Utente 456XXX
Egregi dottori scusate se dilungo ma la mia storia è complicata. Tt è cominciato cn un post-operatorio di una semplice ernia ombelicale tolta nel giugno del 2017.. L'intervento fatto con l'anestesia spinale andò a buon fine senza complicanze. Dopo 20 di giorni andai a lavoro, (facevo l'O.S.A da 5 anni, un lavoro soggetto a carichi pesanti per la mia colonna.) da lì cominciò il mio attuale calvario.. Rimasi letteralmente "bloccata" con una conseguenza dietro l'altra.. scoprii inizialmente di avere una piccola ernia l5,S1, e protrusione l4,l5.. avevo forti dolori localizzati nella zona lombare associati a violente scosse alla gamba destra.Cominciai a fare svariate cure per ben 4 mesi di fans, cortisone,antidolorifico di tanti tipi differenti tra cui ho assunto oppiodi ecc.ma peggioravo sempre di più finché un giorno decisi di andare da una osteopata. E che non l'avessi mai fatto! Dp 2 giorni esatti io passai i mesi più brutti della mia vita.Fui ricoverata 20 volte circa al P.S per forti dolori alla colonna (bruciore, scosse violente lungo la schiena, formicolio continuo e una contrazione di parecchi muscoli paravertebrali continua).Da lì decisi che nn ce la potevo fare solo con i fans e chiedendo disperatamente aiuto mi mandarono a fare delle infiltrazioni paravertebrali di lodocaina e cortisone. Per un tot di 4 infiltrazioni alla lombare più 3 punture alla spalla. Avevo passato più di 6 mesi quasi a letto. Dopo le infiltrazioni sono stata meglio e fu così che comincio la fisioterapia più la piscina.. man mano eseguivo movimento i dolori ed i malesseri al collo aumentavano e la zona lombare guariva.. finché un bel giorno rimasi bloccata dopo una nuotata. Da lì altre RMN e si viene a scoprire che ho delle protrusioni multiple al collo che comprimono il midollo spinale più artrosi cervicale,altre protrusioni ed ernie al dorso che appoggiano sulla dura madre insomma scopro che la mia schiena mi ha nascosto delle bestie che son venute fuori tt nello stesso periodo. Ho avuto un miglioramento per circa 3 mesi ma non stavo bene, non ricordo più cosa significa oramai. Da 1mese circa dopo una manipolazione al collo svolta dal fisiatra in palestra si sono associati altri sintomi +violenti delle contratture e del dolore ai nervi da Ralidicopatia. Ho dei violenti mal di testa che per 2 sett. sono stati continui associati alla rigidità di collo spalle e braccia(specie sinistro)con forti vertigini ,nausea e difficoltà a stare in stazione eretta Ho curato con Brufen 400mg, applico calore, riposo e sembrano diminuire di frequenza ma non appena mi muovo molto o a fine giornata, il tutto si irrigidisce fino a farmi mancare l'aria, e sentirmi quasi svenire, infatti evito di uscire per ora temo di stare più male perché è già successo.. come miorilassante prendo il flexiban 2 al di.In questo anno e mezzo è un continuo ricadere e rialzarsi.Mi hanno visitata tt gli specialisti che sono attinenti al problema, nessuno dice di operare.Accetto consigli. Cordiali saluti..

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
dalla articolata descrizione della sua sintomatologia si deduce che l'intero asse rachideo è interessato da una condizione di dolore tendente alla cronicizzazione. Esclusa la presenza di radicolopatie legate a reali stati di conflitto disco-radicolare (come si deduce dal fatto che non siano state rilevate dai vari specialisti cui si è rivolta, che non hanno consigliato alcun trattamento chirurgico) l'interpretazione che può essere postulata è attendibilmente di una disfunzione statico/dinamica della colonna. Ad esempio, se esiste una deviazione scoliotica, vengono poste automaticamente in funzione le cosiddette catene muscolari di compenso che nell'intento di correggere l'alterazione purtroppo diventano esse stesse causa di dolore. Sono questi i casi in cui trova utile indicazione la rieducazione posturale globale. E' un caso da gestire in tandem fra Neurochirurgo e Fisiatra.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it