Utente 182XXX
Gentili medici,

stamane ho consultato telefonicamente lo specialista che mi segue, per aggiornarlo sugli effetti della terapia prescritta. Come scritto in precedenza, mi ha indicato di aumentare il dosaggio del Citalopram perché persistevano delle sintomatologie ansiose, seppure in misura minore rispetto ad inizio trattamento. Ho fatto presente che per ora permangono tali disturbi, ma come ribadito da lui, è presto per fare bilanci. Ho espresso il timore che il citalopram non funzioni del tutto, al che comunque mi ha rassicurato che se pure dovesse essere ci sono altri farmaci. Nel caso, da valutare tra alcune settimane, potremmo introdurre con gradualità
l'escitalopram, visto che tollero bene il citalopram, che è molto simile. Comunque al momento il problema non si pone, ne parleremo alla prossima visita.
Mi è rimasto solo un dubbio, nel caso si passi da una farmaco ad un altro ho letto che è buona prassi procedere gradualmente per evitare effetti indesiderati.
Vorrei soltanto chiedere se ci siano rischi particolari in tali passaggi.
Vi ringrazio per la vostra consueta disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sostituzione di un antidepressivo con un altro non causa particolari rischi se fatta in modo corretto, a maggior ragione che nel Suo caso in cui tale sostituzione avviene tra due farmaci della stessa classe.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 182XXX

Grazie per la Sua risposta, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro