sabbia insomma come se sprofondassi nel pavimento, come se non riuscissi a coordinarmi. Non so se ho spiegato bene, ma questa è la sensazione. Secondo lei dovrei fare altri esami? o va bene la RM colonna?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM della colonna vertebrale è certamente indicata, al momento estenderei la RM anche all'encefalo.
Eventualmente, in base all’esito della RM, l’EMG l'ha può effettuare in un secondo tempo se ritenuta utile.
Fondamentale però è anche una visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 216XXX

Grazie dottore gentilissimo!

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon pomeriggio
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 216XXX

Buongiorno, sono andata dal mio medico di base di nuovo, mi ha fatto un esame neurologico ha visto che nn so stare sulle punte dei piedi e la posizione a fenicottero, come dice lui, scusi la tremenda ignoranza nel spiegarmi. Non ha voluto per nulla estendere la rm encefalo o prescrivermi una visita neurologica.
Ho guardato i miei vecchi esami ed ho una risonanza completa del gennaio 2016, magari non vi è bisogno di un altra, comunque le uniche cose riscontrate in quella rm sono: Modesta accentuazione delle cisterne vermiane superiori e degli spazi subaracnoidei della convessità.
A livello della colonna cervicale si riconosce una verticalizzazione della curva fisiologica del rachide, in c3 e c4-c5 il canale vertebrale appare lievemente ristretto per una protusione posteriore delle fibre dell anulus. A livello della colonna lombosacrale l'esame dimostra un'accentuazione della fisiologica lordosi. In l5-s1 il segnale del disco intervertebrale appare ipointenso nella sequenza t2 dipendentemente per fenomeni di disidratazione delle sue componenti.
Per il resto nella norma.
Va bene anche quella di 2 anni fa? O ne dovrei fare un altra? Grazie

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a mio parere un controllo RM sarebbe opportuno effettuarlo anche per vedere se ci sono variazioni rispetto all’ultimo esame ma questo è un parere a distanza rispetto a quello del medico che è un parere diretto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 216XXX

Grazie, chiedo ancora una cosa che signica Modesta accentuazione delle cisterne vermiane superiori e degli spazi subaracnoidei della convessità ?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è un reperto che può essere anche congenito, cioè presente fin dalla nascita. Per questo Le avevo consigliato un controllo RM ma senza alcuna preoccupazione.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 216XXX

Salve gentile dottore, mi ha visto una neurologa una settimana fa, durante l'esame neurologico le uniche cose sono state ROT molto vivaci simmetrici ai 4 arti, e poi, sciocca io che non ho chiesto il motivo, si è soffermata chiedendomi se avessi avuto un incidente o avessi battuto la testa, cmq secondo lei non c'era nulla di preoccupante a livello neurologico, per quanto riguarda il resto oggi ho fatto una risonanza lombosacrale, aspetto gli esiti, i dolori si stanno diffondendo a macchia d'olio, e non so come muovermi a livello medico, ho molto dolore al collo, alle spalle e alla schiena, a volte zoppico per via della gamba destra affaticata, faccio molta fatica ad alzarmi dalla sedia per via della schiena, ho provato a prendere brufen 600 per un po di giorni, ma neanche minimamente mi ha fatto qualcosa. Non so se c'entra, ma ho subito un fortissimo dimagrimento, per carità dovevo assolutamente dimagrire, però in poco tempo, più di 30 kili in pochi mesi.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

aspetti prima l’esito della RM, poi si vedrà come procedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 216XXX

Buongiorno Dr. ho eseguito sia la risonanza lombosacrale che la EMG arti inferiori...riporto i referti in cerca di un parere:
Risonanza:
si apprezza lieve atteggiamento sciolotico toraco-lombare destro convesso ad ampio raggio con disarmonica accentuazione della lordosi al passaggio lombosacrale e tendenza all'orizzontalizzazione del piano sacrale.
Le dimensioni del canale osseo appaiono nei limiti della norma. A livello L5-S1 si apprezza un lieve restringimento del canale vertebrale determinato da una modesta protusione discale ad ampio raggio che determina lieve impronta sul profilo anteriore del sacco durale con impegno dei recessi inferiori dei forami di conuigazione, da entrambi i lati il disco L5-S1 appare lievemente assottigliato.
Il segnale di tale disco intervertebrale risulta ipointenso nella sequenza T2 dipendente per fonemi di disidratazione delle sue componenti.

EMG arti inferiori
scrivo solo le cose che sembrerebbero non andare:
Attività spontanea assente
Pattern di reclutamento volontario massimale in transizione ricca dal TA bilat maggiormente a dx, dallELD bilat maggiormente a dx, dal gemello mediale bilat maggiormente a dx PUM polifasici di ampiezza e durata aumentate
Conclusioni:
Lievi segni di sofferenza neurogena cronica nei distretti di spettanza L5-S1 di entrambi i lati maggiormente a destra in assenza di attività spontanea da denervazione in atto. non segni di polineropatia.
Cosa significa tutto questo? devo fare ulteriori esami? e' tutto dipendente dalla schiena? Basta la fisioterapia? Grazie mille!

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il reperto della protrusione riscontrata a livello L5-S1 giustifica l’esito dell’EMG.
Le consiglio di rivolgersi ad un fisiatra che visionando le immagini dell’esame e valutandola clinicamente può stabilire come procedere.
In effetti la sintomatologia può dipendere dalla schiena.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 216XXX

Grazie dottore, purtroppo domani ho un altra elettromiografia, ma sta volta degli arti superiori, comincio a preoccuparmi.. La mano destra che prima era leggermente addormentata ora ha perso quasi completamente la sua forza, non riesco neanche a mangiare con le posate, l anulare è il mignolo sono arricciati, non li sento e non ho forza in nessun dito, il mio medico sospetta la sindrome di guyon... Ma a questo punto mi sorge una domanda, può essere tutto collegato? Grazie

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un’eventuale compressione del nervo ulnare è indipendente da problematiche a livello lombosacrale.
Vediamo l’esito dell’EMG agli arti superiori.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 216XXX

Grazie mille mi dispiace per il consulto lunghissimo.

[#19] dopo  
Utente 216XXX

Salve dottore, aprirò un altro consulto, perchè il problema è diverso, mi dica solo sotto che branca della medicina devo inserirlo...l'esito è questo:
CONCLUSIONI:
sofferenza focale del nervo ulnare destro al gomito con discreto pool di fibre in blocco di conduzione.
si consiglia rx gomito destro ed ecografia gomito destro e controllo emg tra 40 giorni.
Cosa può essere che blocca il nervo ulnare? Grazie mille

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

siamo di fronte ad una compressione del nervo ulnare al gomito (sindrome del canale cubitale).
Le cause possono essere diverse, tra le più frequenti Le ricordo i microtraumi ripetuti, anche di lieve entità e tipicamente sul lavoro, vecchi traumi anche di molti anni fa, condizioni malformative del gomito, forme idiopatiche, cioè a causa sconosciuta, ecc.
Lo specialista di riferimento può essere il neurochirurgo o l'ortopedico.
Se Le farà piacere può tenermi aggiornato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 216XXX

Grazie! Aggiornerò qua dopo gli esami. Lei è gentilissimo!

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Stia serena e non si faccia prendere da paure immotivate.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 216XXX

Salve, ho fatto l'ecografia ad entrambe le braccia addirittura alle dita, è completamente pulita neanche il nervo infiammato...e io continuo a non avere forza e non aprire le dita cosa devo fare? Grazie

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Si è rivolta ad un neurologo? In caso affermativo faccia vedere gli esami al collega.
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 216XXX

No, non ho visto un neurologo, ma ci stavo pensando proprio ora, dal mio consulto da questa estate saprà che sono piena di formicolii a questo punto ci vado...grazie!

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bene, effettui una visita neurologica.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 216XXX

Salve Dottore, riscrivo poichè recentemente l'anulare della mano destra si sta ritraendo di nuovo. Il neurologo mi aveva detto che c'era stato un danneggiamento della guaina mielinica del nervo ulnare...era guarito dopo un mese. Oggi mi sveglio e noto che si è di nuovo ritratto, sono andata dal medico e mi ha prescritto un altra elettromiografia...Quello che mi chiedo...perchè ogni tanto si danneggia il nervo? Io non assumo posizioni strane, non sto molto al computer e cerco di non appoggiare il gomito su superfici rigide...Quali possono essere le cause?

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le cause principali di un problema del nervo ulnare sono la sua compressione al gomito (sindrome del canale cubitale) o al polso (sindrome del canale di Guyon).
Rivedendo velocemente questo consulto vedo che già ha una diagnosi di sindrome del canale cubitale le cui cause più frequenti sono scritte alla replica #20.
L'EMG è l'esame che fa fare diagnosi certa di queste condizioni, pertanto è corretta la prescrizione del Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro